LUCCA
Le lady del jazz

È dal 3 al 10 marzo la terza edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato alle interpreti femminili della musica jazz, ritornato quest'anno nel centro storico di Lucca. Il festival è organizzato dal Circolo Lucca Jazz, in collaborazione con la Provincia e il Comune di Lucca. 26 le artiste protagoniste, molti i nomi di spicco: l'italiana Nicky Nicolai, Lisa Pollard, soprannominata "Sax lady", in concerto il 4 marzo al Teatro di San Girolamo, Saskia Laroo, Jaime Baum, flautista di straordinario talento, Patrizia Scascitelli, pianista e compositrice. I concerti sono a pagamento, a parte le date di sabato 3 marzo (alle 17 nel Loggiato pretorio di piazza San Michele e alle 21 nella Galleria Ammannati di Palazzo Ducale) e di giovedì 8 marzo, alle 17, all'Università Campus. Molte anche le iniziative collaterali all'evento: dal 2 al 12 marzo nelle sale di rappresentanza di Palazzo Ducale mostra di pittura di Ruben Vidal Leal dal titolo "Donne", e nel foyer dell'auditorium di San Girolamo mostra di manifesti d'epoca sul jazz provenienti da una collezione privata polacca. E ancora incontri, conferenze e al ridotto del teatro del Giglio un percorso fotografico dedicato alle precedenti edizioni (dal 10 marzo).

Info: Centro pari opportunità della Provincia di Lucca, tel. 0583433435; ufficio eventi del Comune di Lucca, tel. 0583442606; www.luccajazzdonna.it;


CASTELFIORENTINO
Storie di Toscana

È un premio letterario aperto a tutti, ad iscrizione gratuita. Si concorre con testi inediti di poesia e di narrativa, sul tema "In Toscana: storie e impressioni". Posto sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica, il Premio letterario Castelfiorentino è ormai alla sua IX edizione. I testi dovranno essere inviati entro e non oltre il 5 maggio, in sette copie - di cui una con le generalità dell'autore - alla segreteria del premio, presso la Banca di credito cooperativo di Cambiano, piazza Giovanni XXIII 6, 50051 Castelfiorentino (FI). I premi consistono in 1.000 euro al primo classificato, 500 al secondo e al terzo, più un premio speciale di 3.000 euro a un grande poeta o scrittore italiano. La serata di premiazione è prevista per il 9 giugno.

Info: tel. 0571631731, 3384293724, www.premioletterariocastelfiorentino.it


FIRENZE
Tornano le Piaggeliadi

Tornano le Piaggeliadi, le mini-olimpiadi dedicate a tutti i bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie di Firenze e provincia. La cerimonia di apertura di questa 12a edizione si terrà il 10 marzo al Nelson Mandela Forum, alle ore 17, alla presenza delle autorità regionali e comunali, con gli sbandieratori degli Uffizi e il corteo del calcio storico fiorentino.

Sono previste gare di calcetto, mini tennis, go-back (un incrocio tra tennis e ping pong), scherma e pallavolo, nei locali della Polisportiva Firenze Ovest (Piagge); tiro al bersaglio, al centro commerciale Coop Le Piagge; salto in lungo e 60 metri piani allo stadio di atletica leggera Luigi Ridolfi; nuoto, alla piscina della palestra B-Side, e Marathon family, agli Assi. La partecipazione è completamente gratuita, così come i materiali. Saranno tre mesi di gare e come per le vere Olimpiadi alla fine dei giochi si terrà la cerimonia di chiusura, il 30 maggio alle ore 10, al nuovo impianto della Polisportiva Firenze ovest.

Le Piaggeliadi sono nate nel 1995 con l'obiettivo di combattere il degrado giovanile nel Quartiere 5 e contemporaneamente avvicinare i giovani ai valori più sani dello sport, lontani dagli eccessi dell'agonismo. Sono numerosi gli enti e le aziende che hanno sostenuto il progetto fin dal suo inizio: anche Unicoop Firenze partecipa a questa bella iniziativa, attraverso la quale i piccoli atleti si faranno ambasciatori del messaggio di solidarietà ai bambini del sud del mondo, indossando centinaia di magliette e cappellini de "Il Cuore si scioglie".

