Per bambini ma non solo

Le caratteristiche dei prodotti da forno
Per la legge sono prodotti da forno in confezione monodose. Ma nelle mani di un bambino si trasformano immediatamente in ricche e golose merendine. Non a caso sono soprattutto loro, piccoli consumatori in età compresa tra i 4 e i 19 anni, i principali destinatari dei prodotti
L'ora della merendina
dolciari da forno, di cui gli italiani sono talmente ghiotti da detenere il primato europeo di consumo pro capite.
Recentemente riabilitate, dopo essere state messe a lungo al bando da dietologi e nutrizionisti, le merendine di oggi si differenziano notevolmente da quelle commercializzate fino a qualche anno fa. Essenzialmente a base di farina e zucchero, vengono cotte in appositi forni: pesano in media 35 grammi e possono essere lievitate oppure no. Le industrie del settore hanno puntato molto sulla qualità e sulla genuinità degli ingredienti per il rilancio di questi prodotti. Nelle merendine della nuova generazione i grassi animali hanno lasciato il posto a burro o a margarine vegetali, la quantità delle uova - fresche - è aumentata, parallelamente a una riduzione drastica degli additivi chimici. Sono stati messi a punto nuovi processi di produzione, in modo da garantire la durata del prodotto senza líausilio di conservanti e miglioranti chimici dellíimpasto. E si è cominciato a fare attenzione anche alla possibilità di contaminazione dei prodotti agricoli da antiparassitari o altre sostanze utilizzate durante la coltivazione. Contemporaneamente líofferta si è notevolmente ampliata, affiancando ai prodotti classici (brioche e crostate), altre tipologie a base di pan di Spagna o simili ai plum cake. Anche le farciture sono state rinnovate proponendo, accanto a marmellate e a creme a base di nocciole e di cioccolato, prodotti costituiti da ingredienti considerati più validi dal punto di vista nutrizionale.
A tuttíoggi non esiste una legge precisa che regolamenti la produzione e indichi quali caratteristiche debbano avere le merendine per poter essere definite tali. Le aziende produttrici si attengono alla normativa generale relativa ai prodotti da forno per quanto riguarda le materie prime di base, come farina, lieviti e materie grasse. Le farciture devono seguire invece regole ben precise. Il cioccolato non può contenere altro grasso oltre al burro di cacao. Quello al latte non deve contenere più del 50 per cento di saccarosio, il 30 per cento di sostanza secca proveniente dal cacao e il 18 per cento almeno di sostanze disidratate provenienti dal latte. Tutte le creme non conformi alla definizione del cioccolato sono da considerarsi dei surrogati, anche se contengono cacao.
Le farciture a base di marmellate possono definirsi di confettura extra solo se la quantità di polpa utilizzata non è inferiore a 450 grammi per ogni kg di prodotto finito. La quantità minima scende a 350 grammi per la confettura senza ulteriori specificazioni.

Senza conservanti quelle Coop
Hanno fatto la loro prima apparizione nei supermercati il mese scorso. Sono le merendine a marchio Coop, proposte in varietà e in gusti assortiti per soddisfare tutte le diverse esigenze di palato, e non solo. Ci sono il plumcake e la treccina con yogurt, il tortino con carote e mandorle, il pandorino e il bombolone al cacao, la sfogliatina con la marmellata, le crostatine al cacao e allíalbicocca e tre diversi tipi di pan di Spagna (con crema al cacao, ai cereali con crema di yogurt magro e confettura di albicocca, ricoperto e farcito con crema di latte magro).
Tutte le merendine della linea Coop sono caratterizzate da una totale assenza di conservanti, da un ridottissimo utilizzo di additivi (solo quando tecnologicamente indispensabili), dallíimpiego di grassi di qualità superiore e da una farcitura particolarmente ricca e golosa. Per garantire la conservabilità e la fragranza del prodotto le merendine Coop sono confezionate singolarmente - e ognuna riporta la data di scadenza - allíinterno di confezioni multipack. I fornitori sono stati selezionati tra i più qualificati nel settore dei prodotti da forno: Bauli, Motta, Dolmont e Corsini. Tutte le fasi della lavorazione, dal reperimento delle materie prime alla consegna del prodotto, sono garantite dalle stesse aziende fornitrici e da ulteriori controlli della Coop. Una vendita guidata con degustazione nei supermercati Coop concluderà a maggio il lancio del prodotto.