Museo del calcio

Quando è stato coniato il detto "Italiani, popolo di eroi, santi e navigatori" il calcio non esisteva, ed è certo solo per questo che la definizione di "calciatori" ne è stata esclusa: sarebbe stata indubbiamente appropriata, e noi ce la saremmo meritata di diritto.
Nel mondo del pallone
Il calcio non è solo il nostro sport nazionale, ma il gioco più seguito del mondo, e al pianeta calcistico Firenze ha dedicato un Museo, inaugurato nel maggio di due anni fa. L'Unicoop Firenze offre ora ai propri soci l'opportunità di una visita guidata a questo piccolo santuario dello sport, visita che prevede anche l'incontro con un personaggio del mondo del calcio.
Qualcuno lo ha definito gli "Uffizi del pallone", e non a torto. La struttura accoglie foto e oggetti che ripercorrono la storia dei cento anni della Figc e della Nazionale di calcio. Veri e propri cimeli, come le maglie dei giocatori che vinsero il Campionato del mondo del 1936 e quello d'Europa nel 1968; o la maglia nera di Antonio Biavati, che la Nazionale italiana fu costretta ad indossare, su ordine di Benito Mussolini, in occasione della gara contro la Francia nel 1938. E ancora le coppe vinte dalle nostre nazionali ai Campionati del mondo e alle Olimpiadi, una rara collezione di palloni e molto altro ancora. Dispone poi di una ricchissima banca dati multimediale nella quale sono archiviate oltre 40.000 fotografie (dal 1898 ad oggi) e oltre 700 filmati storici, insieme a materiale statistico e libri sulla storia e sulla tecnica del calcio.
L'intento del Museo - che, è importante ricordarlo, gode dello status di Fondazione - è chiaramente finalizzato a creare cultura: si tratta di ricordare e custodire un patrimonio inestimabile, che fa parte della nostra tradizione, ma anche di rendere vivi quegli eventi sportivi mostrandoli nel contesto storico e artistico del tempo. Un luogo, insomma, in cui lo sport si lega alla storia, e si fa cultura.

Visite guidate il 13, 20 e 25 aprile alle 11, e il 19 aprile alle 15. Prezzo per i soci € 3,00, per i minori di 14 anni € 1,50; minimo 15 e massimo 30 partecipanti per visita. Prenotazione obbligatoria presso le agenzie di Toscana Turismo. L'appuntamento è davanti al Museo del calcio, in viale A. Palazzeschi 20 a Firenze.