A Terni arrivano da tutto il mondo per giurarsi l’amore eterno. Grandi festeggiamenti per il patrono degli innamorati e della città

Scritto da Giulia Caruso |    Febbraio 2009    |    Pag.

Giornalista Si è formata professionalmente come collaboratrice stabile della cronaca toscana de l'Unità, redazione cultura e spettacoli, dal '90 al '97, per la quale si è occupata di musica - in prevalenza rock - moda, costume e cinema. Attualmente collabora con il Corriere di Firenze per il quale è corrispondente per la cronaca locale da Empoli, e per il mensile Rockstar. Esperta di linguaggi e culture giovanili, di viaggi e turismo, è inoltre appassionata di enogastronomia.

La città degli innamorati? Più che a Verona, patria di Romeo e Giulietta, il titolo di capitale dell’amore spetta a Terni, dove tra il II e III secolo nacque Valentino, vescovo e martire, che a furor di popolo, nel corso dei secoli, si è guadagnato l’appellativo di patrono, non solo di tutte le coppie che si amano sul serio ma anche di nume tutelare ante litteram, dei matrimoni “misti”, oggi di grande attualità, perchè celebrò il matrimonio fra il legionario romano Sabino ed la giovane cristiana, Serapia.

A Valentino toccò la palma del martirio il 14 febbraio 273 d.C. per ordine del prefetto Placido Furio durante le persecuzioni scatenate dall’imperatore Aurelio.
Era stato accusato di aver sostituito con un rito cristiano l’antica ricorrenza pagana dei Lupercalia, dedicati al dio Lupercus, protettore della fertilità.
La sua vita, dedita all’apostolato e nobilitata dal martirio, indusse nel 1644 i cittadini a proclamarlo patrono di Terni.

Ma la notorietà internazionale di San Valentino si deve alla leggenda, nata secondo alcune fonti nei paesi anglosassoni, per cui il santo era solito donare un fiore del suo giardino ai giovani che andavano a trovarlo.
Sembra che tra due di questi giovani visitatori sbocciasse l’amore e che essi convolassero felicemente a giuste nozze.
Da allora gli innamorati, che in segno di buon augurio, si recavano far visita a San Valentino, divennero così numerosi da indurlo a dedicare un giorno dell’anno a una benedizione nuziale generale.

A Terni per amore

Ancora oggi, il 14 febbraio per la Festa della Promessa, le coppie di fidanzati che giungono a Terni, da diverse parti del mondo, si scambiano un voto d’amore e per l’occasione anche molti sposi, festeggiano le nozze d’oro e d’argento.

Per buona parte del mese, la graziosa città umbra rende omaggio al suo patrono, con solenni celebrazioni liturgiche a cui fa da cornice una girandola di feste in piazza, concerti, letture di poesie, balli e iniziative ispirate alla forza evocativa del santo dell’amore.

Momento clou delle celebrazioni, il Premio Internazionale San Valentino, quest’anno alla 30a edizione.
Organizzato dal Comitato per la premiazione di un messaggio d’amore,con il patrocinio della Regione Umbria, del Comune e della Provincia di Terni, il “San Valentino d’oro” è destinato ai grandi nomi della cultura, della politica, della scienza, dello spettacolo che si sono distinti per l’impegno profuso a favore della pace e della solidarietà.

La cerimonia di premiazione che si svolge in Palazzo Primavera, ha avuto come protagonisti, nel corso degli anni, personalità come Sarim Nuseibeh, David Grossman, Mikhail Gorbaciov, Ibrahim Rugova e Kerry Kennedy, premiata nel 2008, impegnata in importanti campagne a sostegno dei diritti civili nel mondo e fondatrice del Robert F. Kennedy Memorial Center for Human Rights e presidente della Robert F. Kennedy Foundation of Europe Onlus.

Le manifestazioni valentiniane, anche per quest’anno, offrono alla città un ricco calendario di eventi che prevede anche incontri con alunni e studenti di tutte le scuole con iniziative nel segno della pace, tavole rotonde e anche incontri con psicologi ed esperti, allo scopo di svelare, anche ai più giovani, magari solo in minima parte, qualcosa dell’arcano che circonda il più complesso e misterioso dei sentimenti umani: l’amore.

Ditelo con un viaggio

Se Cupido, alla faccia della crisi economica, fa ancora scoccare i suoi dardi, i fiorai incrociano le dita e fanno scongiuri sperando di vendere qualche rosa rossa in più dell’anno scorso.
E se l’omaggio floreale, malgrado i prezzi esorbitanti, resta in cima alle preferenze degli innamorati di ogni età, le agenzie di viaggio offrono pacchetti low cost per tutte le tasche, a Parigi o Venezia, da sempre, classiche mete di “fughe d’amore”. Non mancano offerte per week end “roventi”, magari a Sharm El Sheik. Tra le proposte più sfiziose, mini soggiorni alle terme o in una spa, tra saune e massaggi profumati da condividere con l’amato bene.

Pare che l’ultima tentazione sia il fine settimana in un agriturismo con annessa beauty farm che offre un trattamento a base di vinoterapia, capace di regalare una pelle di velluto, per provare l’ebbrezza di un bacio durante un idromassaggio al vino doc.

Come tradizione comanda molti ristoranti ed enoteche proporranno cenette romantiche a lume di candela, magari a prezzi stracciati visti i tempi grami.

Ma c’è chi allegramente preferisce “snobbare” San Valentino ed è il 40 per cento dei giovani italiani tra i 20 e i 30 anni - come risulta da una recente indagine - che dichiara di non festeggiare in nessun modo l’evento, sottolineando come il capriccioso dio dell’amore non abbia bisogno di feste comandate.

La mostra

Cuori infranti

In 35 artisti si sono messi a giocare con il tema dell'amore, con poesie, disegni, dipinti e foto.

Ne è nata una mostra varia, vivace e curiosa che sarà inaugurata, guarda caso, sabato 14 febbraio alle 17 a Fiesole, presso la Basilica di Sant’Alessandro (via San Francesco).

La mostra è curata da Stefano Giraldi e all’inaugurazione sarà presentata da Ugo Barlozzetti e Daniele Lucca e  gli interventi musicali di Ellade Bandini e Daniele Pelizzari, della Banda Elastica Pellizza.

Il giorno dopo, domenica 15 febbraio sempre alle 17, Mario Spezi presenterà “L'angolo buio del cuore”, romanzo di Simona Cherubini. Ingresso libero.

Info: 057331103, 3338256123

 


 

 

Foto G.C. Diocesi di Terni, Narni e Amelia

Nelle foto: Terni, Festeggiamenti per San Valentino, Basilica di San Valentino, altare con il santo

 

 


Notizie correlate

L'amore in bocca

Per San Valentino sono tra i regali più classici. Quando sono nati, come sono diventati famosi