Intitolato a due figure storiche della Resistenza il nuovo Centro di documentazione sull'antifascismo

Scritto da Giovanni Lombardi |    Ottobre 2005    |    Pag.

Docente e direttore del periodico "Il segno di Empoli" E' nato e vive a Empoli. Giornalista professionista dal 1959, è stato docente negli Istituti Superiori e all'Università di Firenze. Critico teatrale e direttore artistico del Teatro Shalom di Empoli. Fra le sue opere, il volume "Agenda d'incontri", edito da Polistampa.

È stato intitolato alla memoria di Rina Chiarini e di Remo Scappini il nuovo Centro di documentazione sull'antifascismo, la Resistenza e la storia contemporanea di Empoli, inaugurato recentemente.
Marito e moglie, entrambi empolesi , furono tra i principali protagonisti della lotta di Liberazione: per il suo contributo alla Resistenza Rina Chiarini fu insignita della medaglia d'argento al valor militare.
Anche Remo Scappini pagò a caro prezzo il suo antifascismo, ma 12 anni di carcere duro non lo piegarono. Fu a capo della rivolta del popolo genovese contro i nazifascisti , e come presidente del Comitato di Liberazione della Liguria ricevette nelle sue mani la resa delle truppe tedesche comandate dal generale Meinhof .

L'archivio conserva anche alcuni libri personali di Schiappini , che pur essendo di famiglia contadina aveva ben compreso il ruolo fondamentale della cultura per la crescita politica delle classi popolari. Il Centro non sarà utilizzato solo per la raccolta del materiale documentario, ma diventerà luogo di analisi e di confronto su temi sempre di grande attualità, come libertà e democrazia.
Un riconoscimento importante e meritato per Empoli, che con i suoi 500 volontari nell'esercito di liberazione è stato uno dei punti nevralgici dell'antifascismo in Toscana, aprendo nuove prospettive all'Italia.

Contemporaneamente è uscito il libro di Nada Parri "La vita amara", in cui l'autrice, già sindaco di Cerreto Guidi, racconta la sua esperienza di donna partigiana (la prefazione è firmata dal professor Ivan Tognarini , presidente dell'Istituto storico toscano della Resistenza).
Presentato al convento degli Agostiniani dal professor Marcello Rossi, direttore della rivista fiorentina Il Ponte, il libro sarà diffuso nelle scuole.


Archivio storico della Resistenza empolese, via Torricelli 58 (zona Carraia), Empoli