Gli alimenti specifici per gatti sterilizzati

Scritto da Silvia Amodio |    Luglio-Agosto 2015    |    Pag.

Giornalista e fotografa Milanese, laureata in filosofia con una tesi svolta alle isole Hawaii sulle competenze linguistiche dei delfini. Ha collaborato come giornalista free-lance con settimanali e mensili (Famiglia Cristiana, Airone, D la Repubblica delle Donne, l'Espresso, Mondo Sommerso, New Age), scrivendo sempre di animali e accompagnando gli articoli con le sue foto. Ha lavorato anche all'enciclopedia sul gatto della De Agostini. Negli ultimi tempi la fotografia d'autore è divenuta la sua occupazione principale.

Foto S. Amodio

Petfood

Sono ancora troppe le persone che pensano che sterilizzare cani e gatti sia una pratica contro natura. I medici veterinari, invece, la raccomandano proprio per prevenire una serie di patologie, garantire una lunga aspettativa di vita, ma anche per migliorare alcuni comportamenti problematici. Infine, è importante per gli aspetti inerenti alla sanità pubblica.

Uno dei problemi più grossi, infatti, con il quale dobbiamo fare i conti, soprattutto nel sud d’Italia, è il randagismo, una vera e propria piaga spesso sottovalutata. Secondo la Lav (Lega antivivisezione) un cane o un gatto, e la loro progenie, possono mettere al mondo in soli sei anni oltre 70.000 cuccioli che alimentano quel numero già esasperato di animali che aspettano di essere adottati.

Un effetto della sterilizzazione, che può verificarsi in alcuni casi, è l’aumento del peso, che si può contrastare con una corretta attività fisica unita a una dieta bilanciata. Per questo sono stati introdotti sul mercato alimenti specifici per gatti sterilizzati che conducono una vita domestica.

I croccantini a marchio Coop per gatti sterilizzati, come riportano le informazioni sulla confezione, sono ricchi di pollo, contengono un adeguato contenuto di grassi e garantiscono un giusto apporto giornaliero di vitamine, calcio e minerali, che insieme all’olio di pesce, fonte di grassi omega 3, contribuiscono a limitare i processi di ossidazione e a mantenere una condizione di benessere del gatto.

Nella formula è stato ridotto il magnesio (0,07%) che contribuisce a prevenire la formazione di calcoli e a favorire il buon funzionamento dell’apparato urinario.È stata inclusa anche la taurina, un aminoacido che il gatto non produce da solo ma che deve essere introdotto con l’alimentazione, molto importante per la funzionalità delle cellule cardiache e oculari. Questa ricca ricetta è priva di coloranti e conservanti aggiunti.

Voler bene ai nostri animali non significa solo riempirli di coccole e attenzioni, ma anche pensare a una sana ed equilibrata alimentazione.

Non solo loro ve ne saranno grati, ma limiterete sicuramente anche le visite dal veterinario.

Distributori automatici prodotti sfusi nei punti vendita Coop. Servizio InformaCoop 31 gennaio 2014. Durata 3'25" minuti