Scritto da Rossana De Caro |    Settembre 2007    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

È l'ideale per rilassarsi. Dopo un'intensa attività fisica o per togliersi lo stress di una giornata di lavoro, l'idromassaggio ha un effetto benefico e distensivo. Riduce la tensione muscolare, favorisce la circolazione sanguigna e aiuta ad eliminare le tossine.
Oggi la vasca idromassaggio si può avere anche in casa al posto della vasca tradizionale, sostituendola con modelli che hanno le stesse misure. Possono essere installate sia in appoggio che ad incasso. La maggior parte delle vasche idromassaggio è realizzata in materiale sintetico, flessibile (per ridurre le vibrazioni del motore) e rivestito di vetroresina, che rende le pareti lisce e facili da pulire, con bocchettoni dai quali escono le bolle d'acqua e un cuscino poggiatesta. Le più tecnologiche sono dotate anche di comandi digitali.

In genere l'idromassaggio è formato da una miscela di aria ed acqua, in alcuni casi viene aggiunto anche l'ozono, che ha delle proprietà antinfiammatorie. L'idromassaggio non ha particolari controindicazioni, tranne per le persone che soffrono di pressione bassa o di fragilità capillare. La temperatura migliore è intorno ai 37 gradi, per quanto riguarda la durata è consigliabile rimanere in acqua non più di 15 minuti per volta, e sempre lontano dai pasti.



Vasca idromassaggio in offerta dal 1° al 15 settembre negli ipermercati