Un itinerario per visitare il gioiello dei Borboni, fra sontuose sale e un parco immenso

Scritto da Càrola Ciotti |    Giugno 2006    |    Pag.

Fotografa. Collabora dal 1994 con l'Informatore, soprattutto realizzando immagini, ma ultimamente anche scrivendo testi. Ha iniziato a fotografare nel 1979 dedicandosi da subito allo sviluppo e alla stampa delle proprie immagini in bianco e nero. Nel 1987, dopo alcuni anni di collaborazione con professionisti, apre un proprio studio. Portata alla ritrattistica e alla moda, non trascura il reportage e la fotografia naturalistica. In varie esposizioni ha presentato il frutto di una ricerca sul corpo e sul volto femminile.
Ha partecipato come fotografa ufficiale al festival "France Cinéma". Sue fotografie sono apparse su libri, cataloghi e riviste.

Il tesoro del sud 3
I suoi 44.000 mq di superficie,
comprendenti ben 1200 stanze, 1790 finestre e 34 scale di collegamento interno, la fanno annoverare tra i più vasti e maestosi palazzi italiani. Capolavoro del famoso architetto Luigi Vanvitelli, la Reggia di Caserta rappresenta un autentico tesoro del nostro Sud e ancora oggi conserva un fascino ed un'atmosfera unici. Voluta da Carlo III di Borbone, che la fece erigere per celebrare i fasti supremi del suo regno, vide la posa della prima pietra il 20 gennaio 1752. I lavori durarono oltre vent'anni. Della stupenda dimora reale fanno parte anche un vastissimo e magnifico parco, dove si trovano moltissime statue, immense fontane e angoli suggestivi. Da non perdere il famoso giardino inglese, ricco d'ogni genere di piante ed alberi esotici e percorso da romantici sentieri. Per chiunque ami l'arte e la bellezza, una visita alla Reggia di Caserta è occasione ideale per ammirare opere uniche e ritemprare lo spirito in un'atmosfera densa di magia, che ci riporta in un mondo ormai scomparso.

Il tesoro del sud 1
La visita di tutto il complesso
richiederebbe almeno un'intera giornata e, organizzandosi bene, è possibile avere il tempo di godersi molti degli angoli migliori di questo luogo. Sebbene la Reggia si trovi in città, ubicazione che facilita molto la sua raggiungibilità, il silenzio e la pace dominano nel parco e, in special modo, nel giardino inglese.
La parte di edificio che ospita gli appartamenti reali è quella divenuta museo, e quindi è aperta al pubblico. L'immenso scalone di accesso a questa parte del palazzo già annuncia la fastosità delle sale che seguiranno. È possibile ammirare i saloni di rappresentanza così come le stanze private dei sovrani, la biblioteca, la sala del Trono, il fumoir, la stanza delle Dame di Corte. Ogni ambiente è diversamente arredato e decorato con grandissimo uso di stucchi, dorature, dipinti, affreschi e suppellettili di ogni genere. Le immense finestre donano agli ambienti una luce particolarmente morbida, che ne esalta l'atmosfera.

Terminata la visita agli appartamenti possiamo dedicarci alla passeggiata nel parco, magari dopo una sosta al bar o al ristorante interni alla Reggia, dove si può consumare un buon pasto a prezzi accessibili. È possibile, comunque, anche sostare in una delle apposite aree attrezzate per consumare un pranzo "al sacco". Sono tre i chilometri da percorrere per arrivare alla fine del parco, conviene perciò, almeno all'andata (quasi tutta in salita), usufruire del comodo bus navetta che, per un euro, ci accompagnerà fino alla fontana di Diana e Atteone e all'ingresso del giardino inglese.
Le simmetrie, i giochi d'acqua e tutta la prospettiva del parco sono affascinanti; mentre del giardino inglese colpisce la bellezza delle piante e l'armonia dei viali, dove si può passeggiare contemplando, immersi in una pace unica, tanta bellezza. Tornare poi a piedi verso il palazzo reale completerà un'esperienza che, forse, solo visitando Versailles si potrebbe sperare di vivere.



Viaggi da soci

Il tesoro del sud 2
Partenza il 30 giugno in pullman, con arrivo a Caserta verso le 10. Visita della Reggia e dei Giardini, pranzo libero, nel pomeriggio trasferimento a San Leucio con giro guidato del centro medievale e, tempo permettendo, visita dell'antico opificio serico, dove la seta viene ancora lavorata alla maniera tradizionale. Al termine trasferimento in hotel, cena e pernottamento. Il 1° luglio l'intera giornata è dedicata all'escursione guidata ai Campi Flegrei e alla scoperta di località e bellezze artistiche più sconosciute ma molto interessanti, comprese tra Capo Posillipo, Capo Miseno, Monte Procida e il Lago di Patria. Visita della Solfatara e dell'Anfiteatro di Pozzuoli, con sosta per il pranzo sul Lago di Averno. Nel pomeriggio visita al parco archeologico di Baia Cuma. Rientro in hotel e pernottamento.

Il 2 luglio la mattinata è dedicata alla visita guidata del centro storico di Napoli, per ammirare Piazza del Plebiscito, il Municipio, il Teatro San Carlo, la Galleria Umberto, la chiesa e il chiostro di Santa Chiara. Pranzo in una tipica pizzeria del centro, quindi partenza per il rientro in Toscana.

Quota individuale di partecipazione 240 euro
Supplemento camera singola 60 euro
Costo individuale gestione pratica 10 euro

Minimo 35 partecipanti

La quota comprende: viaggio in pullman, sistemazione in hotel 4 stelle nei dintorni di Napoli, trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell'ultimo, servizi guida, accompagnatore, assicurazione sanitaria-bagaglio-annullamento.

La quota non comprende: le bevande ai pasti, gli ingressi, le mance e gli extra di carattere personale.

Info: Argonauta viaggi, tel. 0552342777


INFORMAZIONI UTILI
La reggia in pratica

Per arrivare alla Reggia uscire al casello Caserta nord sulla A1. Ingresso appartamenti euro 4,20, ingresso parco euro 2, ingresso cumulativo euro 6. Metà prezzo per i cittadini dell'Unione europea tra i 18 e i 25 anni e per i docenti statali.

Ingresso gratuito: cittadini dell'Unione europea di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 65 anni; docenti e studenti di alcune facoltà, tra cui Architettura e Conservazione dei Beni Culturali. Parcheggio sotterraneo euro 3 al giorno. Entrare con la propria bici costa un euro in più del costo base.

Orario: giugno, luglio e agosto 8.30-18, ma negli appartamenti si può entrare fino alle 19. A settembre la chiusura del parco è anticipata alle 17,30, ad ottobre alle 16,30.

Giorno di chiusura: martedì.

Info: biglietteria tel. 082 3448084, Ente provinciale per il turismo tel. 082 3322233, www.reggiadicaserta.org