Per informazioni sul calendario completo delle gare e sulle iscrizioni, www.piaggeliadi.it.


POGGIBONSI
Teatro a merenda

Segnalazioni 1
I bambini siedono rigorosamente in prima fila, mentre gli adulti si possono accomodare dietro e solo se avanza posto. Alla fine dello spettacolo la festa continua con i laboratori e alla fine pane e cioccolata per tutti. È l'invito accattivante di "Teatro a merenda", la rassegna teatrale interamente dedicata ai bambini e alle loro famiglie, alla sua 12a edizione.

A cura dell'associazione culturale Timbre - Teatro Verdi, in collaborazione con l'amministrazione comunale di Poggibonsi e il sostegno, tra gli altri, della sezione soci Coop, la rassegna si terrà al Teatro Verdi di Poggibonsi dal 3 al 24 marzo. L'edizione 2007 prevede la partecipazione di alcune fra le proposte più interessanti italiane del settore, con spettacoli diversi sia nelle forme (teatro di figura, teatro d'attore, mimo) che nei contenuti. La rassegna si concluderà con un pomeriggio dedicato ai gruppi di bambini dei laboratori stagionali del Teatro Verdi: l'orchestra dei piccoli percussionisti "Bandainhos", condotti da Antonella Marchetti, e l'esibizione degli allievi di circo teatro "Oblì Shalà", diretti da Silva Masini e Rosa Giamagli dell'Associazione Artesss.

Info: tel. 0577981298


FIRENZE
Teatro al Micrò

Continuano gli appuntamenti della terza stagione del Micrò, il ridotto del teatro Puccini affidato alla direzione artistica e organizzativa della compagnia Catalyst.

A marzo, ogni lunedì e giovedì, va in scena lo spettacolo "Approdi. Un viaggio nei cinque sensi": guidati dagli attori, gli spettatori riscoprono la percezione dei sensi, o quello che ne rimane, attraverso un collage di racconti, suoni, odori, sapori che si ricompongono in un percorso di continuo scambio con gli elementi. Il 16 marzo da Siena arriva sul palco del Micrò "L'ultimo nastro di Krapp", della compagnia Straligut (repliche sabato 17 e domenica 18). Aprile vedrà l'acclamato ritorno della Napoli cantata da Vincenzo De Caro in "Io le canto così" (mercoledì 4 e giovedì 5) e del teatro di Stefano Angelucci Marino con "Arturo lo chef" che sabato 28 chiuderà la stagione con l'esuberante comicità del dialetto abruzzese.

Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21. Biglietto, posto unico, 7 euro.

Info: tel. 055331449


PONTEDERA
Piaggio: arte e lavoro

Segnalazioni 3
Voluta dalla Fondazione Piaggio, a conclusione delle celebrazioni per i sessant'anni della Vespa, la mostra "Arte e lavoro '800 e '900" racconta il mondo del lavoro come specchio delle grandi trasformazioni che hanno caratterizzato la società italiana, dall'Unità al secondo dopoguerra. La spettacolare esposizione, allestita all'interno del Museo Piaggio Giovanni Alberto Agnelli (via Rinaldo Piaggio 7, Pontedera), riunisce grandi capolavori della pittura, da Nomellini a Vedova, da Pellizza da Volpedo a Severini, passando per Fattori, Signorini, Carrà, De Pisis, solo per citarne alcuni.

Ciò che gli artisti interpretano, le immagini fotografiche documentano. Tra queste ci sono foto storiche del primo stabilimento Piaggio, a Genova Sestri, nel 1884, oppure foto di donne e uomini impegnati nelle linee di produzione a Pontedera, o che "sciamano" dallo stabilimento al suono della sirena, fino al primo manifesto della Vespa. Nella sezione intitolata "Sguardi sul lavoro nel cinema italiano" sono invece raccolti spezzoni di film che parlano del lavoro come esperienza solitaria (N.U., Padre padrone, Dillinger è morto) o socializzata (Riso amaro, I compagni, La classe operaia va in paradiso), come oggetto di memoria narrativa (Novecento) o di uno sguardo critico sul presente (Ecce Bombo, Mi piace lavorare). A fianco della mostra sarà possibile visitare la collezione permanente del museo dedicata alla Vespa, con prototipi e veicoli che hanno segnato la storia industriale del nostro paese.

Fino al 13 aprile. Orario: dal mercoledì alla domenica 10-19, chiuso il lunedì e martedì. Ingresso: 6 €, gratuito per i bambini fino a 5 anni. Info: tel. 058727171, www.museopiaggio.it



Nella foto
Giulio Turcato, Gli scaricatori, 1949, olio su tela cm 90x70, Pinacoteca civica Forlì, collezione Verzocchi




AREZZO
Tutto su M.me De Staël

Segnalazioni 5
Fino al 15 luglio le sale di Casa Vasari, ad Arezzo, ospitano una mostra interamente dedicata all'eclettica figura di madame de Staël, al secolo Anne-Louise Germaine Necker, baronessa di Staël-Holstein (1766-1817). Per questa mostra sono stati attentamente selezionati una serie di oggetti: quadri, stampe, sculture, prime edizioni di libri provenienti dagli archivi e dalle collezioni del Castello di Coppet (Vaud, Confederazione Elvetica) e dai beni privati del conte d'Haussonville. C'è poi una doccia da viaggio di Mme de Staël, esposta per gentile concessione della Collezione Maison Michel del Comune di Coppet.

Donna di potere, intellettuale e viaggiatrice, di passaggio in Italia pubblicò il celebre articolo Sull'utilità delle traduzioni, che inaugurò la violenta polemica da cui ebbe ufficialmente inizio il Romanticismo italiano. La mostra "Mme De Staël e l'Italia. Coppet ad Arezzo" nasceper iniziativa della Provincia e del Comune di Arezzo, della Soprintendenza per i Beni architettonici, paesaggio e patrimonio storico, artistico e demoetnoantropologico della provincia di Arezzo, della facoltà di Lettere e Filosofia e del Castello di Coppet. È ospitata nei suggestivi ambienti del museo di Casa Vasari, via XX Settembre 55, che conserva ancora le decorazioni originali realizzate dal famoso artista e architetto aretino.

Info: tel. 057540901. Orario: feriali 9-19, festivi 9-13, chiuso il martedì, biglietto € 2,00, ingresso gratuito per i cittadini sotto i 18 e sopra i 65 anni e per chi visita il ciclo degli affreschi "La leggenda della Vera Croce" di Piero della Francesca


FIRENZE
La principessa saggia

La mostra "Anna Maria Luisa de' Medici: la principessa saggia" rende omaggio all'ultima rappresentante della famiglia Medici, cui la città di Firenze deve buona parte del suo immenso patrimonio artistico. Anna Maria Luisa, infatti, nell'ottobre del 1737 sottoscrisse una convenzione con il nuovo Granduca di Toscana, Francesco Stefano di Lorena, scelto come successore dei Medici. L'accordo, noto come Patto di famiglia, prescrive, all'articolo terzo, che dalle raccolte d'arte dei Medici passate al nuovo sovrano nulla di quello che è "per ornamento dello Stato, e per utilità del pubblico, e per attirare la curiosità dei forestieri venga mai trasportato fuori dallo Stato del Granducato". La principessa ha così legato per sempre a Firenze tutte le opere d'arte collezionate dalla sua famiglia durante i tre secoli in cui governò la Toscana.

Le opere sono esposte al primo piano di Palazzo Pitti: la prima sezione, allestita in Sala Bianca, illustra le vicende biografiche della principessa, dai primi anni a Firenze al suo matrimonio nel 1691 con Johann Wilhelm von der Pfalz-Neuburg, Elettore Palatino. Con il marito condivise un raffinato gusto artistico, come dimostrano i quadri di Rubens, Rembrandt, Guido Reni, provenienti dalle collezioni palatine. I gioielli, le porcellane, le miniature sono esposte nelle sale del Quartiere del Volterrano, dove la principessa visse quando tornò a Firenze dopo la morte del marito nel 1716. Qui è stata riunita eccezionalmente, e per la prima volta dopo la morte dell'Elettrice nel 1743, l'importantissima serie di bronzetti che Anna Maria Luisa commissionò ai principali scultori del tardo barocco fiorentino per decorare le sue stanze private.

