Scritto da Melania Pellegrini |    Dicembre 2016    |    Pag. 10, 11, 12, 13

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

Panettone

Quello di gusto

Panettone, Pan de Toni, Panatton… chiamatelo come volete ma quando c’è lui, è subito Natale. E perché sia un Natale di qualità, nelle proprie fornerie Unicoop Firenze propone il panettone artigianale, fatto con ingredienti di alta qualità e senza uso di emulsionanti, conservanti, coloranti o additivi chimici.

Come riconoscerlo? Seguite il vostro fiuto e cercate l’etichetta Banco del Gusto che campeggia su questo prodotto speciale, nato dal sodalizio tra Unicoop Firenze e Panificio Toscano per garantire un prodotto come fatto in casa e disponibile sempre, in tutti i punti vendita.

La ricetta è stata studiata dal personale di Unicoop Firenze e dagli addetti del Panificio Toscano, partendo dalle ricette storiche usate nei forni della cooperativa; esclusa la prima fase dell’impasto, il lavoro è eseguito manualmente dagli operatori del panificio: dalla lievitazione alla cottura, gli addetti seguono il prodotto in ogni singolo passaggio della lavorazione.

Fino a quando, dopo il raffreddamento a testa in giù, il lungo percorso finisce con il confezionamento in un incarto trasparente che permette di pregustare con gli occhi questa delizia da palati sopraffini.



Pacco solidale

Natale per gli altri


Il Natale da noi significa anche solidarietà, con il pacco di prodotti della linea Solidal Coop che quest’anno torna ma con una nuova veste. Un’elegante confezione in cartoncino cannettato, color avana, che raccoglie il caffè arabica Nicaragua, lo zucchero di canna chiaro, la crema spalmabile, i cioccolatini pieni assortiti, i frollini ai cereali con fave di cacao, il tè english breakfast biologico e le tavolette di cioccolata al latte e fondente.


Nata per offrire ai produttori dei Paesi in via di sviluppo un’opportunità per crescere e diventare autonomi, la linea Solidal è certificata Fairtrade e conferma l’impegno di Coop nel commercio equo. Un’idea per farsi o per fare un regalo di Natale utile e solidale, sempre più apprezzato dai più golosi e generosi.

Birra in pentola

Un libro di ricette a base della bionda bevanda

La birra è una bevanda antica: le prime testimonianze sul suo consumo risalgono a 7000 anni fa nella Mezzaluna fertile, l’attuale Iraq. Pur apprezzandola, non rientra nelle nostre tradizioni, avendole preferito il vino. Che invece, per motivi climatici, non fa parte delle usanze dei paesi dell’Europa centro-settentrionale.

Oltre che come bevanda dissetante e foriera di amicizie (a nord, davanti a una o più birre, si passano pomeriggi e sere con gli amici), accompagna degnamente i pasti e può sostituire il vino nella cottura di non poche pietanze, conferendo loro il caratteristico e gradevole sapore amarognolo.

Questo libro dà gustose ricette a base di birra, dagli antipasti al dolce addirittura. Potremmo cominciare con delle Tartine di formaggio e birra, proseguendo con una Carbonara alla Lager bionda. Anche il Ragù alla bolognese può essere preparato con la birra, opportunamente sgasata. Ma c’è anche il Risotto alla birra e la lettura della sua preparazione fa venire l’acquolina in bocca. Stessa conseguenza la provoca un bell’Arrosto di maiale con salsa di senape e birra. Perché no un Polpo alla birra amara? E per concludere lo Zabaione alla birra.

Dubitate? L’unica soluzione è provare. Noi l’abbiamo fatto e possiamo garantire la bontà dei risultati. (F.G.)

Corrado Trevisan, In Cucina a… Tutta Birra, Maria Pacini Fazzi Editore; sugli scaffali di Toscana da Leggere; prezzo di copertina 4 euro, per i soci 3,40 euro




Regali

Giocattoli sotto l’albero

Di ogni tipo, per tutti i bimbi

Babbo Natale esiste sempre, per chi ci crede… Da piccini e da grandi, a chi non piace quell’atmosfera di aspettativa e frenesia per la notte più magica dell’anno? La letterina, gli addobbi, la preparazione dei regali e la scelta di quello più desiderato, che non può mancare sotto l’albero.

