Fra arte, sport, navigazione, divertimento

Scritto da Barbara Beni |    Luglio-Agosto 2018    |    Pag. 41

Nasce a Firenze e vive nei dintorni.

Ha lavorato a lungo come responsabile dell’ufficio di programmazione e organizzazione viaggi di un importante tour operator fiorentino, Argonauta, cercando di organizzare viaggi ricchi di contenuto e partecipazione (In Mille in Sicilia, per conto dell’Unicoop Firenze) e anche convenienti (Sardegna sotto costo), valorizzando destinazioni e periodi non abitualmente frequentati.

Lavora alla realizzazione di una collana di libri monografici su singole destinazioni “AppuntiInViaggio. Ricordi, emozioni, andate e ritorni”.

Negli articoli come nei libri racconta i luoghi del cuore, con dettagli e particolari che li valorizzano, cercando quell’identità speciale ed esclusiva che l’industria del turismo spesso non riesce a evidenziare.

San Felice del Benaco (BS), Lago di Garda - Foto M. Casarosa

Turismo

Come si pensa al lago ecco che alla mente arrivano le prime righe de I promessi sposi, “Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti…”. Il romanzo è un classico: per associazione lo diventano i tre laghi più grandi d’Italia, Maggiore, di Como e di Garda, quasi che il tempo, lì, si sia fermato. Ma se li guardiamo con attenzione scopriamo anche tanti aspetti di modernità.

Lago Maggiore. Undici isole!

Un po’ piemontese e un po’ lombardo, oltre che svizzero, da Cannobio, Cannero, Oggebbio e Ghiffa, si gode la vista su tutte e tre le sponde. È un lago con tante isole: fra grandi, piccole e minuscole ne conta 11! I collegamenti sono frequenti e nel Museo dell'Isola Bella è conservata una piroga preistorica a testimonianza della lunga storia della vita lacustre. Navigare lungo il golfo del Borromeo, fra Stresa e Pallanza, può essere un’esperienza varia e divertente. Si può approdare all’Isola Madre, la più estesa e popolosa di fauna volatile, o all’Isola dei Pescatori, l’unica abitata stabilmente anche se da solo una quindicina di persone, oppure all’Isola Bella, vero e proprio giardino multicolore, o ancora all’Isolino di San Giovanni, dove per molti anni ebbe residenza il direttore d’orchestra Toscanini. Sarà altrettanto piacevole anche rientrare sulla terraferma e fermarsi a Verbania per visitare il magnifico giardino botanico di Villa Taranto, o a Stresa per ammirare le ville maestose ed eleganti e per visitare il giardino botanico Alpinia.

Info: www.illagomaggiore.it

 

Lago di Como. Il più riservato

È il più profondo e il più riservato, anche per la sua conformazione, con buona parte delle sponde scoscese, alcune impervie e coperte di boschi. Il turismo è sempre stato misurato, ospite dei salotti aristocratici nelle numerose ville, molte delle quali oggi sono visitabili. Lecco, dove furono ambientati I promessi sposi, e Como, città con un ricco patrimonio storico artistico, sono i due centri più grandi. Varenna è un borgo suggestivo da visitare insieme a Villa Monastero, che ospita anche un bel giardino botanico; Bellagio turisticamente è la più frequentata, con le sue ville monumentali, Villa Melzi e Villa Serbelloni (sede della fondazione Rockefeller). A Laglio ha la sua dimora George Clooney, a Cernobbio si trovano Villa Erba e Villa Pizzo nonché Villa d’Este, che ospita ogni anno il famoso convegno economico Ambrosetti. A Tremezzo c’è Villa Carlotta, con una raccolta d’arte e un vasto giardino botanico. Infine, a Torno vale la pena visitare la Villa Pliniana che nel corso del tempo ha visto il passaggio di tanti ospiti illustri, da Napoleone a Manzoni, a Foscolo, Stendhal, Byron, Verdi, Bellini, Rossini e anche Leonardo da Vinci, che qui studiò la fonte intermittente che sgorga da una roccia, oggi nella corte interna dell'edificio.

Info: www.in-lombardia.it

 

Lago di Garda. Dalle terme al surf

È il più grande e il più turistico, tocca Trentino, Veneto e Lombardia. Già in epoca romana era meta di vacanze termali alle sorgenti sulfuree di Sirmione, che tuttora sono frequentate e da visitare insieme ai resti archeologici della Villa Romana nota come “Grotte di Catullo”. A Gardone Riviera Gabriele D'Annunzio fece costruire il Vittoriale degli Italiani, cittadella monumentale con uno straordinario insieme di edifici, vie, piazze, teatri, giardini e corsi d’acqua. A sud il turismo arrivò intorno al 1930 con la costruzione della strada gardesana orientale, che facilitò gli spostamenti. Oggi chi ama il verde e la vacanza attiva può fare splendide escursioni a piedi, andare a cavallo, pedalare in mountain bike, fare arrampicate su pareti ideali, scendere torrenti praticando canyoning, lanciarsi col parapendio dal monte Baldo e volare sopra il lago, fare vela e surf, naturalmente anche solo stendersi al sole. Se invece si cerca il divertimento ci sono i parchi tematici: Gardaland, con il suo mondo di giostre, l’area dedicata al mondo del cinema e l’altra al medioevo; Canevaworld, un susseguirsi di scivoli e piscine; Parco natura viva, giardino zoologico e safari dove poter vedere le specie a rischio curate per essere reimmesse in libertà; Parco Giardino Sigurtà, oasi verde con splendide fioriture, giochi acquatici e anche un labirinto.

Info: www.visitgarda.com

 

Notti insolite

A letto sull’acqua

Stanchi delle solite camere d’albergo? Addormentarsi a bordo di una casa galleggiante potrebbe saziare la fantasia più ardita. Alcune stanno ancorate in un punto fisso, come a Roma lungo il Tevere, molte sono in grado di navigare. La Francia è la prima in Europa per reti di fiumi e canali navigabili, la maggior parte delle chiatte stanno in Borgogna, oppure lungo il Rodano da Avignone a Lione, toccando la Camargue e la sua vegetazione selvaggia. Ma si può navigare anche lungo il Danubio e visitare città come Vienna, Praga, Budapest, oppure andare verso il nord e accedere alla ricca offerta di canali navigabili di Olanda e Belgio. In Italia, salvo piccole eccezioni lungo il Brenta e i canali di Venezia, il turismo fluviale non si è ancora sviluppato.

Info: www.girolibero.it, www.fluvialtour.it


Notizie correlate

Alla scoperta del Trasimeno

Il più grande lago del centro Italia offre molti spunti di visita


lago di bilancino

Il lago di Bilancino

Dopo 18 anni è diventato la meta perfetta per chi ama natura e sport

Photogallery Video