Scritto da Rossana De Caro |    Novembre 2009    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Arriva l'appuntamento con il primo vino dell'anno made in France: il 19 novembre dalle ore 18, presso l'Istituto Francese di Firenze (Palazzo Lenzi, Piazza Ognissanti 2), ci sarà la tradizionale degustazione del beaujolais nouveau, accompagnato da formaggi d'oltralpe. A cavallo tra Parigi e Lione, la coltivazione del Beaujolais si basa su un unico vitigno: il Gamay Noir à Jus Blanc.

La produzione di quest'anno raggiunge i 50 milioni di bottiglie, di cui la metà esportate in 150 paesi nel mondo. L'annata 2009 si preannuncia eccezionale in termini di qualità. Il Beaujolais è un vino che muore giovane, da consumarsi entro un anno: ottimo per tutte le occasioni conviviali. Eroe nazionale in patria, ha compiuto 50 anni nel 2001 ed è ormai «un fenomeno» con un sito proprio www.beaujolais.com ed una propria bibliografia dedicata!

Degustazione con formaggi francesi: 5 euro intero; 3,50 euro ridotto per i soci Coop

Info 055 2718801; www.istitutofrancese.it