Formaggi francesi e macchina sottovuoto

Scritto da Rossana De Caro |    Marzo 2005    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

FORMAGGI FRANCESI
Speciale per gourmand

Un piatto di formaggi francesi accompagnato da un buon vino e... voilà, la cena è pronta. I formaggi francesi sono infatti tra i migliori al mondo e la scelta è sorprendentemente vasta, per gusto e per forma. Provengono da luoghi diversi della Francia e sono il frutto di antiche tradizioni. Si possono assaggiare formaggi di latte vaccino, caprino o di pecora, a pasta molle o dura, delicati o dal sapore deciso.
C'è il picandou, dal sapore tenue, molto apprezzato anche dai bambini, tipico della zona sud occidentale, ottimo come antipasto guarnito con erba cipollina e spezie, oppure caldo sul toast.
Il camembert della Normandia è intenso e aromatico, il valençay, formaggio molle con cenere, è dolce, il perail monbrenac, prodotto con latte di pecora, ha un sapore intenso che viene esaltato con l'abbinamento di un Chablis o un Maçon Blanc.
Sfiziosissimi i mini gourmandises de chevre, un assortimento di formaggi caprini di forme varie ricoperti con timo, pepe, cenere, noci, paprica, cumino e uva passa.
Raffinati e delicati e molto originali anche i buchettes, bastoncini di formaggio da offrire come stuzzichini freddi o caldi sul pane con insalata fresca.
In promozione negli iper nel periodo 11-26 marzo.
MACCHINA SOTTOVUOTO
Senza aria è meglio Con questa tecnica di conservazione gli alimenti si possono mantenere freschi e intatti molto più a lungo, sia in frigo che nel congelatore. Il sottovuoto si può ottenere facilmente con una macchina di piccole dimensioni adatta all'uso domestico, dal costo contenuto, a partire da 70 euro. Basta riporre gli alimenti, carne, verdura, pesce, frutta, verdura e quant'altro, in un sacchetto di plastica o in un contenitore apposito, aspirare l'aria, sigillare e mettere in frigo o nel congelatore.

Eliminando l'aria infatti si blocca la proliferazione di germi e batteri che sono la causa di muffe e del deterioramento dei prodotti normalmente conservati. Si possono confezionare varie tipologie di alimenti, sia freschi, sia pietanze già cotte che, con questo metodo di conservazione, mantengono inalterate le caratteristiche organolettiche e il gusto.
Il sottovuoto funziona benissimo anche con biscotti, riso, caffè e volendo si può utilizzare anche per capi di abbigliamento al posto dei tarmicidi come naftalina e canfora, il cui odore "forte" può risultare sgradevole. Le macchine sono dotate di sacchetti, contenitori in plastica e in vetro.