La Biblioteca Comunale Lazzerini, realizzata in un ex edificio industriale, con 250.000 volumi e le innovazioni tecnologiche è un punto di riferimento per i cittadini pratesi

Scritto da Giulia Caruso |    Luglio 2011    |    Pag.

Giornalista Si è formata professionalmente come collaboratrice stabile della cronaca toscana de l'Unità, redazione cultura e spettacoli, dal '90 al '97, per la quale si è occupata di musica - in prevalenza rock - moda, costume e cinema. Attualmente collabora con il Corriere di Firenze per il quale è corrispondente per la cronaca locale da Empoli, e per il mensile Rockstar. Esperta di linguaggi e culture giovanili, di viaggi e turismo, è inoltre appassionata di enogastronomia.


Ex Cimatoria Campolmi prima del restauro

La maestosa ciminiera dell'Ex Cimatoria Campolmi, simbolo della storia produttiva di Prato, incarna perfettamente lo spirito della nuova Biblioteca "Alessandro Lazzerini". L'edificio che la accoglie, insieme al Museo del Tessuto, è uno dei maggiori esempi di archeologia industriale in Italia. Una cornice ideale per accogliere questa "Fabbrica della Cultura", come la definisce l'assessore Anna Beltrame, «punto di riferimento e di aggregazione per tutti i cittadini, luogo di incontro tra culture e allo stesso tempo, centro di documentazione della memoria storica del territorio». E come testimoniano i numerosi convegni di studio, conferenze e seminari su scrittori e personalità pratesi, con particolare attenzione alla figura e all'opera di Curzio Malaparte.

Ex fabbrica
Frutto di un sapiente restauro dell'ottocentesca fabbrica Campolmi che a sua volta era sorta su un edificio del ‘400, il progetto curato dall'architetto Marco Mattei è stato compiuto rispettando le caratteristiche storiche della costruzione, e valorizzandole. Ne è un esempio la volta in cemento armato a sesto acuto della sala d'ingresso, con la facciata a vetri su cui si specchiano le mura trecentesche e il cielo. Realizzato con un investimento di oltre 30 milioni di euro, grazie anche ai finanziamenti della Comunità Europea, è solo un primo passo del recupero dell'intera area con il restauro delle mura trecentesche prospicienti, e continuerà nel prossimo futuro con il recupero dell'area che da via Pomeria porta al Castello.
Inaugurata il 16 novembre 2009, la Lazzerini rappresenta un modello innovativo anche internazionale. «Ne è un esempio il grande interesse che la struttura pratese ha suscitato al convegno "Cities, spaces, libraries", promosso dal Goethe Institut di Roma e tenutosi lo scorso mese di maggio, - dice il direttore Franco Neri -; una biblioteca pubblica è tale quando è abitata e vissuta dai cittadini di una comunità, in tutta la varietà delle sue articolazioni sociali e istituzionali e deve riflettere la contemporaneità e la memoria, il futuro e il radicamento in una storia».
La biblioteca che si estende su uno spazio di 5.300 mq è dotata di 250.000 volumi, 17.000 libri per ragazzi e bambini e 46.000 testi in lingue straniere. A disposizione del pubblico, 100 pc e 560 posti lettura. Connessione wi-fi in ogni sala, visione di film e tv satellitare, stazioni per l'ascolto della musica. È attiva la rete press-display che permette di consultare circa 1700 giornali da tutto il mondo.

Polo multiculturale
Insieme al Centro di Documentazione Città di Arezzo, la Lazzerini è Polo regionale di documentazione interculturale. Accoglie la collezione storica dell'Istituto Francese di Firenze con le collezioni di italianistica e orientalistica. Un servizio navetta settimanale permette agli utenti pratesi di usufruire del prestito. Spettacoli teatrali e concerti, come la rassegna delle migliori orchestre, ne fanno uno dei punti di maggiore interesse dell'"Estate pratese". Segnaliamo la rassegna "Cities like me", un piccolo festival delle città del mondo raccontate da artisti e viaggiatori pratesi, a cura dalla compagnia teatrale Tpo. Un itinerario che si snoda da Reykjavik a Londra, da Berlino a Belgrado, a Melbourne, Buenos Aires, Damasco e Shanghai. Racconti, interviste, musiche e immagini da gustare al Caffè, al fresco su piazzetta Campolmi


Alimenta la mente - Punto prestito al Parco*Prato

Da giugno la Biblioteca Lazzerini ha aperto un nuovo punto prestito presso lo Spazio Soci Coop del Centro commerciale Parco*Prato con più di 1000 titoli fra best seller, gialli e saggistica, libri per bambini e fumetti e testi in arabo e in cinese. L'iniziativa fa parte del progetto "Alimenta gratis la mente", promosso da Regione Toscana, Unicoop Firenze e Unicoop Tirreno. Aperto mercoledì dalle 12.30-15.30, venerdì dalle 16 alle 19, e la seconda domenica del mese dalle 10.30 alle 12.30.

Biblioteca comunale Lazzerini
Via Puccetti 3
Tel 05741837800 - 05741837800
Fax 05741837444
Lunedì ore 14-20.30; martedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 9-20.30; giovedì ore 9- 23; aperta anche la domenica dalle 9- 13 www.bibliotecalazzerini.prato.it
E-mail lazzerini@comune.prato.it

Galleria fotografica