Visite guidate il 3, 10, 17 e 24 marzo e il 7 e 14 aprile. Prenotazioni obbligatorie entro due giorni dal giorno della visita al 3493164677


FIRENZE
Gli affreschi di Taddeo

Ha riaperto al pubblico pochi mesi fa, dopo due anni di restauri. Dopo essere stata usata come deposito e avere subito, nel corso dei decenni, i danni del tempo, della guerra, dell'alluvione, la Cappella Bandini Baroncelli torna ad essere uno dei capolavori della basilica di Santa Croce di Firenze. Sulle sue pareti sono dipinti gli affreschi trecenteschi di Taddeo Gaddi con il ciclo raffigurante le Storie della Vergine. Il restauro, curato da Laura Lucioli dell'Opificio delle Pietre dure e promosso dall'Opera di Santa Croce, ha permesso anche di recuperare tutti gli affreschi trecenteschi e quattrocenteschi che rivestono integralmente la cappella, gli elementi lapidei e i monumenti, come la scultura di Vincenzo Danti e il monumento a Vincenzo Maria Giugni, nonché la vetrata trecentesca attribuita sempre a Taddeo Gaddi.

Le indagini diagnostiche non invasive hanno permesso di accertare il grave distaccamento del colore e di catalogare con un innovativo software tutte le informazioni sugli interventi. Il restauro ha interessato anche le pitture murali esterne della limitrofa cappella Castellani attribuite al figlio di Taddeo, Agnolo. Durante i lavori, il polittico di Giotto, che era sull'altare della cappella, era stato temporaneamente conservato nel museo ma adesso è tornato al suo posto, aperto finalmente al pubblico.

Info: Opera di Santa Croce di Firenze, tel. e fax 0552466105, e-mail: segreteria@operadisantacroce.it, dal lunedì al venerdì, 8.30-17


BAGNO A RIPOLI
A scuola di circo

È un ciclo di giornate dedicate alle arti del circo, per scoprire e praticare le varie discipline circensi, ma anche per conoscere meglio il proprio corpo, acquisendo fiducia in sé e negli altri. Gli incontri sono a cura dell'associazione Theâtre des Sens, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli. A fare da guida Julien Morot, attore, regista ed educatore specializzato, docente di corsi di circo per bambini e ragazzi presso la Casa del Popolo di Grassina, e Patrick Pinchon, artista ed insegnante di scuola materna ed elementare con specializzazione in arti circensi.

L'appuntamento è per sabato 17 marzo (giocoleria e filo teso), sabato 14 aprile (piramidi, acrobatica e clown), sabato 12 maggio (trapezi, trampoli e giocoleria) e sabato 9 giugno (equilibrismo su oggetti e giocoleria). Questi gli orari: dalle 10 alle 16 per bambini dai 6 ai 14 anni (portare pranzo al sacco, acqua e vestiti adatti: tuta, scarpe da ginnastica pulite), costo 40 euro per incontro; dalle 16.30 alle 18 per bambini dai 3 ai 6 anni eventualmente accompagnati da uno o entrambi i genitori, che desiderano anch'essi partecipare alle attività, costo 5 euro per i bambini e 10 euro per gli adulti; dalle 16.30 alle 18 adulti e ragazzi a partire da 15 anni, costo 10 euro per incontro. Gli incontri si tengono alla Casa del popolo di Grassina, piazza Umberto I, tel. 055642639.

Info ed iscrizioni: Theâtre des Sens, tel. 3389659388;Julien, tel. 3497887176; Patrick, tel. 3206227875


TOSCANA
Corso di giardinaggio

Con l'arrivo della primavera riparte il corso di giardinaggio organizzato dall'associazione Il giardino amatoriale.Sette incontri,in sette luoghi diversi, per imparare a piantare correttamente i bulbi, coltivare piante acidofile, limoni ed agrumi, e più in generale saperne di più su tutto ciò che riguarda la salute e la bellezza delle nostre piante, siano esse in terrazza o in giardino.

