A Cavriglia non solo trekking

Il parco ritrovato
Per chi ama camminare in mezzo ai boschi è senza dubbio una meta ideale Perché al Parco naturale di Cavriglia (Arezzo) i sentieri di trekking si intrecciano in oltre 600 ettari di verde sulle colline tra il Chianti e il Valdarno. Avendo tempo - e fiato - si può anche andare a piedi da Firenze a Siena. Oppure fermarsi a godere delle bellezze del parco che offre molte opportunità per chi desidera trascorrere qualche giorno a contatto con la natura. La gestione del parco è affidata alla Cooperativa Portabagagli di Firenze che un paio di anni fa ha acquistato l'albergo e il ristorante procedendo a una radicale ristrutturazione. Il campeggio dispone di 100 piazzole 10 bungalow e piscina riscaldata; l'ostello è stato trasformato in un vero e proprio albergo con 30 camere tutte dotate di servizi privati. C'è anche un pub con musica dal vivo. Un'altra attrazione del parco di Cavriglia sono gli animali alcuni dei quali vivono in libertà: ci sono i lama i bufali una piccola famigliola di bisonti e perfino tre orsi. Si può andare a cavallo osservare gli uccelli nel loro habitat naturale o fare un tuffo in piscina e quando arriva l'ora di pranzo gustarsi una bella grigliata in uno dei tanti barbecue attrezzati che si trovano all'interno del parco.
Insomma c'è più di un buon motivo per fare una puntatina a Cavriglia. E per i soci Coop ce n'è uno in più: uno sconto del 10 per cento sulle tariffe applicate a ristorante albergo e campeggio.

Il parco di Cavriglia è anche su internet al sito www.parcocavriglia.com; E-Mail: info@parcocavriglia.com