Il latte fresco a Marchio Coop e quello toscano Mukki

Scritto da Melania Pellegrini |    Settembre 2014    |    Pag.

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

Il latte è uno degli alimenti base dell’uomo; il suo consumo regolare costituisce un fattore protettivo nei confronti di osteoporosi, ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari.

Per quanto riguarda il latte a marchio, Coop garantisce salubrità, sicurezza e bontà a un giusto prezzo. Il latte fresco Coop viene venduto in confezioni “tetratop”, cartoni che proteggono il latte dalla luce ma che si chiudono con un tappo.

Il latte proviene da stalle 100% italiane, selezionate, che garantiscono un’igiene elevata nell’ambiente in cui vivono le mucche. Solo grazie alla massima igiene, è possibile compiere una pastorizzazione a bassa temperatura e avere una minore distruzione dei principi nutritivi.

I due produttori che ogni giorno lavorano il latte Coop sono Padania Alimenti, situato nella provincia di Cremona, e Latte Trento. Gli allevatori che portano il latte sono 43 e si trovano tutti nelle vicinanze degli stabilimenti di lavorazione e imbottigliamento.

Il mangime proviene da 7 mangimifici selezionati e controllati, è privo di Ogm, proteine o grassi animali; oltre al mangime vengono dati alle mucche alimenti prodotti dagli stessi allevatori, come fieno, insilato di mais ecc., che contribuiscono a produrre latte crudo di ottima qualità. Proprio per queste peculiarità, Coop riconosce un premio economico ai produttori.

Tutti gli attori della filiera, mangimifici, allevatori e latterie, devono sottoscrivere specifici accordi sui requisiti richiesti da Coop e l’impegno a rispettarli.

Coop, ad esempio, richiede un livello di aflatossine, derivati di alcuni tipi di funghi o muffe che in particolari condizioni climatiche possono contaminare gli alimenti zootecnici, inferiore al 50% rispetto al limite stabilito dalla legge.

Gli stabilimenti di lavorazione devono garantire i massimi standard igienico-sanitari, possedere adeguati sistemi di tracciabilità, serbatoi dedicati per non mescolare il latte con quello di altri allevamenti e una capacità logistica adeguata, affinché il latte arrivi in poche ore nelle piattaforme Coop per partire subito verso i punti vendita.

I controlli lungo la filiera fatti da Coop prevedono analisi e audit presso tutte le aziende coinvolte, con una media di circa 50 audit e 200 analisi svolti all’anno, che si aggiungono a quanto previsto dai piani di autocontrollo dei fornitori. Le analisi e i controlli sono modulati a seconda dei rischi o delle allerte. 

Fin dal 2005 il latte Coop ha due certificazioni da parte di enti terzi, Bv e Csqa, che attestano sia il rigoroso sistema di controllo lungo tutta la filiera, sia la provenienza del latte da animali alimentati solo con mangimi vegetali e non Ogm.

Il latte fresco Coop è presente in due tipologie: Parzialmente scremato e Alta qualità; il secondo è particolarmente ricco in proteine. Nel banco refrigerato si trova anche il latte microfiltrato, intero o parzialmente scremato, che ha le stesse caratteristiche e garanzia di filiera appena descritte, solo che scade 11 giorni dopo il giorno di confezionamento.

Mukki 100% Toscano

Il latte Mukki 100% Toscano proviene da oltre 70 stalle, tutte situate in Toscana. Per lo più sono allevamenti a conduzione familiare di piccole-medie dimensioni dove si allevano principalmente le razze frisona e bruna alpina.

La qualità del latte Mukki è garantita dal percorso sempre rintracciabile in ogni punto della filiera, a cominciare dagli allevamenti che vengono costantemente monitorati. I controlli sulla materia prima partono da qui, dalla stalla con le verifiche fatte dallo stesso allevatore. Il raccoglitore effettua poi ulteriori controlli e, a poche ore dalla mungitura, il latte  giunge allo stabilimento dove è analizzato con apparecchiature tecnologicamente avanzate; in particolare deve essere confermata l’assenza di antibiotici e aflatossine.

Dopo l’arrivo e l’accettazione della materia prima, comincia il ciclo di lavorazione. Il latte viene centrifugato per scremare il grasso, omogeneizzato per renderlo più digeribile, e infine pastorizzato, per distruggere i microrganismi patogeni eventualmente presenti nel latte crudo. Il ciclo di lavorazione è seguito dal confezionamento in tetratop.

Tutto il ciclo è supervisionato da una moderna sala controllo che tiene traccia di tutto quello che accade dal serbatoio di origine sino al confezionamento.

I laboratori sono all’avanguardia nell’innovazione tecnologica e compiono oltre 500.000 analisi l’anno sulla materia prima in entrata, durante la fase di lavorazione e sul prodotto finito.

Mukki bimbo

Da qualche mese è presente nei nostri banchi frigo il latte Mukki bimbo (da 500ml) nato dalla collaborazione tra Mukki ed esperti in nutrizione infantile dell’Ospedale Pediatrico Meyer. Si tratta di un latte di crescita, un alimento specifico formulato con vitamine, minerali e ferro che fornisce ai bambini, da 1 a 3 anni, il nutrimento ideale per una crescita sana ed equilibrata.

La materia prima utilizzata, di Alta Qualità, è la stessa usata per il latte Mukki 100% Toscano e ha le stesse caratteristiche di provenienza, controlli e salubrità. Vengono aggiunti una componente di acqua per limitare l’apporto proteico e un mix di ingredienti non presenti naturalmente nel latte vaccino ma indispensabili nella nutrizione di un bambino di quell’età. Tra questi ingredienti ci sono il calcio, il fosforo e la vitamina D, utili per lo sviluppo osseo, gli acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6, per lo sviluppo del sistema nervoso, il ferro, che contribuisce al normale sviluppo cognitivo, e le fibre, per migliorare l’equilibrio della flora batterica.

La confezione rappresenta la dose quotidiana ideale per un bambino di quella fascia d’età. In ogni caso, Mukki e Meyer raccomandano l’utilizzo di latte materno durante lo svezzamento e anche dopo l’anno di vita.