Gli incontri si terranno domenica 11 marzo a Villa le Coste (sede Fondazione Primo Conti), Fiesole; domenica 25 marzo a Villa La Pescigola a Fivizzano (Massa), splendida con le sue migliaia di bulbi in piena fioritura; domenica 1° aprile a Pieve di Compito (Lucca), nell'ambito della XVIII Mostra delle camelie; domenica 15 aprile nella sala Brunelleschi dell'Istituto degli Innocenti, a Firenze; domenica 6 maggio aVilla le Coste, Fiesole; domenica 27 maggio, nell'Orangerie del Giardino di Boboli, a Firenze; sabato 9 giugno nel giardino storico di Villa Cetinale a Sovicille (Siena).

Il costo del corso completo è di 170 euro, 160 per i soci Coop. Ogni giornata svolge un tema a sé ed è quindi possibile iscriversi anche ai singoli incontri, che variano dai 35 ai 45 euro. Nelle escursioni di un'intera giornata il pranzo è escluso dalla quota di partecipazione.


Info ed iscrizioni alla sede dell'associazione, via Borgo Pinti 81, Firenze, tel. 0552009814, dal lunedì al venerdì in orario 15.30-19, www.giardinoamatoriale.org


LOTTA AI TUMORI
Mimose e vaccino

Quest'anno la Festa della donna si tinge dei colori della solidarietà. Giovedì 8 marzo, nelle principali piazze d'Italia, sarà possibile acquistare le tradizionali mimose dai volontari della Fondazione Ant. Il Mimosa day è il primo appuntamento della campagna di prevenzione contro il tumore dell'ovaio promossa dalla Fondazione Ant e dall'azienda farmaceutica Menarini. A questo proposito, a partire dall'8 marzo, il lunedì e il giovedì sarà attivo, dalle 15 alle 17, un numero verde (800929203), per informare sul tumore dell'ovaio e sulla sperimentazione del vaccino terapeutico. Marzo sarà anche il mese della campagna Uova della solidarietà, il 16, 17 e 18 marzo. Infine, venerdì 30 marzo, all'Ippodromo Le Mulina, alle Cascine, serata di festa e musica a ingresso libero per sostenere i programmi assistenziali dell'Ant nell'area fiorentina.

I fondi raccolti con le iniziative Ant servono a sostenere un servizio gratuito e attivo 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, presso il domicilio del malato. In Toscana l'assistenza è attiva nelle province di Firenze, Prato, Pistoia, Pisa e Livorno.

Info: Ant Toscana, tel. 0555000210


CON LO PSICOLOGO
Aiuto al telefono

Si chiama Help Famiglia ed è un servizio di ascolto al quale si può accedere attraverso un numero verde, che mette in contatto telefonico direttamente con un psicologo, in modo anonimo e gratuito sia per chi chiama da casa che da cellulare.

Il servizio, attivo il lunedì dalle 14 alle 17, il mercoledì dalle 18 alle 21 e il venerdì dalle 9 alle 12, è gestito dall'associazione Arci di volontariato "La clessidra" di Sesto Fiorentino, in collaborazione con l'associazione culturale Agathà (www.associazioneagatha.it). Analogo per modalità di intervento e finalità ad altri servizi presenti sul territorio nazionale, se ne differenzia per il suo raggio d'azione circoscritto al comprensorio fiorentino e per essere principalmente, ma non solo, rivolto a persone con problemi personali inerenti l'ambito familiare (con figli, suoceri, genitori, fra coniugi, ma anche con se stessi). Dicono all'associazione: «non facciamo certo miracoli ma sappiamo ascoltare e a volte il solo parlare di un problema è un buon inizio e un'opportunità per vedere le cose da un altro punto di vista».

Help famiglia: numero verde 800 450107


PISA
Segnalazioni 6
Museo da toccare
La nuova sala tattile del Museo di storia naturale e del territorio di Calci

Si chiama "La natura a portata di mano" ed è la nuova sala tattile del Museo di storia naturale e del territorio di Calci (Pisa). Nella sala, realizzata con la collaborazione dell'Unione Ciechi di Pisa e il Cnr (Isti) e il finanziamento, tra gli altri, di Unicoop Firenze, sarà possibile toccare reperti e modelli, nonché "leggere" informazioni direttamente sui pezzi, mediante etichettature e schede in Braille. Un tavolo, al centro della sala, ospiterà i reperti "tattili" e sarà ripartito in tre sezioni, corrispondenti ad altrettanti settori/ambienti in cui sarà divisa la sala per permettere ai visitatori non vedenti di ripercorrere la storia degli ambienti tipici del territorio pisano, dai monti, lungo il fiume, fino al mare. Ad ogni sezione del tavolo corrisponderà, sulla parete, un pannello tridimensionale tattile riguardante l'ambiente trattato. La sala è attrezzata con un computer, per l'ascolto di "sfondi sonori".

