Il pesce congelato di qualità è un alimento affidabile, sicuro e conveniente. La congelazione, infatti, è una buona tecnica di conservazione prolungata che preserva il valore nutritivo del prodotto e lo rende immune ai processi di deterioramento,
Dalle sagre ai super
senza bisogno di additivi e conservanti. Il processo di congelazione avviene a bordo delle navi pochi minuti dopo la pesca, in modo che il prodotto conservi le caratteristiche del pesce fresco appena pescato. Il congelamento consente di poter consumare tutte le specie di pesce, in ogni periodo dell'anno.
Naturalmente anche il pesce congelato ha le sue regole: bisogna rispettare la data di scadenza riportata sulla confezione e una volta scongelato non si deve ricongelare ma consumare entro 24 ore. Lo scongelamento deve avvenire poco prima della cottura in maniera rapida, immergendo il pesce in un contenitore colmo di acqua fredda o sotto un getto di acqua (sempre fredda) in modo che ci sia un ricambio idrico continuo. Per alcuni pesci, come ad esempio la sogliola, è necessaria la spellatura. Basterà fare un'incisione trasversale sulla pelle all'altezza della coda, inserire il dito pollice fra la pelle e la carne per distaccare un lembo, che dovrà essere afferrato saldamente e tirato verso la testa aiutandosi con il pollice per facilitare il distacco. La stessa operazione va ripetuta sull'altro lato. Per togliere l'odore del pesce dagli strumenti utilizzati (anche dalle mani) sarà sufficiente lavarli con acqua salata, in cui è stato aggiunto limone o aceto.