A trent'anni dall'uscita del primo film di Roberto Benigni, un libro ne ripercorre le tappe

la natura insegna, a monte come a valle
che si può nascer bruchi per diventar farfalle.

noi siam di quella razza, che l'è fra le più strane
che bruchi si nasce e bruchi si rimane.

Maligni e Benigni 1
L'amara considerazione di questi versi, riscritti a memoria, può riassumere la filosofia rassegnata del gruppo di amici protagonisti del film "Berlinguer ti voglio bene", che ha compiuto nel 2007 i trent'anni dalla sua uscita. Un film culto, che è stato pochissimo nei circuiti cinematografici, ma è stato visto e amato nei cine-club e nelle arene estive delle feste di partito.
Maligni e Benigni 2
Il primo film che ha come autore e protagonista un Roberto Benigni imberbe e stralunato. Un Benigni ruspante, un pesce nella sua acqua: la piana fra Campi e Prato, una campagna urbanizzata molto lontana dall'immagine che della Toscana hanno quelli che non vi abitano. E in questa piana sono tornati i tre autori del libro "Sulle rotte di Berlinguer ti voglio bene" (Nuova Toscana Editrice, 12,50 euro) per descriverne le diversità e le somiglianze con quella filmata dal regista Giuseppe Bertolucci. Ne è nato un libro commovente, un album d'immagini e testi rimasti nella memoria di molti e che fa rivivere un ambiente e delle tensioni che si credevano sepolte. Ed alcune lo sono, definitivamente.
Giova al libro la scrittura a più mani dei due autori: Bruno Santini attore e pubblicista e Fabrizio Nucci giornalista e ricercatore storico, con alcuni interventi di Iacopo Nesti, che ha curato l'impaginazione del volume. Giova perché si compone un quadro fatto di più elementi: al testo con le interviste ai protagonisti dell'uscita del film - il regista, il produttore Gianni Minervini e alcuni attori -, si alternano le schede e i box che ripercorrono il contesto storico, sociale ed artistico nel quale il film è nato. Insomma, una pluralità di punti di vista che diventa completezza.
Un libro interessante anche per chi il film non l'ha visto, perché capace di far rivivere un'epoca e dei personaggi che risultano ancora vitali per molti versi. Uno sguardo al recente passato che è anche una profonda riflessione sul presente.

La gatta raccontata
È la storia di una gattina randagia - un "mostro" tutta orecchi, con gli occhi cisposi e la coda mozza - adottata da una famiglia. Un diario tenero di un animalino e dei suoi cuccioli, scritto con affetto da un'insegnante e preside di scuola media, ora in pensione a Pontassieve. Lidia Colla "Il mostro e i suoi mostrilli" (L'Autore libri Firenze, 8,50 euro), nel reparto libri "Toscana da leggere".

Maligni e Benigni 3
Santi pensieri

Frasi, aforismi e pensieri di Giorgio La Pira, raccolti sulla base dei temi che hanno caratterizzato l'attività del "sindaco santo" di Firenze. Un libro curato da Riccardo Bigi: "Giorgio La Pira: i miei pensieri" (Società editrice fiorentina, 10 euro).

Chicche acide
S'intitola "Caramelle" l'ultimo libro del vignettista Giuliano (Giunti Demetra, 10 euro). Non è un paragone adatto alle battute sarcastiche e graffianti del disegnatore de La Repubblica. Nel libro, poi, alle vignette si alternano brevi testi, "storie e graffi", come recita il sottotitolo. Insomma, non c'è dolcezza nel lavoro del disegnatore fiorentino, ma le sue battute sono lo stesso molto gustose.



TOSCANA DA LEGGERE
I più venduti a novembre

"Toscana da leggere" è lo scaffale dedicato all'editoria toscana, una vetrina dei piccoli e medi editori della nostra regione, frutto della collaborazione di Unicoop Firenze con la Sezione editori dell'Associazione industriali di Firenze, coordinati dall'editore Polistampa. VARIA
1. Riccardo Nencini, Oriana Fallaci. Morirò in piedi, Ed.Polistampa
2. Antonio Comerci, sComunicati, Mauro Pagliai editore
3. Giacomo Aloigi, Buio, Ed. Polistampa
4. Enrico Faggioni, Livornesi ar barre, ed.Tagete
5. Franco Ciarleglio, Struscio fiorentino, ed. Bertelli

RICETTE
1. Sandra Lotti, Dolci della Toscana, Pacini Fazzi editore
2. Sandra Lotti, Zuppe della Toscana, Pacini Fazzi editore
3. Romano Bavastro, Cento volte Polpo, Pacini Fazzi editore
4. Paolo Petroni, Ricette toscane, ed.Il Centauro
5. Luciano Mignolli, Il farro e le sue ricette, Pacini Fazzi editore

Sconto del 15% sull'acquisto dei libri. La sezione dei libri toscani è presente nei sei ipermercati e nei supermercati di Borgo San Lorenzo, Empoli (Centro*Empoli), Firenze (Gavinana, Carlo del Prete e Ponte a Greve), Poggibonsi (Via Salceto), Prato (via Viareggio), Siena (Strada del Paradiso).