Cena del Cuore, Carnevale di San Giovanni Valdarno, trekking

Scritto da Stefano Giraldi |    Febbraio 2006    |    Pag.

Giornalista e fotografo Specializzato in arte ed architettura. Ha realizzato un gran numero di cataloghi per artisti contemporanei italiani e stranieri. È stato a capo di campagne fotografiche per la realizzazione di numerosi volumi sui palazzi e chiese di Firenze per importanti case editrici con le quali collabora tuttora.

FONDAZIONE ANT
La cena del cuore

Anche la festa di San Valentino può essere un'occasione per aiutare la Fondazione Ant. Come ogni anno torna l'appuntamento con la Cena del Cuore alla discoteca Yab di Firenze (via Sassetti 5 r). Una serata con cena, musica e animazione, per sostenere il servizio di assistenza domiciliare gratuita offerto dall'Ant ai malati di tumore e alle loro famiglie.

I fondi raccolti con la serata serviranno in particolare a sostenere l'Hospice domiciliare oncologico (Hod-Ant) di Firenze-Prato-Pistoia: sei medici, un infermiere e una psicologa che assistono gratuitamente, a domicilio, i malati di tumore residenti nelle tre province. L'impegno dell'équipe Ant di Firenze è aumentato notevolmente nel 2005: al momento attuale sono 120 i pazienti, di cui 22 in età pediatrica.

Info e prenotazioni cena, tel. 0555000210, www.antfirenze.com


SAN GIOVANNI VALDARNO
Carnevale ghiotto

Ad animare il Carnevale di San Giovanni Valdarno ecco una manifestazione unica nel suo genere: gli Uffizi di Carnevale. Festeggiati durante le cinque domeniche precedenti il martedì grasso, gli Uffizi si rifanno all'usanza di offrire doni per i defunti all'oratorio di Santa Maria delle Grazie, dove le sette compagnie di suffragio si ritrovavano per ricordare i propri cari. Ma l'occasione assunse ben presto anche un valore di festa, ancora oggi molto sentita, con ricchi pranzi a base di ricette tipicamente locali. L'iniziativa mischia insieme sacro e profano: la mattina i bambini sfilano mascherati dietro a un carro carnevalesco, poi i partecipanti seguono una messa. Il tutto si conclude con un lauto pranzo a base del piatto più conosciuto e amato della città: lo stufato. Portata di origine povera, la cui ricetta è ancora segretamente tramandata tra le cuoche sangiovannesi, lo stufato è un piatto realizzato tramite una lunga e accurata cottura del muscolo di zampa, aromatizzato con spezie preparate appositamente dai droghieri della città, che lo rendono una vera prelibatezza.

Il 19 febbraio si tiene anche l'iniziativa "Vie di San Giovanni", un mercato nel centro storico ma anche un'occasione per scoprire una cittadina ricca di testimonianze storiche, di tradizioni enogastronomiche e di artigianato qualificato.

Info: Pro Loco, tel. 055943748

TREKKING
A piedi nella storia

Domenica 12 febbraio
Valibona e le Selve di sotto in Calvana.
Un antico percorso, con visita al borgo abbandonato di Valibona, poi ripulitura dei prati alle Selve di sotto.
Pranzo a sacco in area attrezzata. Partenza ore 9, rientro ore 19. Info: tel. 349 3294254

Domenica 19 febbraio
Carraia (Calenzano), le case torri e i mulini.
Percorso ricco di storia, tra ruscelli e sorgenti ben conservate. Siamo ai piedi della Calvana, in territorio carsico, dove l'uomo da sempre ha saputo convivere in armonia con la natura.
Partenza ore 15, rientro ore 19. Info: tel. 3393205040

Domenica 12 marzo
Da Colonnata al Rifugio il Gualdo.
Percorso lungo il torrente Rimaggio, in maggior parte su sentiero, dove vedremo mulini, ruderi di casematte, della polveriera (dove veniva prodotta la polvere da sparo) e insediamenti rurali. Pranzo al rifugio il Gualdo e rientro passando da Collina, Valiversi e Colonnata.
Partenza ore 9, rientro ore 19. Info: tel. 3293494254.

Info: Circolo Arci "I risorti", via Firenze 323, La Querce (Prato), tel. 3341695051