Ritiri e richiami di prodotti che possono nuocere alla salute

Scritto da La Redazione |    Marzo 2014    |    Pag. 15

Quando un prodotto potrebbe essere pericoloso per la salute di chi l’ha comprato, non solo viene ritirato dai punti vendita Coop, ma si cerca di avvisare clienti e soci che l’hanno acquistato perché non lo consumino o non lo utilizzino.

Questo avviene con l’affissione di cartelli nei negozi, e pubblicando gli avvisi su internet nel sito www.e-coop.it; il link a questa pagina c’è anche su www.coopfirenze.it sulla colonna di destra, dopo i depliant pubblicitari.

Soci e clienti potranno riconsegnare il prodotto nel punto vendita dove l’hanno acquistato per la sostituzione o il rimborso. Se il prodotto è commercializzato solo in alcune aree geografiche, sono indicati i punti vendita specifici dove lo stesso è stato venduto.

Un esempio, segnalato a gennaio, di contaminazione da allergeni: biscotti dichiarati in etichetta senza latte, mentre alle analisi successive condotte dalla stessa ditta produttrice si sono rilevate tracce di latte.

Non si troveranno, invece, i ritiri volontari, ovvero con provvedimenti precauzionali se il difetto o la non conformità non pongono problemi di salute, ma sono di carattere merceologico ed errori od omissioni in etichetta.