Un nuovo carrello per i diversamente abili

Scritto da Antonio Comerci |    Novembre 2009    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

«È la prima volta che vedo ad altezza d'uomo, il supermercato che frequento abitualmente. È una scoperta continua... ed un senso di libertà che raramente ho provato». Susanna Spugnoli è stanca e affaticata: per la presentazione alla stampa ha dovuto provare a lungo la nuova macchina elettrica Easy move (www.easy-move.it) che permette ai diversamente abili di muoversi fra gli scaffali, di alzarsi per raggiungere gli scaffali più alti, di muoversi lateralmente.

La presentazione è avvenuta nel supermercato di Pontassieve, dove è stata realizzata un'esperienza pilota unica in Italia e dove è in funzione, da ottobre, il primo dei 10 carrelli mobili acquistati da Unicoop Firenze per i diversamente abili. I prossimi due saranno in funzione a Prato e Pontedera, nei nuovi supermercati che saranno inaugurati a novembre.

A Pontassieve per mesi sono state effettuate prove e test, con la collaborazione di due clienti, per la messa a punto del carrello. È la prima soluzione del genere sul territorio nazionale ed è il prodotto di una tecnologia interamente toscana.

L'apparecchio è stato infatti realizzato con la MP Srl di San Casciano Val di Pesa con il quale Unicoop Firenze ha stipulato un accordo per l'acquisto in esclusiva (fino a dicembre 2009) di 10 carrelli per i punti vendita più grandi. «Poi, speriamo, che tanti altri seguano il nostro esempio - dichiara Golfredo Biancalani, presidente del consiglio di gestione dell'Unicoop Firenze -. A noi basta l'orgoglio di aver creduto per primi a questo strumento e di aver dato un contributo importante per dare più autonomia ai diversamente abili».

Funziona così: Easy move ("muoversi semplice/facile")potrà essere utilizzato rivolgendosi al box informazioni, dove viene fornita un'apposita chiavetta. La persona con problemi motori può entrare nel carrello mobile direttamente con la carrozzina. Si guida molto semplicemente con una cloche. C'è il vano dove collocare i prodotti e il telefono per comunicare con il box informazioni in caso di difficoltà.  Al momento di pagare, infine, c'è una cassa dedicata, dove non solo i fruitori di Easy move ma tutti i disabili hanno la precedenza. È preferibile telefonare prima al supermercato per prenotare l'uso di Easy move.

Ma torniamo a Susanna Spugnoli, che ha fatto della sua diversa abilità, una testimonianza per dimostrare agli altri nella sua stessa condizione, che si può lottare e credere in una vita in piena autonomia. Ballerina di Pontassieve, campionessa italiana in coppia con Sebastian Mureddu nella categoria Danze Standard - combi. Recentemente è premiata dal Comune di Pontassieve, a testimonianza di come l'attività sportiva rappresenta anche un importante strumento di solidarietà e di educazione al rispetto delle regole e degli altri.

Non a caso la sperimentazione è avvenuta a Pontassieve, un comune che collabora attivamente con le associazioni dei diversamente abili. «Ogni volta che mandavamo il geometra - testimonia il giovane sindaco, Marco Mairaghi - a verificare l'agibilità di un edificio per i portatori di handicap, il risultato era sempre immancabilmente positivo. Ora che insieme al geometra vanno anche i rappresentati dei diversamente abili, i risultati sono diversi e vengono fuori le magagne. Insomma la differenza fra la forma e la sostanza è abissale ed ha fatto bene l'Unicoop Firenze a verificare lungamente il nuovo strumento, prima di partire».


Foto di Fotogiornalismo Torrini