Masterizzatori dvd, stufe, festa del cioccolato

Scritto da Rossana De Caro |    Novembre 2005    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

MASTERIZZATORI
Dvd sempre più veloce

Novembre all'iper 2
Sono passati pochissimi anni dalla comparsa dei primi masterizzatori dvd per personal computer, capaci di immagazzinare dati e copiare contenuti digitali su supporti 8/10 volte più capienti rispetto ai cd. La loro velocità sembrava destinata a rimanere insuperata per molto tempo, ma in meno di 5 anni le nuove tecnologie hanno consentito una velocità ben 16 volte superiore.

Oggi infatti si è arrivati ad un punto di svolta nella gestione del mercato dei dati grazie alla tecnologia Double-Layer, con la quale è possibile raddoppiare la capacità dei dvd (da 4.7 GB a 8.5 GB, ben 14 volte un cd) registrando su entrambi i lati il contenuto, così da poter memorizzare il doppio dei dati, foto, musica o video, fino ad una durata di 16 ore. Non solo. È possibile anche salvare un titolo dvd su un unico disco senza comprometterne la qualità, ed è compatibile con gli attuali supporti dvd-rom.

Da poco è uscita anche la tecnologia LightScribe, con la quale si possono personalizzare i cd e dvd masterizzati. Adottata per ora da pochissimi masterizzatori, ha gli stessi supporti, con la differenza che sulla parte superiore non si usa il pennarello bensì il laser del masterizzatore per realizzare in modo professionale disegni e scritte. Il difetto più rilevante è il tempo molto lungo che occorre per incidere sul disco anche immagini poco complesse.

Il futuro prossimo sarà comunque delle nuove tecnologie (come il Blue Ray) che utilizzeranno supporti 10/20 volte più capienti dei dvd attuali. Come sempre la loro diffusione dipenderà dal contenimento e dall'ammortizzamento dei costi, sino ad ora molto alti.


PER L'INVERNO
Stufe per tutti

Segni particolari: bellissime. Che altro dire delle stufe attualmente in commercio! Hanno un design moderno e accattivante, si inseriscono bene ovunque, sono termoregolabili, sicure e anche, come le stufe a pellet, ecologiche. Si può scegliere fra vari modelli (e colori) a seconda del proprio gusto e delle esigenze. Dalla classica a legna - con sportello, in ghisa, smaltata, a due combustioni - al "bruciatutto", più potente, con le formelle in ghisa, ideale per le case di campagna. In alternativa le stufe a combustibile liquido, molto economiche (20 litri costano circa 30 euro), di varia potenza (2400 e 3000 watt), prive di odori. C'è anche in versione elettronica, dal design elegante, si accende e si spenge senza pericolo.

Per grandi ambienti è consigliabile la stufa a pellet (6500 watt), tecnologicamente più avanzata, più costosa (2000 euro circa), ma con bassi consumi. Utilizza infatti un combustibile (pellet), formato da segatura compressa in piccoli bastoncini (venduti a sacchi), assolutamente ecologico (privo di vernici e collanti) e ad alto potere calorico (superiore a quello della normale legna). Dura a lungo bruciando molto lentamente e senza fiamma.Si tratta di stufe ecologiche nate in Canada: non inquinano e non sporcano. L'accensione è automatica, la temperatura è regolabile, così anche il tempo, come un vero riscaldamento. Non necessitano di particolare manutenzione e sono molto pratiche.


Novembre all'iper 1
Cioccolato rinnovato


Torte al cacao, scorzette di arancia ricoperte di cioccolato fondente, tavolette di tutti i tipi. Negli Ipercoop arriva una linea di prodotti tutta dedicata al cioccolato, ovvero al... lato dolce della vita. Lo "Speciale cioccolata" negli iper si svolge fino al 3 novembre, ma i "magnifici quindici" prodotti dalle stesse pasticcerie dell'Ipercoop restano in assortimento permanente.

Ci sono torte secche e fresche, praline e tavolette a una quindicina di gusti: peperoncino, riso, latte, caffè, pistacchi, cannella, mandorle, noci. E c'è perfino la cioccolata in tazza.

La differenza, come sempre, è data dall'elevata qualità del cacao utilizzato e dalla sua percentuale presente nel cioccolato fondente. Le torte al cacao prodotte nelle pasticcerie degli Ipercoop contengono solo uova, zucchero, burro e cioccolato con il 70% di cacao. Nelle tavolette la quantità è del 58%.

I prezzi? Variano entro una forbice contenuta fra 19 e 22 euro al chilo e sono inferiori di almeno il 50-60% rispetto al cioccolato prodotto artigianalmente. (L.d'E.)  

ALL'IPER DI SESTO
Donne nel pallone

Donne nel pallone
Fiorentina e non solo nella trasmissione curata dal viola club "Donne nel pallone", registrata ogni due settimane dentro l'Ipercoop di Sesto Fiorentino. "Donne nel pallone", come dice il nome, è formata da sole signore, capitanate dall'instancabile Stefania Corti.

Interviste, rubriche e servizi - sulla squadra viola, principalmente, ma anche su altre piccole grandi realtà della Toscana calcistica - per mezz'ora di trasmissione, che viene registrata il mercoledì alle 14,45 (e va in diretta su Lady Radio), e poi trasmessa su TVR Tele Italia, in onda il giovedì alle 23, il venerdì alle 1,30 e il sabato alle 13,30.

L'appuntamento all'iper si alterna con quello registrato al ristorante "Alfredo" di viale don Minzoni a Firenze.

Info: www.donnenelpallone.it