Colline e cantine nei dintorni di Pisa

Scritto da Beatrice Bardelli |    Marzo 1998    |    Pag.

Le vie del vino
Itinerari da bere, e non solo da percorrere. E' quanto propone la guida sulle 'Strade del vino delle colline pisane', che la Provincia di Pisa ha realizzato con i fondi comunitari destinati alle aree a declino industriale.
L'obiettivo è quello di lanciare sul mercato del turismo nazionale ed estero tutta la zona di produzione dei vini Doc e Docg. Dal Chianti di origine controllata e garantita delle colline pisane, prodotto nel territorio di una decina di comuni, al Montescudaio Doc (bianco, rosso, vin santo), fino al bianco pisano di San Torpè Doc (bianco e vin santo).
In tutto una miriade di paesi della provincia pisana, dove è possibile visitare le cantine, acquistare i vini di loro produzione, pernottare e mangiare in agriturismo.
Non solo. Immersi tra i boschi delle colline pisane questi paesi si presentano agli occhi del turista in scorci panoramici di estrema bellezza e suggestione, dove l'uomo ha saputo costruire i propri insediamenti in simbiosi con la campagna. Inoltre, protetti dalle grandi incursioni distruttive della storia, lontani dai centri di transito, questi paesi hanno conservato quasi intatte le strutture architettoniche originali.
Così, attraverso castelli, borghi e casali, con l'aiuto della preziosa guida, il turista sarà stimolato a vivere le storie ed i sapori del territorio, perché vino significa tradizione e cultura. In fin dei conti già fin dall'VIII secolo a.C. gli Etruschi si erano dedicati a coltivare la vite e a produrre vino, utilizzando vitigni tipici di queste terre: il Sangiovese, da cui si ottiene il Chianti e, tra quelli a frutto bianco, il Trebbiano. Nella guida sono descritte anche le caratteristiche organolettiche, il mix delle uve, la gradazione ottimale, l'invecchiamento e l'abbinamento ideale ai vari piatti della gastronomia.
Infine la guida presenta tre itinerari storico-enogastronomici distinti da colori (il giallo, il rosso e il verde) che il turista ritrova in loco nella segnaletica ideata per accompagnare l'ospite lungo il percorso prescelto. Alla fine di ogni itinerario vengono elencate tutte le manifestazioni, feste e sagre che il territorio delle colline pisane offre da febbraio a dicembre.

Per saperne di più
Amministrazione provinciale di Pisa, dottoressa Marina Gallo, tel. 050/929538