Scritto da Stefano Giraldi |    Luglio 2003    |    Pag.

Giornalista e fotografo Specializzato in arte ed architettura. Ha realizzato un gran numero di cataloghi per artisti contemporanei italiani e stranieri. È stato a capo di campagne fotografiche per la realizzazione di numerosi volumi sui palazzi e chiese di Firenze per importanti case editrici con le quali collabora tuttora.

"Luna lontano cammina lenta,
abbiamo la gatta che t'annusa
svelta"

La gatta e la luna 2
Questa piccola rima
, trovata in un libretto scritto secoli fa, sembra ispirarsi a un confortevole ristorante delle colline livornesi chiamato "La Gatta e la Luna", dove la gatta c'è veramente e per l'appunto si chiama Luna.
La micia la trovate subito all'ingresso, comodamente sdraiata sulla consolle, che controlla con occhi sornioni l'entrata dei clienti. Sembra quasi un motivo decorativo antico anche perché l'interno del ristorante, che una volta era un cascinale agricolo, con i suoi archi ricorda una chiesa romanica, mentre i due gestori, Elisabetta Burgassi e Stefano Campazzi, preferiscono considerarlo il "salotto di casa", per la calda accoglienza e le morbide luci che ti fanno sentire in pieno relax.
Partiamo dagli antipasti: il lonzino di maiale con carpaccio di pere e parmigiano; il petto di oca affumicato alle erbe fini; i crostini con le loro salse calde servite su lanterne. Per i primi piatti: le treccine di ricotta oppure, un piatto veramente sorprendente, gli gnocchi di patate in un cestino di parmigiano con fonduta e noci. Come secondo fatevi portare la ciccia di manzo cotta sui sassi della Sterza, un fiumiciattolo dal quale questi sassi vengono prelevati, e magari fatevi spiegare il perché vengono adoperati in cucina, è una sorpresa! Naturalmente abbiamo elencato solo alcune delle specialità del ristorante, ma vi assicuriamo che le altre quindici voci in carta sono allo stesso livello. Da ultimo vogliamo citare il grande giardino prospiciente il ristorante. D'estate, sotto i grandi alberi, è delizioso mangiare al fresco.

La Gatta e la Luna
Via Provinciale delle Colline Livornesi 1
Valtriano di Fauglia (Pisa)
Tel. 050644013

Nel verde della campagna, a 10 km da Pisa, 12 km da Livorno, 55 km da Firenze, con la Fi-Pi-Li, uscita Lavoria

Giorno di chiusura: d'estate sempre aperto
Carte tutte
Prezzo medio euro 30
La prenotazione è consigliabile

La gatta e la luna
La ricetta
Gnocchi di patate in cestino di parmigiano e fonduta

Ingredienti:
600 g gnocchi ripieni al formaggio
80 g parmigiano reggiano
60 g panna fresca
30 g noci spezzate

per il cestino
120 g parmigiano reggiano

Preparazione:
In una padellina antiaderente stendere 120 g di parmigiano precedentemente grattugiato, quando comincia a fondersi e a prendere colore rovesciarlo in una formina e lasciarlo raffreddare.
In una padella versare la panna e 80 g di parmigiano e fare una piccola fonduta, saltarci gli gnocchi precedentemente lessati in acqua salata e versarli nel cestino di parmigiano raffreddato.
Spolverare con le noci triturate. Ottimo!