Di tutto un po'

Scritto da Silvia Gigli |    Novembre 2002    |    Pag.

Giornalista E' nata e vive a Firenze ma è per metà senese. Ha iniziato a frequentare il mondo del giornalismo giovanissima, collaborando con quotidiani come La Città, Paese Sera e numerosi mensili toscani. Ha lavorato al quotidiano Mattina, allegato toscano dell'Unità, fino al '99, poi al Corriere di Firenze, infine caposervizio delle pagine dell'Unità in Toscana. Scrive sull'Informatore dal 1990.

Libri per un mese
Sulle strade della California
Una vita non basta per fuggire. E forse la vera fuga non esiste. Specie per quelli come David Coen e Walter Mezzetta che "non seminano, non ancora o non più" e per questo vivono una "vita secca", senza germogli sì ma ancora paradossalmente piena di speranza. David e Walter, sommelier il primo, giornalista il secondo, sono i protagonisti del primo libro del pratese Alessandro Agostinelli, "La vita secca".
«A noi ci veniva naturale essere distaccati e freddi e agri e aspri: secchi insomma - dice Walter, che è fuggito dall'Italia e si è rifugiato a San Francisco trovando lavoro nel quotidiano diretto dal marito di Sharon Stone -. Aveva ragione David. Sembrava essere questo il nostro modo di affrontare la vita ostile, pareva essere stata questa la nostra educazione alla realtà. Secchi. Come l'aria diffusa in questo scorcio della nostra stagione californiana, una stagione arida, senza acqua, una stagione scontenta».
Per Alessandro Agostinelli, che dirige il portale delle culture contemporanee www.alleo.it e svolge attività di ricerca in comunicazione e cinema, questo romanzo è arrivato dopo una lunga serie di soggiorni a San Francisco.
Il libro è un giallo, un'avventura e al tempo stesso la storia di un'educazione all'antagonismo. Per l'autore «è da leggere tutto d'un fiato perché racconta tutto quello che dovrebbe esserci nella vita: l'amore, l'amicizia, il sogno, la nostalgia, la rabbia e la voglia di ricominciare». Il tutto concepito come un'avventura on the road che sarebbe piaciuta ad Allen Ginsberg e a Luciano Bianciardi, al quale il libro è stato dedicato.
Alcune misteriose bottiglie di vino del '33, un sommelier ebreo senza lavoro, il rapimento della cantante Natalie Imbruglia, furti, risse e fughe sulla Freeway 80 da San Francisco a Sacramento. Ecco il plot avvincente del romanzo di Agostinelli. «E' una storia che racconta l'incapacità di mettere radici - scrive Sandro Veronesi nel risvolto di copertina -. Leggetelo, vi farà bene. Servirà agli inquieti per partire e ai nostalgici per tornare. Leggete questo urlo di coscienza».
Alessandro Agostinelli, La vita secca, Besa Editrice, 140 pp, 13  euro

Vita con Madre Teresa
Un pugno e una carezza. "Stracci leggeri", del fiorentino Lorenzo Calamai, è la storia vera di un viaggio alla ricerca di una nuova vita fra le miserie e il dolore di Calcutta. Al suo primo libro, Lorenzo racconta l'incredibile svolta della sua esistenza, vissuta quasi per caso, sulla spinta del racconto di un'amica. Decidere di partire per Calcutta, di lavorare fianco a fianco con le suore di Madre Teresa è stato forse il frutto di un impulso. Ma il dolore toccato con mano, le difficoltà incontrate sul suo cammino, l'autenticità e la bellezza di questa esperienza hanno cambiato la vita di Lorenzo che oggi si divide fra l'India e Firenze e che racconta con semplicità e passione la storia del suo incontro con la gente di Calcutta.
Lorenzo Calamai, Stracci leggeri, Edizioni della Meridiana, 109 pp, 10  euro

Il cinema in Toscana
Da "Amici miei" a "Il sorpasso", da "Camera con vista" a "Hannibal" passando per "La vita è bella". La Toscana è terra di set, uno dei territori più amati ed esplorati dai cineasti di tutto il mondo per l'incredibile bellezza del suo paesaggio, per le architetture civili e religiose, i tesori d'arte, le ville e le coloniche immerse nel verde e quella luce particolare che da sempre incanta i visitatori di ogni latitudine. Se siete cinefili incalliti e andate in sollucchero al pensiero di poter viaggiare attraverso la Toscana come in un film, non perdetevi "Toscana, un film che non finisce mai", una guida ragionata ai luoghi del cinema che la Giunti ha appena dato alle stampe. Un itinerario affascinante, realizzato in collaborazione con l'assessorato alla Comunicazione della Regione Toscana e Toscana Film Commission.
Toscana, un film che non finisce mai, testi di Simone Benedetti e Guido Persichino, Giunti, 192 pp, 14,50 euro 

Sulle tracce degli antenati
Tornare indietro fino alle radici più antiche della nostra storia, ripercorrere a ritroso il lungo viaggio della Toscana per riscoprire il mistero affascinante degli Etruschi e la gloria luminosa dei Romani. "Toscana etrusca e romana" è un volume edito dal Touring Club, in collaborazione con la Regione Toscana, che offre una guida a tutto tondo sui musei, i templi, le necropoli, i siti, le terme e i teatri di epoca etrusca e romana. Quello che è venuto dopo non interessa. Ciò che importa è tornare il più indietro possibile sulle tracce dei nostri antenati e, chissà, scoprire angoli e storie assolutamente sconosciute.
Toscana etrusca e romana, Touring Club, 192 pp, 19 euro

Cucina senza glutine
Sono sempre di più le persone che si scoprono intolleranti al glutine, e il numero è destinato a crescere ancora nei prossimi anni. A tutt'oggi la celiachia si cura in un solo modo: astenendosi completamente dai cibi che contengono glutine, una sostanza proteica contenuta in alcuni dei cereali più diffusi, a cominciare dal grano. Ma è possibile proporre un'ottima cucina, ricca di profumi e di sapori, anche dovendo fare a meno di una materia prima tanto utilizzata.
Ne è convinto l'autore di questo libro, chef e insegnante di cucina, che da tempo lavora a menu alternativi per soddisfare i gusti di tutti, attraverso ricette che non rendono nessuno diverso.
Il libro, disponibile in tutte le librerie, contiene oltre cento ricette e menu revisionati dall'Associazione italiana celiachia.
Giuseppe Capano, Cucina mediterranea senza glutine, Tecniche Nuove editore, Milano, 128 pp, 8 euro

Piante in medicina
Oltre 300 piante, disposte in ordine alfabetico, trattate in maniera completa dal punto di vista medico e terapeutico.
A fare da guida un'esperta del settore, Enrica Campanini, ricercatrice e medico fitoterapeuta da ben quindici anni.
Il manuale si propone come un utile strumento per chi si avvicina a questo mondo, tra ricerca scientifica e cultura popolare.
Enrica Campanini, Dizionario di fitoterapia e piante medicinali, Tecniche Nuove editore, 49 euro