Nel quartiere 2 una campagna per sensibilizzare i proprietari di cani

Il presidente ci tiene a sottolineare che non è assolutamente una campagna contro i cani o i loro proprietari. Ma nel quartiere il problema degli escrementi lasciati sui marciapiedi c’è, e fare finta di niente non è certo la soluzione migliore. Nasce così la campagna “Più cani… meno cacca”, slogan sintetico ed efficace che i cittadini del quartiere possono leggere su una ventina di cartelli posizionati strategicamente nelle aree verdi e nei giardini della zona, e in alcune piazze molto frequentate – e alberate – come piazza Oberdan e piazza Savonarola. All’iniziativa hanno aderito anche i commercianti di via Boccaccio, via Gioberti, Bellariva e Varlungo, che si sono incaricati di distribuire centinaia di cartoline con lo slogan ai loro clienti, per aiutare a diffondere questo messaggio di convivenza civile. «Il problema ci era stato segnalato da più parti - spiega Gianluca Paolucci, presidente del quartiere 2 – con un paio di lettere pubblicate sui giornali e la protesta delle mamme dei bambini che frequentano la scuola materna Andrea del Sarto in via San Salvi, dove tutte le mattine si è costretti a veri e propri slalom».

Il disegno che anima manifesti e cartoline è stato realizzato dai ragazzi che frequentano il corso di fumetto per adolescenti e giovani che il quartiere 2 organizza ogni anno. Una collaborazione importante, che ha permesso di rendere i ragazzi protagonisti di un progetto che interessa il loro quartiere e che prevede già sviluppi futuri: i commercianti si sono detti infatti disponibili a distribuire gratuitamente kit con sacchetti e palette per facilitare la convivenza tra chi possiede un cane e chi non ce l’ha, con buona pace di tutti… Perché, come dicono al quartiere 2, “Un cane felice ha un padrone con la paletta!”.