Il progetto “Camelie Toscane dell’‘800”

Camelie

Toscane dell’‘800

La camelia ha origini antiche: nata in Giappone, è arrivata in Italia attraverso la Cina alla fine del ‘700.

La Firenze dell’‘800, famosa per le sue collezioni in tutti i regni e stati d’Italia, fu considerata la “capitale” di questa pianta. Nella zona di Lucca e Capannori, grazie al clima favorevole, ancora oggi si possono trovare le piante messe a dimora in quegli anni; con l’aiuto dei cataloghi dei vivaisti del diciannovesimo secolo, è stato possibile riconoscere e classificare le antiche cultivar.

La moda delle camelie toccò il suo apice durante il risorgimento e continuò nella neonata Italia, tanto che i suoi fiori rossi macchiati di bianco e le foglie verde lucido fecero diventare la camelia la pianta simbolo dell’unità d’Italia.

A fine ‘800, quando la moda iniziò a decadere, si contavano circa 1500 varietà di camelie, ma ai giorni nostri ne erano rimaste solo 3 o 4, distinte per colore.

Oggi con il progetto “Camelie Toscane dell’‘800” portato avanti dalla cooperativa Flora Toscana si è cercato di recuperare un patrimonio a rischio, quello creato dai vivaisti fiorentini oltre due secoli fa, e si è data così anche un’opportunità di lavoro ai coltivatori della zona che sono coinvolti in questo progetto. Il lavoro sarà ancora lungo, ma ora è possibile trovare in vendita presso le Coop alcune di queste riscoperte varietà di camelie.

La campagna

Panattoni endel e giobbe covatta bevi con la testa“Bevi con la testa”

Paolo Hendel e Giobbe Covatta stanno dalla parte delle Testedialkol, il gruppo di studenti fiorentini che dal 2008 promuove il progetto “Bevi con la testa”, sensibilizzando giovani e adulti sul tema del divertimento consapevole, dell’abuso di alcol e della sicurezza stradale.

I due comici sono i protagonisti di due spot realizzati lo scorso 4 dicembre dalla Vertigo di Giancarlo Torri, con il supporto di Cgil Toscana, Publiacqua e Unicoop Firenze.

Girati negli spazi della Cgil in Borgo dei Greci a Firenze, gli spot circolano già nelle scuole, nelle piazze e, naturalmente nel web, a disposizione di clic all’indirizzo http://www.testadialkol.it/detail.aspx?ART=Spot-Testedialkol-Hendel-Covatta.

Dal 2008 l’Associazione generazione contatti porta avanti una campagna che come prossima tappa ha l’8 marzo: nella giornata delle donne, i ragazzi proporranno un flashmob serale nei locali della movida fiorentina e distribuiranno gli etilometri a marchio Testedialkol.

A giugno le iniziative verranno replicate anche nei punti vendita di Unicoop Firenze dove i ragazzi distribuiranno materiali informativi e alcoltest a marchio Unicoop Firenze.

Tra gli slogan che i testimonial hanno dedicato all’associazione, uno per tutti quello di Margherita Hack: “Nell’universo ci sono particelle di alcol in piccole dosi. L’alcol in dosi equilibrate fa girare il mondo e l’universo stesso!!” (S.B.)

Corso

Corso opsNella giungla delle notizie

Un corso a Ops per selezionare e interpretare informazioni

Come districarsi tra la selva di notizie che quotidianamente ci arrivano da giornali, radio, tv, internet…? Come riuscire a sceglierne una specifica su cui focalizzare l’attenzione e quali individuare per capire meglio la realtà attorno a noi?

A queste e altre domande prova a dare una risposta “Dal ciclostilato al cinguettio”, un ciclo d’incontri ideato e condotto da Claudio Gherardini, (editore, commentatore, consulente alla comunicazione, con ampia esperienza nell’editoria indipendente multimediale), ospitato tutti i giovedì (dal 14 marzo all’11 aprile) presso Ops!, all’interno del Centro commerciale di Ponte a Greve. 

«Il corso nasce - spiega Gherardini - dall’esigenza di fornire alle persone, di qualsiasi formazione umana e culturale, qualche strumento utile per capire come “gestire” e “selezionare” l’enorme quantità di informazioni che riceve e magari anche di potere, in qualche modo, partecipare, contribuendo alla formazione dei flussi informativi».

Quale dovrebbe essere il risultato?

«Leggere meglio un giornale cartaceo o online… oppure iniziare una propria esperienza di produzione di notizie, magari locali, con la collaborazione di professionisti. Immagino una platea di persone di qualsiasi età che hanno voglia di capire e di discutere».

Molti gli ospiti che si alterneranno: dai giornalisti Raffaele Palumbo, Valter Vecellio, Stefano Fabbri, al produttore multimediale Maurizio Izzo; dal docente Isia Francesco Fumelli a Paolo Ciampi (scrittore e membro di Assostampa). Il corso avrà luogo al raggiungimento di almeno 20 iscritti verificati. Sconto soci Coop.

Per informazioni e iscrizioni: