Passeggiate per tutti in città e fuori

Scritto da Francesco Giannoni |    Maggio 2018    |    Pag. 5

Fiorentino da una vita, anche se con sangue maremmano e lombardo, laureato in lettere, è sposato con due figli. Si occupa di editoria dal 1991, prima come dipendente di una nota casa editrice della sua città, ora come fotografo e articolista free-lance. Collabora a riviste quali Informatore, Toscana Oggi, Calabria7, e a importanti case editrici.

Camminare

Foto UISP FIRENZE

Mese della salute

Movimento e sana alimentazione. È la regola aurea per il benessere fisico e mentale. Per questo a maggio le sezioni soci di Unicoop Firenze, in collaborazione con Unione italiana sport per tutti e Club alpino italiano, organizzano 27 passeggiate in città o in campagna.

Ne parliamo con Marco Ceccantini, ieri pallanuotista, oggi presidente del Comitato territoriale della (Unione italiana sport per tutti) Uisp di Firenze, e Gaudenzio Mariotti, presidente del Gruppo regionale del Cai.

Entrambi concordano non solo con l’importanza dell’attività fisica, ma anche sul fatto che con tali passeggiate si approfondisce la conoscenza del territorio, sia urbano che extraurbano.

Qualche consiglio

Per godersele al meglio, senza problemi, ecco i consigli dei due esperti. Secondo Ceccantini, «come dicono i vecchi podisti e i vecchi camminatori, per evitare il rischio, sempre in agguato, di vesciche e dolori ai piedi, bando alle scarpe nuove, sebbene i materiali e le tecnologie per fabbricare le calzature siano oggi molto avanzati e riducano i problemi». I vestiti devono essere leggeri, perché anche se non fosse caldo, è bene che il corpo possa traspirare. Aggiunge Mariotti: «L’abbigliamento ideale è a “cipolla”, a diversi strati; lo zaino può essere anche piccolo, però che lasci traspirare la schiena e che abbia un sistema di fissaggio in vita per evitare sbilanciamenti durante la camminata». Nello zaino ci siano alimenti e soprattutto bevande, non gassate e non zuccherate: per esempio, un classico tè fresco o la semplice acqua. In testa un cappello. E se si è abituati a camminare con i bastoncini da nordic walking, perché no? Infine una raccomandazione importante: seguire la guida. Una considerazione può rassicurare gli aspiranti camminatori: oggi è facile trovare abbigliamento e attrezzature di buona qualità, a prezzi ragionevoli.

Per tutti

«Sono passeggiate aperte a tutti - spiega Ceccantini -; non serve una specifica preparazione tecnica o fisica, ma solo la voglia di conoscere persone nuove e nuovi luoghi, anche in città, magari nel centro storico, che pensiamo di conoscere come le nostre tasche e che invece riserva sempre belle sorprese». La lunghezza delle passeggiate proposte dalla Uisp varia dai 4 ai 6 km; consente di camminare a una velocità di 12 minuti al km, attivando una serie di funzioni fisiologiche per raggiungere l’obbiettivo del benessere «Le escursioni proposte dal Cai - aggiunge Mariotti - consistono mediamente in 3-4 ore di cammino e si svolgono anche in ambienti vicini alle città, ma sempre di pregio e spesso caratterizzati dalla presenza di beni culturali, alla ricerca di bellezza e libertà, di un appagamento fisico e mentale». Entrambi, Ceccantini e Mariotti, hanno una “passeggiata del cuore”; per il primo, «fiorentino, appassionato di Firenze e anche campanilista», è il centro storico del capoluogo toscano: da piazza Duomo a piazza Signoria, passando per il Ponte Vecchio, con sosta in piazza Pitti, è «un giro turistico fra i più belli del mondo». Magari l’aria non è pura, «però è anche vero che noi viviamo in questo ambiente, in questa realtà, in questa atmosfera, anche inquinata, e quindi c’è poco da fare: dobbiamo conviverci». Per Mariotti, riminese di origine ma pisano di adozione, «la salita alla Pania della Croce, sulle Alpi Apuane, è probabilmente l’escursione più amata da chi abita nella zona: io non faccio eccezione. Non la possiamo definire una semplice passeggiata, ma ripaga sempre dell’impegno che richiede».

Gli intervistati

Marco Ceccantini, presidente del Comitato territoriale della Uisp di Firenze

Gaudenzio Mariotti, presidente del Gruppo regionale del Club alpino italiano

Si dice che 1 euro investito in attività motoria corrisponda a un risparmio di 7-8 euro sulla spesa sanitaria nazionale: una buona finanziaria.

Video

Muoversi per star bene


Notizie correlate

Camminata della salute, Sezione soci Empoli

In cammino

La tecnica per una postura corretta e il benessere fisico. La voce dell’esperta

Video

Da sei a otto mosse

Due “tappe” in più rispetto lo scorso anno: la via “salaiola” che porta a Volterra e a Pistoia, un tratto del Cammino che portava a Santiago