Il museo è aperto dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18, il sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19 (fino al 30 giugno), dal 1° luglio al 15 settembre dalle 10 alle 19 (dal martedì al venerdì) e dalle 10 alle 20 (sabato, domenica e festivi), chiuso il lunedì. Per i soci Coop sconto del 30% sul biglietto di ingresso.

Info: tel. 0502212970


BAGNO A RIPOLI
Signori, la Spagna!

Inizia con il mese di marzo un nuovo ciclo di incontri al Bigallo dedicato alla scoperta delle tradizioni culturali di vari paesi. Ogni mese sarà dedicato ad una nazione diversa e durante ogni serata sarà possibile scoprirne i caratteri distintivi attraverso le principali espressioni artistiche: la musica, la danza, il canto, l'architettura, l'arte dei giardini e l'arte culinaria.

Il mese di marzo è dedicato alla Spagna: venerdì 9 "La Spagna al femminile: natura e danza", interventi di Silvia Martelli, specializzata in architettura del paesaggio, e Anna Grunwald dell'associazione culturale Teatro Danza; sabato 10 marzo: "La Spagna al femminile: arte dei giardini e canto", interventi dell'architetto Antonella Valentini e della cantante Cecilia Cazzato; venerdì 23 marzo "La Spagna: tradizioni letterarie e storia dell'arte culinaria", interventi di Maria Francesca Torselli, esperta di arte culinaria, e Luisa Zerbini dell'Accademia del giuoco. Tutte le serate prevedono assaggi della cucina spagnola, a tavola alle 20.30, e a seguire momenti di veglia, ovvero narrazioni sparse tra assaggi di dolci spagnoli. Gli incontri, organizzati dal circolo Bigallo, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, si tengono all'antico spedale del Bigallo, via Bigallo e Apparita 14, Bagno a Ripoli (Firenze).

Il costo della cena e della veglia è di 20 euro, 18 per i soci Coop, solo veglia 10 euro (9 per i soci Coop).

Prenotazione obbligatoria al 3342007438 o info@giardiniassociati.it; info: www.giardiniassociati.it


COMPACT DISK
Benvenuti in cd

Benvenuti in cd
Nasce e cresce in Toscana la straordinaria esperienza della Banda Improvvisa di Orio Odori, cinquanta musicisti dai 14 ai 74 anni capaci di ogni evoluzione, dalla classica al jazz. Insieme all'attore e regista Alessandro Benvenuti (nelle inedite vesti di cantante) i cinquanta prodi musici del Valdarno hanno dato vita al cd "Benvenuti... all'improvvisa!" (Materiali Sonori) in cui rileggono alcune tra le pagine più belle della musica d'autore italiana, da Paolo Conte a Rino Gaetano passando per Francesco Guccini e Fabrizio De André. Insieme a Orio Odori ci sono anche Ruben Chaviano al violino, Stefano Bartolini al sax, Paolo Corsi alle percussioni, Arlo Bigazzi al basso e Antonio Gabellini alla chitarra.

Domenica 11 marzo Alessandro Benvenuti e la Banda Improvvisa, insieme alla Filarmonica G. Verdi di Loro Ciuffenna, presentano "Storia di un impiegato", di Fabrizio De André. Appuntamento al Teatro Bucci di San Giovanni Valdarno (Arezzo).

Info: Materiali Sonori, tel. 0559120363, e-mail: matnews@matson.it; Società filarmonica Giuseppe Verdi, tel. 0559172329


Festa di primavera
seconda edizione

Sesto Fiorentino, Piazza V. Veneto

dal 28 marzo al 1° aprile

Feriali orario 16-24
Sabato e domenica 10-24

Ingresso gratuito


Salone del soldatino

Calenzano

Centro congressi Delta Florence
Via V. Emanuele 3

sabato 17 marzo dalle 15 alle 17 e domenica 18 marzo dalle 10 alle 17

Info: tel. 055882041