25 milioni d'utile su un giro d'affari di due miliardi di euro

Le cifre spiegate 1
Nel 2006 è stata registrata la ripresa dell'economia italiana dopo un lungo periodo di crisi. L'aumento del Prodotto interno lordo (+1,9% rispetto al 2005) si è tradotto in un limitato aumento delle vendite al dettaglio.
La cooperativa ha registrato un ottimo risultato commerciale: buoni risultati nelle vendite, contenimento dei prezzi, riduzione dell'incidenza dei costi di gestione, aumento delle quote di mercato.



STATO PATRIMONIALE

ATTIVITÀ

IMMOBILIZZAZIONI: rappresentano il valore dei fattori produttivi durevoli impiegati per l'attività della cooperativa (ad esempio programmi per computer fra le immateriali, fabbricati, attrezzature e macchinari fra le materiali, partecipazioni societarie fra le finanziarie).

Sono riportate al netto dei fondi ammortamento (pari a 584 milioni). La leggera diminuzione, rispetto al 2005, è dovuta agli ammortamenti dell'esercizio superiori agli investimenti.

ATTIVITA' FINANZIARIE CORRENTI: sono costituite da titoli di Stato per 1.856 milioni di euro, obbligazioni e fondi comuni di investimento per 484 milioni.

ATTIVO CIRCOLANTE: rappresenta il valore delle componenti rinnovabili del patrimonio, rimanenze merci, titoli, crediti e disponibilità liquide.

È pari a oltre 2 miliardi e 911 milioni con un incremento di oltre 122 milioni rispetto al 2005; un aumento dovuto in massima parte alle attività finanziarie correnti, ovvero titoli e disponibilità liquide; aumentano leggermente anche le rimanenze di merci inventariate a fine anno nei negozi e nei magazzini ed i crediti.

RATEI E RISCONTI ATTIVI: sono 27,9 milioni; si tratta di interessi su titoli in corso di maturazione e aumentano di circa 2,2 milioni rispetto al 2005.

TOTALE ATTIVO. Tutte le attività della cooperativa sono pari ad oltre 4 miliardi e 7 milioni di euro ed aumentano di oltre 112 milioni di euro rispetto all'anno precedente.

Le cifre spiegate 2
PASSIVITÀ

CAPITALE SOCIALE: è pari a 10 milioni e 173 mila euro; rappresenta il valore delle quote sociali versate dai 1.020.045 iscritti nel libro soci al 31 dicembre. L'aumento, rispetto al 2005, è dovuto alle quote dei 29 mila nuovi soci ammessi nel corso dell'anno.

RISERVE: rappresentano gli utili conseguiti ed accantonati nel corso degli anni precedenti; non sono divisibili fra i soci, ma rimangono a disposizione della cooperativa per permettere l'attività e lo sviluppo della cooperativa stessa e a garanzia dei soci.

Sono oltre 903 milioni ed aumentano con la quota di utili realizzati nel 2005, pari a oltre 88,7 milioni di euro, destinati alle riserve dall'assemblea dello scorso anno.

UTILE DI ESERCIZIO: è pari a 25 milioni e 282 mila euro.

PATRIMONIO NETTO: rappresenta il valore prodotto dalla cooperativa nel corso dell'attività ed è giunto a superare i 939 milioni di euro.

FONDI PER RISCHI ED ONERI: comprendono fra l'altro il fondo per le imposte future per 5,9 milioni e 6,3 milioni per il valore dei punti dell'operazione di fidelizzazione ancora in possesso dei soci a fine anno.

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO: rappresenta il valore delle liquidazioni accantonate per il personale dipendente al 31 dicembre; aumenta complessivamente di circa 4,5 milioni al netto degli utilizzi da parte dei dipendenti.

PRESTITO SOCIALE: supera i 2 miliardi e 691 milioni, l'importo comprende gli interessi al lordo delle ritenute fiscali. I soci prestatori al 31 dicembre erano 240.019. Nel corso del 2006 il prestito è aumentato di oltre 76 milioni ed i soci prestatori di circa 7 mila.

Il prestito rappresenta oltre il 90% di tutti i debiti della cooperativa esposti in bilancio e i soci prestatori sono gli unici finanziatori dell'attività svolta dalla cooperativa. Da rilevare inoltre, quale indice dell'equilibrio finanziario della cooperativa, che il debito nei confronti dei soci è coperto per oltre il 91% dalle attività liquide quali titoli e c/c bancari.

ALTRI DEBITI: si attestano a 294 milioni, le variazioni più rilevanti riguardano fornitori, di gran lunga la voce più rilevante, e dipendenti.

