la festa della miseria_02
È una delle più antiche feste popolari e tradizionali della Toscana, arrivata quest'anno alla 432esima edizione. Con questa rievocazione si vuole ricordare la carestia, dovuta all'invasione spagnola, che nel 1512 colpì Vernio e tutta la valle del Bisenzio, e la generosità dei conti Bardi che distribuirono ai sudditi affamati polenta di castagne, aringhe e baccalà.
la festa della miseria_03
A gestire e organizzare l'intera giornata, coinvolgendo tutto il paese, è l'altrettanto antica "Società della Miseria", insieme al Comune di Vernio.

All'origine la festa si svolgeva nel mercoledì delle Ceneri, poi dalla fine degli anni '60, per consentire la maggiore partecipazione possibile della popolazione, la rievocazione storica della Festa della polenta, detta anche "Pulendina", si svolge la prima domenica di Quaresima, quest'anno il 10 febbraio, nella piazza principale di San Quirico.
Alle ore 9 è previsto il corteo storico con oltre 700 figuranti provenienti da varie parti della Toscana, con partenza dalla località Le Piana di Mercatale di Vernio per arrivare a San Quirico. Qui alle 12.30 verrà letta in pompa magna la Storica Pergamena e alle 13 saranno distribuite alle autorità polenta, aringhe e baccalà. La festa prosegue nel pomeriggio dalle 14 alle 19, con la distribuzione a tutti di oltre quattromila porzioni di polenta, mentre si susseguiranno le esibizioni dei gruppi storici ospiti della festa.

Info: tel. 0574957458

la festa della miseria_01