Mostre, aperture straordinarie dei musei e siti archeologici, in tutta la regione

Oltre 300 eventi, la maggior parte dei quali ad ingresso gratuito: dal 5 al 27 luglio tornano le “Notti dell’archeologia”, con un’edizione – l’ottava – dedicata al tema  della “Romanizzazione dell’Etruria”. Una grande festa dell’archeologia con aperture straordinarie notturne, dalle 21 alle 24, di musei e parchi archeologici (sabato 5, 12, 19 e 26 luglio), mostre, trekking, visite guidate, cene tematiche, conferenze, attività didattiche ed una rassegna internazionale di cinema archeologico.
La manifestazione è realizzata dalla Regione Toscana e dall’Amat (Associazione musei archeologici della Toscana) con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e la partecipazione di 111 enti.
Ecco i principali eventi per provincia:

Provincia di Arezzo. A Cortona apertura straordinaria notturna del Tumulo François (5,12,19 luglio, ore 20-24), il trekking “Dall’arx etrusca alle tanelle” (19 luglio) e la mostra Fortuna degli Etruschi a Cortona (11-18 luglio, Fortezza di Girifalco); a Castiglion Fiorentino (13 luglio dalle ore 19) camminata dalle Pieve di Retina alla Pieve di Chio lungo il fiume Vingone.
Provincia di Firenze. A Fiesole, “Alla mensa degli Etruschi”, un percorso nel Museo civico archeologico, per raccontare gli usi e i costumi di una città etrusca alle soglie della conquista romana, a seguire cena etrusca nell’area archeologica (12 luglio, ore 21 e ore 22); a Firenze, nel giardino del Museo Casa Rodolfo Siviero, lo spettacolo “L’Eneide: etruschi e latini nel poema di Virgilio” (5 luglio ore 21); a Montespertoli banchetto romano con ricette tratte dal libro “De re coquinaria” di Marco Gavio Apicio (18 luglio, ore 19.30).

Particolare della "Tomba della Quadriga Infernale", seconda metà del IV sec. a.C.

Provincia di Grosseto. A Gavorrano, il Parco minerario naturalistico propone “La cucina degli antichi Romani”, conferenza-laboratorio con degustazione sugli usi e i costumi gastronomici dell’antica Roma (23 luglio, ore 21-23).
Provincia di Livorno. Il Parco archeologico di Baratti e Populonia a Piombino propone l’apertura straordinaria notturna il sabato e in particolare, il 26 luglio, visita guidata alla necropoli di San Cerbone con osservazione astronomica. In provincia di Lucca, a Capannori visita guidata allo scavo del sito romano di via Martiri Lunatesi (11 e 12 luglio).
Provincia di Pisa. Visita guidata notturna al Cantiere delle navi antiche di Pisa (18 e 19 luglio, ore 19-23).
Provincia di Pistoia. Percorso archeologico nel Palazzo dei Vescovi di Pistoia alla ricerca dei segni della romanizzazione (10, 12 e 31 luglio, ore 21.30).

Provincia di Prato. A Carmignano, sabato 6 luglio (partenza ore 10) trekking dal Tumulo di Montefortini alla necropoli etrusca di Prato Rosello e nella stessa giornata apertura notturna del Tumulo (dalle ore 21); sempre a Carmignano, giovedì 17 luglio “Pietramarina sotto le stelle”, trekking fino all’area archeologica e concerto notturno.
Provincia di Siena. A Poggibonsi, visite notturne al lume di fiaccola agli scavi di Poggio Imperiale (11, 12 e 13 luglio, dalle ore 21.30) e a Sarteano visita guidata alla spettacolare tomba etrusca della Quadriga Infernale (nella foto un particolare), il 5 e 12 luglio dalle 9 alle 18.30.

Info:  tel. 0555978308, il programma completo è su www.cultura.toscana.it/musei.htm, www.archeologiatoscana.it

Dopo trent’anni riapre il Museo Archeologico Nazionale di Castiglioncello (Livorno), sabato 26 luglio, ore 18, con la mostra “La Romanizzazione dell’Etruria settentrionale costiera”.