RATEI E RISCONTI PASSIVI: sono relativi a titoli per un valore di circa 7 mila euro.

CONTO ECONOMICO

Le cifre spiegate 3
VALORE DELLA PRODUZIONE: vi sono compresi tutti i ricavi che la cooperativa ha conseguito nell'anno, esclusi quelli che hanno natura finanziaria e straordinaria. Fra questi abbiamo:

RICAVI PER VENDITE E PRESTAZIONI: sono indicati al netto dell'Iva, comprendono le vendite al dettaglio dei punti di vendita, le vendite all'ingrosso dei magazzini alle cooperative associate e ricavi per i servizi commerciali, cioè attività promozionale in collaborazione con i nostri fornitori. Registrano un incremento rispetto al 2005 di oltre 104 milioni.

L'80,74% delle vendite è stato effettuato nei confronti dei soci, dimostrando ampiamente quanto sia prevalente l'attività svolta nei loro confronti rispetto a quella svoltacon i non soci e quindi il pieno diritto a usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalle norme per le cooperative a mutualità prevalente.

ALTRI RICAVI E PROVENTI: ammontano a 42,4 milioni; si riferiscono principalmente a ricavi di natura immobiliare; confermano sostanzialmente i valori dell'anno precedente.

COSTI PER MERCI: superano 1.576 milioni; rappresentano il valore dei beni acquistati dalla cooperativa per lo svolgimento dell'attività.

COSTO DEL PERSONALE: supera i 210 milioni.

I dipendenti quest'anno sono aumentati di 163 unità attestandosi a 7.600 unità.

AMMORTAMENTI: rappresentano la stima del costo di competenza dell'esercizio derivante dall'utilizzo di beni che hanno durata pluriennale. Ammontano ad oltre 68,6 milioni.

ALTRI COSTI DI GESTIONE: sono costi per prestazioni di servizi, affitti passivi, noleggi, Imposta comunale sugli immobili, licenze e permessi. Ammontano a oltre 151 milioni con un aumento di 4,8 milioni rispetto al 2005.

DIFFERENZA FRA RICAVI E COSTI DI PRODUZIONE: esprime il valore prodotto nell'esercizio 2006 dalla cooperativa ad eccezione delle poste finanziarie e straordinarie. È positivo per oltre 29 milioni.

PROVENTI, ONERI E RETTIFICHE FINANZIARIE, sono composte da:

Proventi da partecipazioni: rappresentano gli utili distribuiti dalle società partecipate dalla cooperativa.

Altri proventi finanziari: sono sostanzialmente gli interessi sui titoli.

Rettifiche delle attività finanziarie: rappresentano l'adeguamento ai valori correnti delle attività finanziarie.

È da ricordare che il risultato dell'esercizio 2005 era influenzato dai proventi straordinari derivanti dal recupero della svalutazione della partecipazione nella Banca Monte dei Paschi di Siena per 42 milioni. Viceversa, nel 2006 è stata influenzata negativamente dalla svalutazione della partecipazione in Compy per 5,5 milioni, partecipazione ceduta nel febbraio 2007.

Oneri finanziari: sono rappresentati in gran parte dagli interessi del Prestito Sociale corrisposti ai soci.

PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI: portano ad un risultato negativo pari a 1,7 milioni di euro, contro un risultato positivo per 19,5 milioni nel 2005, dovuto ai proventi della cessione del 19% della partecipazione in BBC, pari a 22 milioni.

IMPOSTE SUL REDDITO: le imposte dell'esercizio 2006 sono pari a 19,2 milioni con un incremento di 16 milioni rispetto ai 3,2 milioni del 2005, importo peraltro derivante dalla particolare tassazione delle poste straordinarie (64 milioni) che caratterizzarono il risultato di quell'esercizio.

UTILE DI ESERCIZIO: la differenza fra costi e ricavi determina il risultato di 25.282.388 euro, che si propone siano così destinati: il 97% alle riserve che sono indivisibili e rimangono a disposizione per l'attività e lo sviluppo della cooperativa; il 3% a Coopfond Spa, il fondo mutualistico per la promozione e lo sviluppo della cooperazione.

Le tasse per noi

Sintesi della normativa fiscale per le cooperative a mutualità prevalente Imposte Indirette (Iva, registro, bollo): non ci sono agevolazioni per le cooperative;

Ici (Imposta comunale sugli immobili): non ci sono agevolazioni per le cooperative;

Irap (Imposta regionale sulle attività produttive): non ci sono agevolazioni per le cooperative;

Ires (Imposta sul reddito delle società): sugli utili destinati a riserva indivisibile fra i soci, la cooperativa è tassata sul 30% dell'importo.