Scritto da Antonio Comerci |    Gennaio 2003    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Le ricettte raccontate
L'occasione per conoscere una ricetta può essere la più asettica e banale: un libro, il ritaglio da una rivista, la confezione di un prodotto. Ma anche in questo caso la ricetta potrebbe avere qualcosa da raccontare: la maniera di prepararla, di aggiungere qualcosa che viene dall'esperienza e dal gusto personale, la situazione in cui si è cucinata e consumata la pietanza.

Certo, il modo più suggestivo per apprendere una nuova preparazione culinaria è quello di farsela insegnare da qualcuno. Anche oggi succede, ma meno frequentemente di una volta. Era quindi inevitabile che una parte consistente delle persone che hanno partecipato al concorso "La ricetta raccontata", organizzato dalla sezione soci Coop di Firenze Sud, mandasse racconti d'infanzia e dell'ultima guerra mondiale. Le suggestioni della gioventù, i forti legami di famiglia e di comunità di ieri, hanno ispirato ai nostri scrittori molti passi dei loro racconti. Ad essi si sono affiancate giovani donne che raccontano sentimenti e creatività di oggi, insieme ad una forte capacità di scrivere bene e in modo disinvolto.

Questa varietà di scritture e di contenuti è stata la parte più bella dell'esperienza fatta nella giuria del concorso. Ci siamo divertiti, abbiamo cercato di interpretare e di valorizzare ciò che di buono c'era in tutti i lavori che ci sono arrivati. Divertimento ed interesse che ora sono a disposizione dei lettori del libro edito dalla Polistampa di Firenze.

Nel libro non sono stati imposti i criteri di scelta e i gusti dei giurati. E' stato affidato ad una brava giornalista il compito di riordinare il materiale e di dare un filo d'unione a tutti gli scritti, per farne un libro vero e non un ricettario. E la curatrice ci ha messo anche del suo, con ricordi, aneddoti, piccole curiosità. E così, fra racconti di vita, fantasie, ricette gustose e note su cibi e tradizioni, ne esce un libro ricco e piacevole.

L'origine è un concorso, lo abbiamo già detto, che avrà una seconda edizione quest'anno, ma passata la fase delle premiazioni e delle gerarchie di concorso, ecco che tutti i lavori ripartono alla pari e si offrono ai lettori così come li ha voluti chi li ha scritti.

"La ricetta raccontata"
a cura di Silvia Ferretti
Edizioni Polistampa, Firenze
€ 9, nei super ed ipermercati Coop a € 7,65


AAA scrittori cercasi
Al via la seconda edizione del concorso
Autori di tutta la Toscana, è il vostro momento: la sezione soci Coop di Firenze Sud, in collaborazione con la condotta fiorentina di Slow Food, promuove la seconda edizione del concorso letterario "La ricetta raccontata".
Le opere dovranno avere per soggetto il racconto di una ricetta eseguibile, inserita in un contesto a piacere purché collegato a relazioni o ad avvenimenti importanti, realmente vissuti o completamente inventati. Le ricette possono essere di qualunque genere culinario (anche etniche).
Le opere - al massimo due per autore, redatte in cinque copie ciascuna - non dovranno superare i 5.000 caratteri dattiloscritti (spazi esclusi, con una tolleranza del 10 per cento). Su una sola di esse dovrà essere scritto nome, cognome, indirizzo e telefono dell'autore, che attesti la paternità dell'opera.
Non si accettano cartelle scritte a mano, è gradito l'invio del file su dischetto formattato Windows o Macintosch.
I racconti dovranno essere spediti in un unico plico, entro e non oltre il 28 febbraio, al seguente indirizzo: Unicoop Firenze, concorso "La ricetta raccontata", via Santa Reparata 43, 50129 Firenze. Farà fede il timbro postale.
I primi tre classificati saranno premiati con un buono spesa rispettivamente del valore di 250, 150 e 75 € . Ai vincitori sarà data comunicazione tramite raccomandata.

Info: tel. e fax 055 6581740, tel. 055 4780312, e-mail: informa@coopfirenze.it.