Dal sud del mondo in Toscana: ecco il camper con i protagonisti dei progetti umanitari di Unicoop Firenze

Vengono dal Perù, dove lottano per difendere i diritti dei bambini contro lo sfruttamento e il maltrattamento sui luoghi di lavoro. Dal Burkina Faso, uno dei paesi più poveri del mondo, dove due bambini su tre non sono neanche registrati all'anagrafe. E da tanti altri luoghi del sud del pianeta, per farci conoscere la loro cultura e la loro diversità. Come accade ormai da qualche anno, dal 13 al 30 novembre, il camper della Compagnia del Cuore sarà in viaggio per la Toscana come una vera e propria carovana.

La delegazione però è più nutrita rispetto agli anni passati: arriveranno a Firenze in 24. Accanto ai 6 ragazzi peruviani del sindacato Mantoc, ci sono 6 filippini, 2 burkinabè, 4 brasiliani, 2 libanesi, un operatore sociale del Kenya, un camerunense e due donne indiane della fabbrica di camicie. Sono i "testimonial" di alcuni dei tanti progetti del Cuore si scioglie che quest'anno ha compiuto dieci anni di vita.

Lo scorso anno furono organizzati oltre cinquanta incontri con centinaia di persone: giovanissimi, studenti, ma anche esponenti del sindacato e del mondo imprenditoriale. Quest'anno si replica. Il tour coinvolgerà scuole, università, parrocchie, l'associazionismo. E scatenerà sicuramente le stessa curiosità, la voglia di conoscere condizioni di vita così lontane da noi. Mentre i ragazzi della Compagnia del cuore, per una volta protagonisti, risponderanno, talvolta commossi e increduli. Non possono credere che le loro vicende di vita possano sollecitare una tale carica di interesse e solidarietà.

Info: www.ilcuoresiscioglie.it

 


Notizie correlate

Il dicembre del Cuore

Adozioni a distanza, tre progetti in Africa e poi un centro di riabilitazione a Firenze e una campagna per la legalità e contro le mafie