Per soddisfare ogni desiderio, dal 1° al 24 presso i Superstore di Unicoop Firenze, il Catalogo di Natale propone moltissimi giochi adatti a bambini e bambine di tutte le età. Fra le novità più curiose, uno degli animali interattivi fra cui scegliere è il gufetto Hatchimals: per crescere deve essere covato e coccolato.

Sotto l’albero non possono mancare i giochi tradizionali in scatola: si va dal Mangia Hippo per i più piccini al Monopoly per ragazzi e adulti. Tantissimi i puzzle, tradizionali, luminosi o in 3d. Per i futuri scienziati c’è la serie “Scienza e gioco” che porta i bambini nel mondo dell’astronomia, della chimica, dei cristalli e così via.

Fra pupazzi, bambole, trenini e macchinine, c’è l’imbarazzo della scelta: per i bambini ci sono i modellini di macchine radiocomandate, i personaggi dei loro beniamini come le Tartarughe Ninja, gli Avangers o Spiderman: per le bimbe sono presenti articoli intramontabili come Ciccio Bello Bua e le Barbie, a fianco dei nuovi Poppy Trolls. E per i più tecnologici si può optare per droni, tablet o scegliere il microfono Paly Fun Selfie.

Dal 20 dicembre si aggiungeranno le proposte del catalogo Speciale Epifania con giochi in legno e piccoli balocchi riempicalza.



Piùscelta

Telescopi per tutti

Prezzi accessibili per osservare stelle, pianeti e galassie

Le stelle sono tante, milioni di milioni… canta una vecchia canzone, e basta alzare lo sguardo per immergersi nella loro bellezza. Se poi lo sguardo passa attraverso un telescopio, l’occhio incontrerà decine di migliaia di stelle invece delle 2-3000 visibili a occhio nudo nei cieli bui di alta montagna.

Ai primi del ‘600 un piccolo cannocchiale di 40 mm di diametro fu sufficiente a Galileo per scoprire le fasi di Venere, i satelliti di Giove e molto altro ancora: da quell’epoca a oggi il telescopio ha fatto passi da gigante, e oggi è possibile, a prezzi accessibili, acquistarne uno semi-professionale con cui osservare stelle, pianeti o galassie.

Fra le nuove offerte di piùscelta, gli amanti del cielo troveranno i telescopi della gamma Skywatcher: adatti alle diverse esigenze, vengono proposti in vari modelli, da quello per chi comincia ad avvicinarsi all’osservazione astronomica a quello computerizzato con un sistema di puntamento automatico.

Per tutti il consiglio base per apprezzare le stelle è cercare un buon cielo lontano dall’inquinamento luminoso, mentre per la Luna o i pianeti non servono accortezze particolari: sono ben visibili anche nei centri cittadini.



Solidarietà

Per il Meyer e l’Att

Prosegue la collaborazione di Unicoop Firenze con aziende impegnate in progetti sociali. A dicembre due gli appuntamenti con i prodotti solidali: l’acquisto del plaid Buccia di Mela, dell’azienda Bifulco Group, contribuisce alle attività dell’Associazione tumori toscana di cui è riportato il logo sulla confezione esterna.

In promozione saranno anche le ciabatte Lalù donna e uomo Er.Ba Market, il cui acquisto sostiene la Fondazione dell’Ospedale pediatrico Meyer. Si tratta di ciabatte prodotte in Italia, caratterizzate da una soletta superconfort, estraibile nella versione femminile.



Calici

Quelli delle feste

Un brindisi, e di classe! Per la tavola delle feste arrivano i calici da vino realizzati in Luxion® della Rcr Cristalleria italiana, fiore all’occhiello fra le realtà produttive della Toscana. Calici in vetro sonoro, privi di piombo, ecologici, resistenti ai lavaggi in lavastoviglie, con le stesse caratteristiche di trasparenza, brillantezza e sonorità tipiche del cristallo.

Dal 1° dicembre all’11gennaio, nei punti vendita Unicoop Firenze, è possibile ricevere un calice Rcr ogni 20 euro di spesa con l’aggiunta di un contributo di 1,50 €. Il prezzo non scontato è di 4,50 € a calice.


Notizie correlate

Natale al super

Dal salmone al panettone quest'anno è il trionfo della tradizione