Scritto da Rossana De Caro |    Luglio 2005    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

La scuola che costa
Sono un po' il tormentone di ragazzi e genitori.
Parliamo dei libri scolastici, che con l'arrivo dell'estate diventano un argomento di attualità per le famiglie. Vediamo perché.

Caro libri
In primis il costo. La scuola dell'obbligo costa cara. Il prezzo medio di un libro per scuole medie e superiori è di circa 18 euro. Ogni anno un alunno deve dotarsi di almeno 10 testi per un totale circa di 180 euro. Una cifra considerevole, che incide sul bilancio economico familiare, soprattutto se in famiglia c'è più di un figlio in età scolare. Un mercato, quello editoriale scolastico italiano, che si aggira complessivamente sui 500 milioni di euro l'anno (di cui il 5% in Toscana). Non a caso, fra i giovani, va molto l'usato, il riciclato e quanto altro possa contribuire al risparmio, anche se ovviamente si incorre nel rischio di acquistare volumi incompleti, oppure mancanti di pagine, o vecchie edizioni, magari scarabocchiate o con già le risposte ai test e agli esercizi. L'iniziativa promossa da Coop, che consente di prenotare e acquistare i libri nei suoi ipermercati con lo sconto del 15% per i soci (e del 10% per i non soci), ha l'intento di rendere meno pesante il "prezzo" dell'istruzione e di agevolare le famiglie con un notevole risparmio.

Reperibilità
Al prezzo alto si aggiunge spesso la difficoltà nel reperire i libri scolastici. Il perché è semplice. Le case editrici iniziano a stampare a giugno un numero preciso di testi sapendo già dai loro rappresentanti aziendali (cioè coloro che si recano dai docenti a presentare i testi) i titoli che verranno adottati dai professori. Al numero calcolato viene tolta sempre una percentuale del 10-20% da attribuire al mercato dell'usato. Il catalogo editoriale italiano del 2005 conta ben 38.000 titoli (7.000 in Toscana), di cui verranno stampati poco più della metà. Comunque sono sempre tantissimi, pensando che in Italia sono solo 3-4 le tipografie che si dedicano alla stampa dei libri scolastici. Questo spiega come fino all'ultimo sia difficile trovare alcuni testi e come a volte sia praticamente impossibile averli tutti. In alcuni casi i libri vengono ristampati (magari ad ottobre, novembre) ma solo quando il numero di copie richieste copre le spese di stampa.

Editori
Sono cinque i grandi gruppi editoriali scolastici: De Agostini, Rizzoli RCS, Edumond, PBM e Zanichelli. Quest'ultimo è l'unico che si occupa in modo esclusivo di edizioni scolastiche. Queste case editrici si spartiscono i tre quarti del mercato scolastico, mentre un quarto è suddiviso tra qualche centinaio di piccoli editori. In Toscana ricordiamo la storica casa editrice Le Monnier (assorbita da Mondadori), la Nuova Italia (acquistata da Rizzoli) e Bulgarini.

Peso
I libri pesano non solo sulle tasche dei genitori ma anche sulle spalle dei ragazzi. Una polemica che imperversa da anni e per la quale gli editori hanno cercato una soluzione suddividendo i testi più voluminosi in piccoli tomi. Il risultato è che il peso è diminuito e i prezzi sono cresciuti. Inoltre se uno dei fascicoli viene accidentalmente perso, il testo con una parte mancante difficilmente potrà essere riutilizzato o rivenduto all'usato.



PRENOTAZIONI
30 euro risparmiati a famiglia
Il servizio libri scolastici negli Ipercoop. 120 mila libri consegnati


Dopo il successo dello scorso anno Coop replica l'iniziativa relativa alla prenotazione e vendita dei libri scolastici per il 2005-2006. In tutti gli ipermercati della Toscana si potranno prenotare e acquistare i testi per le scuole medie inferiori e superiori. Sui libri verrà effettuato uno sconto del 15% per i soci e del 10% per tutti gli altri.
Le prenotazioni inizieranno il 20 giugno e si concluderanno il 17 settembre. Presso i punti vendita sarà consegnato un modulo da compilare a cui si dovrà allegare la lista dei libri (ciascuno contrassegnato con il codice ISBN) rilasciata dalla scuola.

Le consegne verranno effettuate in modo scaglionato e in base alla data di ordine. Ovvero: per i libri ordinati dal 20 giugno al 20 luglio le consegne inizieranno a partire dal 26 agosto; per quelli ordinati tra il 21 luglio e il 20 agosto le prime consegne partiranno dal 30 agosto; per quelli ordinati tra il 21 e il 31 agosto, dal 13 settembre; per quelli ordinati tra il 1° e il 6 settembre, dal 19 settembre; infine per quelli ordinati tra il 7 e il 17 settembre, dal 26 settembre.
Quando i libri saranno disponibili gli utenti verranno informati tramite sms (che segnalerà anche il codice del testo arrivato). Inoltre il cliente potrà visualizzare in ogni momento lo stato della sua prenotazione su internet all'indirizzo del fornitoredigitando il proprio nome e cognome. Le consegne potranno subire dei ritardi, qualora le copie presso i distributori fossero esaurite e gli editori dovessero ristamparle.

L'anno scorso sono state prenotate ai negozi Coop oltre 12.000 liste, per un totale di circa 120.000 libri (10 testi in media per lista). Il 98% dei libri richiesti è stato consegnato. L'Ipercoop che ha ricevuto più prenotazioni è quello di Sesto Fiorentino (3500), seguito da Lastra a Signa (oltre 3000), Arezzo (oltre 2000), Montecatini e Cascina (1300), Montevarchi (oltre 1000).
Il dato più rilevante è che gli alunni e le famiglie che si sono rivolti a Coop hanno risparmiato in media 30 euro. Una lista di libri, il cui valore medio è di 180 euro, grazie al 15% di sconto è costata infatti solo 150 euro!

Prenotati da casa i libri all'iper
Basta collegarsi al sito www.ipercooptoscana.it, registrarsi ed accedere ad un catalogo di 50 mila titoli, non scolastici. I libri scelti saranno disponibili dopo 2 settimane al punto informazioni dell'Ipercoop abituale, senza spese e con lo sconto del 15% sul prezzo di copertina.