400 attori e 800 comparse, dal 17 al 22 luglio

Scritto da Letizia Corbinelli |    Luglio 2001    |    Pag.

Giornalista

Torna anche quest'anno nel vecchio borgo medievale del Boccaccio l'appuntamento con Mercantia, il Teatralfestamercatomedievale che ogni estate immerge Certaldo Alta in un'atmosfera sospesa tra storia e leggenda, tra realtà e fantasia, con un originale intreccio di luci, suoni e colori che fa da sfondo alle esibizioni di centinaia di attori e artisti di strada provenienti da ogni parte d'Europa. "Lo scintillio giocoso della città della luce tranquilla" sarà il tema portante di Mercantia 2001, che si svolgerà dal 17 al 22 luglio sotto la direzione artistica di Alessandro Gigli.
Fra le tante attrazioni, il primo vero protagonista dell'evento sarà, come sempre, il borgo, che con i suoi palazzi, i cortili, le piazzette, i vicoli e le mura offrirà una scenografia d'eccezione ad un cast composto da ben 400 attori e 800 comparse. Ci saranno le consuete rappresentazioni fantastiche ispirate al Medioevo, i circhi a gestione familiare, i piccoli spettacoli teatrali, gli acrobati, i trampolieri e i funamboli. E poi, ad ogni angolo, cantastorie e saltimbanchi spunteranno quasi per magia ad intrattenere i passanti con microspettacoli giocosi e suggestivi.
Insieme a questo pullulare di piccoli eventi, che quest'anno si espanderanno anche fuori dalle mura, Mercantia 2001 offrirà anche del grande teatro. Fra gli spettacoli prodotti o co-prodotti dal festival spiccano "La stazione di hemm", rappresentazione viaggiante ispirata ad un pensiero di Samuel Beckett, "Sogni vagabondi", spettacolo itinerante con musiche popolari e acrobazie a cura del famoso Teatro Tascabile di Bergamo, e "Ombre di luce", suggestive avventure di cavalieri e cavalli alati presentate proprio a Mercantia in prima nazionale dalla Compagnia del Drago Nero.
Ma Mercantia non è solo teatro. E' anche il mercatino dell'artigianato, nella parte bassa del borgo, con decine di originali bancarelle e 180 maestri artigiani che ogni sera eseguiranno affascinanti lavorazioni dal vivo.
Anche quest'anno chi varcherà la soglia delle mura di Certaldo Alta potrà perdersi nell'invitante labirinto di vicoli e viuzze e lasciarsi andare con l'immaginazione alla scoperta delle storie e dei personaggi che popolano da sempre la fantasia degli uomini. Per tornare alla realtà quando, ogni sera, dopo i fuochi d'artificio che segneranno la fine della festa, risuonerà in ogni angolo del borgo la tromba di Angelika Georg che, interpretando un brano tratto dal film "La Strada" di Federico Fellini, augurerà a tutti la buona notte.