LE SIECI
Imparare le rose

Alla fine del '700, con la creazione delle Rose Tea (così chiamate perché il loro profumo ricordava quello delle foglie del tè), iniziò il progressivo declino delle rose antiche. Ma negli ultimi tempi sono tornate in auge, grazie al lavoro di alcuni tenaci appassionati, ricominciando a popolare con la loro bellezza i nostri giardini.

Le rose si adattano a condizioni anche difficili, temendo solamente i terreni acidi o gli inverni molto freddi. Vanno impiantate nel periodo novembre/marzo, annaffiate una volta a settimana e concimate ogni anno alla ripresa vegetativa. Una delle cose più importanti da imparare è la potatura.

Il Mondo delle Rose, vivaio specializzato in rose antiche e da collezione, organizza corsi di potatura delle rose aperti a tutti. I corsi sono della durata di un giorno e si svolgono il venerdì o il sabato dal 15 gennaio al 5 febbraio, in via Aretina 241, Le Sieci, con orario 9,30-16,30, al costo di 50 euro. Lo scopo del corso è di fornire tutti gli elementi utili (teorici e pratici con forbici in mano) affinché le piante diano il meglio di sé, facendo bella figura nel giardino o nel terrazzo. Un corretto approccio con le rose permetterà di prevenire malattie e relativi inestetismi e di esaltarne portamento, vegetazione e fioritura.

Info: tel. 055 8328725, www.mondorose.it


FIRENZE
Dedicato a Mandela
Compie 20 anni e cambia nome. I big della musica e dello sport sono passati da qui

Fu inaugurato nel 1985 e il primo avvenimento musicale organizzato fu un concerto di Joan Armatrading. Da allora ad oggi ha ospitato centinaia di manifestazioni sportive e di spettacolo, qualificandosi come una delle più importati strutture a livello nazionale. A novembre ha cambiato nome, adottando quello del famoso statista sudafricano: Nelson Mandela Forum of Florence, una scelta per ribadire l'attenzione della città di Firenze per il simbolo della lotta all'apartheid.

Il Palasport ha ospitato in questi anni le massime serie di basket e pallavolo, una finale di Coppa Italia di basket, due edizioni della World League e le Final Four del campionato italiano di pallavolo, i Campionati italiani assoluti di atletica leggera, la Coppa del mondo di pattinaggio artistico, i Campionati italiani di tiro con l'arco e gli Europei di hockey. Tra i grandi artisti internazionali che sono passati ricordiamo Bob Dylan, Paul Mc Cartney, Sting, Eric Clapton, Peter Gabriel, Elton John, Tina Turner, David Bowie, e tra gli italiani praticamente tutti i più importanti, Zucchero, Vasco Rossi, Ligabue, Claudio Baglioni...

La struttura è di proprietà del Comune di Firenze, ed è gestita dall'Associazione Palasport Firenze. Attualmente vi trovano sede stabile un'accademia pugilistica, un'accademia di scherma, gli uffici regionali della Federazione italiana pallacanestro e della Federazione italiana ginnastica artistica. Ha una superficie coperta di 1,5 ettari e si estende su un'area calpestabile di 4,5 ettari complessivi, tra indoor e spazi scoperti. Ha un'agibilità massima di 7.800 persone ed un "ridotto" da 1.000. Grazie alla sua capienza ed ai suoi otto tipi diversi di agibilità, applicabili a diverse tipologie di manifestazioni, è collocato tra le prime dieci strutture di questo tipo in tutta Italia per affluenza di pubblico.


AGATA SMERALDA
Nessuno è straniero

E' una mostra dedicata a tutti i giovani studenti stranieri presenti nelle scuole italiane, inaugurata a dicembre all'Istituto Professionale "Sassetti-Peruzzi" di Scandicci, che girerà poi anche tra vari punti vendita di Unicoop Firenze. Una mostra fotografica intitolata "Nessuno è straniero", immagini per l'accoglienza e la pace realizzate da Gabriele Viviani, inviato dal Progetto Agata Smeralda per la consegna di aiuti umanitari nei paesi sconvolti dall'odio e dalla guerra. 70 immagini in grande formato scattate in Medio Oriente, che mirano a diffondere tra i giovani una cultura per la vita, l'accoglienza e la pace in nome della dignità di ogni persona umana.

L'associazione Agata Smeralda è da undici anni una presenza concreta nelle favelas brasiliane di Salvador - Bahia, e più di recente ha avviato progetti di solidarietà anche in Albania e Costa d'Avorio. In Brasile sono oltre 9000 i bambini accolti dai missionari nei 140 Centri di accoglienza dislocati nella Bahia che, grazie all'adozione a distanza, dispongono ogni giorno di vitto, assistenza sanitaria e hanno la possibilità di accedere all'istruzione scolastica.

Info: Agata Smeralda, tel. 055 585040, www.agatasmeralda.org