In sette anni 1.240 test per mettere a confronto il prodotto Coop con i leader di mercato. Nel solo 2007 coinvolte 41 mila persone

Scritto da Anna Somenzi |    Gennaio 2008    |    Pag.

Giornalista. Nata a Cremona, cresciuta a Bologna della quale ha assorbito, e goduto, l'emilianità. E' diventata giornalista professionista "da grande", ma lavora nell'editoria da molto tempo in giornali aziendali del movimento cooperativo, prima Comma di Conad e poi Consumatori di Coop. Si occupa soprattutto di prodotti e produzioni, consumi e consumatori. Da qualche anno, sempre per Coop, lavora anche come coordinatrice editoriale per la collana dei Quaderni dei consumatori dell'Editrice Consumatori.

La pagella la danno i soci 2
Oltre 1.240 test fatti dalle cooperative nei punti di vendita, 267 mila soci che hanno partecipato in qualità di intervistati, 120 i volontari che, mediamente ogni mese, si attivano per gestire le prove di assaggio. Bastano queste cifre a dare un'idea di cosa sia "Approvato dai soci", ovvero il fatto che la validità dei prodotti Coop viene valutata dai soci stessi, con test comparativi, e il loro parere è alla fine vincolante per mantenere o escludere un prodotto dall'assortimento.

Nata nel 2000, "Approvato dai soci" rappresenta davvero un'esperienza senza eguali nel panorama italiano e dimostra come in Coop il parere di chi è iscritto alla cooperativa risulti decisivo anche nella definizione dell'offerta commerciale. In questi anni sono state passate al vaglio dei soci tutte le grandi famiglie dei prodotti Coop: l'olio d'oliva, la pasta, il tonno, il caffé, le merendine, ma anche i collant, i dentifrici, la frutta come le mele golden e i kiwi, la carne o la crescenza, e soprattutto tutti i nuovi prodotti che vengono testati prima di arrivare sugli scaffali. Molti sono "promossi" alla prima prova, alcuni sono rimandati ad una riformulazione perché raggiungono un punteggio troppo basso.
Per esempio nel 2007 il detersivo liquido all'aceto per i piatti è stato nuovamente testato - e promosso - dopo essere stato rimandato alla prima prova del 2006; così è successo al doppio concentrato di pomodoro in tubo, all'olio di semi di arachidi, alla pizza margherita surgelata, al succo di frutta 100% tropicale. Su 185 prodotti testati nel 2006, 18 sono stati rimandati e di questi 12 sono già stati ripresentati quest'anno e hanno superato la prova. Alla qualità e alla sicurezza dei propri prodotti pensa Coop attraverso la ricerca delle migliori materie prime, le formulazioni corrette e l'analisi e il controllo costante delle produzioni. Quello che viene verificato grazie alla partecipazione dei soci è che i prodotti rispondano al meglio alla prestazione, alla richiesta di bontà e che siano sempre i preferiti, per questo sono messi a confronto con i migliori competitori sul mercato.

La pagella la danno i soci 1
Ogni test coinvolge 400 persone, in rappresentanza di 4 cooperative di 4 zone d'Italia. I prodotti sono assaggiati al momento, come i biscotti o i gelati; oppure sono consegnati per essere provati a casa, ad esempio la pasta, i detersivi o l'abbigliamento; ma comunque tutti competono con i migliori del mercato. Poi le risposte ad un semplice e chiaro questionario li promuovono o bocciano.
I test seguono un metodo preciso e uguale in tutte le sedi: i prodotti sono presentati anonimi, l'assaggiatore non conosce la marca di quello che sta assaggiando, nessuna confezione appare e nessun marchio è visibile. Una tappa fondamentale è proprio il reclutamento dei soci: il campione degli intervistati deve essere rappresentativo di tutta la base sociale Coop, per età, sesso e territorio. Per ogni test è presente il 75% di donne e il 25% di uomini, 30% di donne fra i 25 e i 40 anni, 45% di donne fra i 40 e i 70, la presenza maschile è suddivisa fra un 10% di uomini fra i 25 e i 40 anni e un 15% fra i 40 e i 70. Nessuno può partecipare a più test consecutivi, devono passare almeno sei mesi fra una presenza e l'altra e ovviamente devono essere consumatori abituali del prodotto.

I soci attivi che si occupano di reclutare gli assaggiatori e allestire i test ricevono precise istruzioni per rendere valida la consultazione. Il loro ruolo è fondamentale per la riuscita del test. Non devono infatti influenzare in nessun modo i risultati, avere un atteggiamento neutro ed essere in grado di coinvolgere gli assaggiatori, cercando le persone nelle fasce di età richieste. Devono anche preparare e presentare correttamente i prodotti e fare in modo che tutto si svolga con modalità identiche in tutte le sedi.
Il consumatore deve avere a disposizione una quantità abbondante di prodotto, per riuscire a valutarlo in tutti i suoi aspetti. L'obiettivo è fare un test corretto e neutrale e fornire a Coop le informazioni per migliorare sempre più la qualità e andare incontro al gusto del pubblico.



TEST
Pane ed olio

La pagella la danno i soci 3
"Bravi, fatene sempre di più di queste prove perché sono utili ed anche... divertenti". Così ci ha apostrofato un socio prima di andare via. Era la fine di novembre a San Casciano, ed aveva partecipato ad una prova d'assaggio dell'olio extra vergine d'oliva 100% italiano Coop Fior fiore novello. Altre prove d'assaggio si sono svolte a Lucca e Siena, e in totale sono stati coinvolti 268 soci. I luoghi scelti sono nelle zone della Toscana particolarmente blasonate per la produzione di olio extra vergine d'oliva (Lucchesia, Chianti fiorentino e il Senese), dove il giudizio del consumatore è più competente ed esigente. Tali prove rappresentano un pre-test del programma "Approvato dai soci". I risultati parziali di soli 45 soci - quelli definitivi li avremo a gennaio - hanno dato una valutazione complessiva dell'olio pari all'8,6 in una scala da 1 a 10. L'obiettivo per i prodotti a marchio è di arrivare almeno ad una valutazione prossima a 8.

I soci, nel corso dell'intervista nell'ambito della prova d'assaggio, hanno chiesto in generale maggiori informazioni riferite in particolare alla provenienza delle olive. Inoltre ritengono giusto un prezzo superiore ai 5 euro al litro per l'olio extra vergine d'oliva 100% italiano Fior fiore novello Coop.