La Shoah raccontata ai bambini

Scritto da La Redazione |    Novembre 2013    |    Pag. 38

È uscito recentemente nelle librerie il nuovo lavoro di Anna Sarfatti e del fratello Michele, L’albero della memoria (ed. Mondadori), la Shoah raccontata ai bambini. 

Scritto in modo semplice e rivolto ai bambini della scuola primaria, il libro narra la storia di Samuele Finzi, Sami, un bambino ebreo italiano che vive con la sua famiglia gli anni bui della persecuzione antisemita in Italia, dal 1938 al 1945, e della Shoah, con le conseguenze che tutto ciò ha nella loro vita quotidiana.

Shoa albero memoria anna sarfattiNel giardino della loro casa c’è un vecchio olivo, nella cui cavità Sami ripone i suoi “tesori”. Dopo l’8 settembre 1943 Sami viene nascosto in collina presso amici, i genitori vengono arrestati, e i suoi i tesori rimangono nell’olivo.

“L’albero, che dà il titolo al libro, ha un significato importante – scrivono gli autori nell’introduzione -: in tempo di guerra, quando le famiglie vengono disperse o uccise e le case razziate o bombardate, accade che siano gli alberi a farsi carico della memoria delle persone”.

“Ci auguriamo che la lettura di questo libro sia di aiuto per accrescere la conoscenza della Shoah – affermano Anna e Michele Sarfatti -, per conservare il ricordo delle vittime, per incoraggiare la riflessione sulle questioni poste dagli eventi della Shoah e sul loro valore per il mondo contemporaneo”. Nel libro c’è anche una parte storica, con documenti a cura di Michele Sarfatti. Le illustrazioni sono di Giulia Orecchia. (R.d.C.)

Il Giorno della Memoria - Videodizionario della Shoah – Speciale Rai Tv Junior

durata 2’ 15’’


Notizie correlate

Tecniche pedagogiche potenzimento memoria attenzione bambino

Giocando s’impara

Tecniche pedagogiche e giochi educativi per potenziare l’attenzione e la memoria


Nonna raccontami libro bianco della memoria articolo informatore unicoop firenze

Libro in bianco

“Nonna raccontami”: un invito a non disperdere la memoria dei propri cari


I labirinti della memoria

Come mantenerla in allenamento, a qualunque età