A San Casciano il debutto nazionale di Alfonso Santagata

Scritto da Edi Ferrari |    Novembre 2004    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Si intitola "L'Albero della Cultura" la stagione teatrale 2004/2005 del Teatro Niccolini di San Casciano, ed è, così come lo descrive l'assessore alla Cultura del Comune Veronica Cei, «un cartellone che quest'anno abbiamo immaginato e rappresentato come un albero saldo, ben radicato nel proprio territorio e pieno di frutti e forme di vita che si annidano tra le sue chiome».
Quasi raddoppiato il numero degli spettacoli rispetto allo scorso anno, e non solo teatro, ma anche musica e danza, alla quale per la prima volta il Niccolini dedica una vera e propria rassegna dal titolo "biSogno di danza".

Un cartellone che si apre, il 12 e 13 novembre, all'insegna di Eduardo De Filippo e del debutto nazionale del suo "Le voci di dentro", per la regia di Alfonso Santagata e con Iaia Forte.
Lo spettacolo costituisce la seconda tappa del progetto triennale su Eduardo che Alfonso Santagata, con indiscutibile successo di pubblico e di critica, ha inaugurato la scorsa stagione con lo spettacolo "Quali fantasmi".
Al centro di "Le voci di dentro" un micromondo condominiale in cui personaggi, comici e tragici al tempo stesso, si alternano per mostrare una natura umana malvagia e pronta a vedere il mostro nell'altro.

Per i soci Coop, abbonamenti e ingressi in riduzione. Info dal lunedì al venerdì 9-15.30, tel. 0558290146.