Scritto da Silvia Gigli |    Marzo 2003    |    Pag.

Giornalista E' nata e vive a Firenze ma è per metà senese. Ha iniziato a frequentare il mondo del giornalismo giovanissima, collaborando con quotidiani come La Città, Paese Sera e numerosi mensili toscani. Ha lavorato al quotidiano Mattina, allegato toscano dell'Unità, fino al '99, poi al Corriere di Firenze, infine caposervizio delle pagine dell'Unità in Toscana. Scrive sull'Informatore dal 1990.

Libri & altro
Donne in Burberry

Quasi sessant'anni di lavoro femminile. Anni di lavoro in casa, di lotte sociali e sindacali, anni in cui Empoli divenne la capitale italiana dell'impermeabile. Capi semplici, in tessuto chiaro, i classici Burberry, per intenderci, che vestirono tutto lo stivale. Il libro di Carlo Salvatori, frutto della sua tesi di laurea, è un omaggio alla sua famiglia, che aveva una ditta di impermeabili, e alla sua città, operosa e battagliera. Il lavoro a domicilio, l'avvento delle fibre sovietiche nel dopoguerra, le battaglie delle lavoratrici a cottimo, fino al declino degli anni Settanta. La vita di una città e della sua gente vista attraverso la trama di un impermeabile.
"L'impermeabile è donna" di Carlo Salvatori, pp.140. Ibiskos Editrice (info: tel. 0571591791), 15 euro.

Sentieri sconosciuti
Scopri la Sesto che non ti aspettavi. Scandaglia i sentieri che portano alle vette verdi di Monte Morello, passeggia attraverso le romantiche stradine di Quinto Alto, scopri la bellezza delle antiche ville e l'ombrosa maestosità delle tombe etrusche. Spingiti fino a piazzale Leonardo e scendi giù dolcemente verso Cercina, per approdare d'un colpo nella piana tecnologica dove il futuro e la ricerca si prendono a braccetto. Questa guida non è rivolta solo ai turisti. Anzi. E' un libro che ciascun sestese dovrebbe tenere in casa per scoprire e rivalutare quanto di bello e di curioso aveva sotto il naso senza accorgersene.
" Sesto Fiorentino" di Alessandra Bruscagli e Giulio Tarchi, Idest editore (info: tel. 0558966577), pp.175, 15 euro.

La città della cipolla
Omaggio alla città che ha una cipolla nel suo stemma e se ne vanta perché trattasi di varietà dalla sublime dolcezza. Omaggio al suo cuore medievale, ai palazzi, alle torri, alle chiese e alle case rosse di mattoni e terracotta. Un viaggio attraverso i luoghi in cui visse e operò il Boccaccio è quello che ci propongono due studiosi, Francesca Allegri e Massimo Tosi, che hanno realizzato una guida bilingue (tutti i testi sono tradotti in inglese) in cui l'anima medievale di Certaldo è la protagonista assoluta. Leggerlo e osservarne le foto sarà un po' come tornare ai tempi del Decamerone.
"Certaldo, poesia del Medioevo" di Francesca Allegri e Massimo Tosi, Federighi Editori (info: tel. 0571664016), pp.160, 16 euro.

Chef a Coiano
Chi era la Rina? Basta fare un salto a Coiano e chiedere in giro. Tutti sapranno rispondervi, perché nessuno ha dimenticato le sue mitiche merende e i favolosi pranzi che sapeva imbastire da vero chef autodidatta. Alla Rina, scomparsa due anni or sono, la famiglia e gli amici più cari hanno voluto dedicare un libro in cui si raccolgono le sue ricette, frutto di infinite sperimentazioni e di autentico sapere culinario. Piatti della tradizione e incantevoli rivisitazioni di specialità esotiche, delicatessen locali come la frittata di coratella e piatti impegnativi come l'anatra all'arancia. La Rina sapeva fare di tutto con mano felice e, soprattutto, trasformava le occasioni conviviali in momenti d'incontro e scambio. Proprio in nome dell'attività di volontariato che aveva svolto negli ultimi anni della sua vita, gli introiti di questo goloso libretto sono devoluti alla missione che la Diocesi di Prato ha in Ecuador.
"Le perle della Rina", stampato in proprio, pp.111, 12 euro.
Il libro si trova nelle librerie di Prato - Soprattutto libri, Libreria del Palazzo, Libreria Cattolica di piazza del Duomo, Libreria il Gufo - e nelle rivendite di Coiano. Info: benpan@texnet.it.

Il passato in un barattolo
Aprire un barattolo è come fare un salto all'indietro nel tempo. Recuperare profumi e ricordi e magari riscoprire antiche emozioni. E' l'assunto filosofico che sta alla base di "Conserve memorabili", il secondo libro di Paola Pomeranzi. Ancora ricette, ma questa volta con un unico filo conduttore: il barattolo. Sottoli, sottaceti, sughi e marmellate. L'importante è che si conservino per mesi e, una volta aperti, ci regalino un po' del nostro passato. Insieme alle ricette, pensieri e riflessioni: gustosissimo quello sui caroselli degli anni Sessanta e Settanta. Da Calimero a Paulista, uno spassoso viaggio nella nostra infanzia.
"Conserve memorabili" di Paola Pomeranzi, stampato presso Controstampa snc di Arezzo (info: tel. 0575382371), pp. 73, 7 euro.