Piante e fiori protagonisti di iniziative e manifestazioni

Fucecchio.

Il mese fiorito
Tappeti floreali a tema prevalentemente religioso (vi passerà poi sopra la solenne processione del Corpus Domini) realizzati impiegando svariate decine di migliaia di fiori (garofani, rose, statice, lilium, crisantemina...) provenienti dalle vicine serre del pistoiese o dalle campagne circostanti, come la ginestra, o donati dalla cittadinanza, specialmente il verde come l'alloro e il bosso. E' l'Infiorata di Fucecchio, in programma quest'anno domenica 29 maggio.

I lavori iniziano il sabato pomeriggio con la realizzazione dei tre quadri vincitori del concorso "Alvaro Borgioli, un bozzetto per l'infiorata" (uno per la prima, uno per la seconda ed uno per la terza classe delle scuole medie) e verranno realizzati dagli stessi ragazzi delle scuole.
Dopo le 21 inizieranno i maestri infioratori ed i loro lavori si protrarranno tutta la notte per essere pronti la mattina del 29 maggio alle 9, quando potranno essere ammirati in tutto il loro splendore fino al passaggio della processione, verso le 11.
I quadri saranno realizzati come ormai tradizione in corso Matteotti, via Nelli, via Machiavelli e via Donateschi fino a coprire una superficie di circa un chilometro.

La domenica è in programma anche la quindicesima edizione di "Stranidea - mercatino delle cose strane", dove sarà possibile trovare deliziosi oggetti di artigianato.

Informazioni presso la Proloco Fucecchio, tel. 0571242717, www.prolocofucecchio.it

Larciano.

L'arte della lavorazione delle erbe palustri sarà al centro della festa che si terrà a Castelmartini (Larciano - PT), a pochi chilometri dalla riserva naturale del Padule di Fucecchio, durante l'intera giornata di domenica 22 maggio, dalle ore 9 alle 20.
Artigiani locali daranno dimostrazioni pratiche delle antiche tecniche di lavorazione delle erbe palustri e gli interessati potranno sperimentare dal vivo le tecniche di intreccio e impagliatura.

Per tutta la giornata rimarrà aperto il centro visite della Riserva, dove sarà possibile vedere mostre fotografiche e partecipare ad attività rivolte ai ragazzi e alle loro famiglie o assistere alla proiezione di documentari sul Padule di Fucecchio. Sarà anche possibile visitare l'area protetta insieme alle guide ambientali escursionistiche specializzate del Centro, che accompagneranno gratuitamente tutti gli interessati alla scoperta della storia, della flora e della fauna del Padule; l'osservatorio faunistico rimarrà aperto per le attività di bird watching.

Previsti anche un mercatino dei prodotti biologici, delle piante aromatiche e del piccolo artigianato tradizionale, la degustazione di piatti e prodotti tipici locali, la riproposizione di giochi tradizionali sul prato ed un concerto di musica popolare.

Per informazioni tel. 0573 84540

Firenze.

E'
Il mese fiorito 2
uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti dei fiori, quello con il concorso internazionale dell'Iris, quest'anno in programma dal 9 al 14 maggio, come sempre al Giardino dell'Iris di Piazzale Michelangelo.
I concorrenti partecipanti all'edizione numero 49 sono ibridatori provenienti da Australia, Canada, Francia, Germania, Italia e Usa, per 138 varietà delle quali 108 barbata alta e 20 barbata da bordura.

Il giardino - 18 mila metri quadrati in cui si possono ammirare 1500 varietà di iris in piena fioritura - è aperto dal 30 aprile fino al 20 maggio, dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19.
Ingresso gratuito.

Il 5 e 6 maggio la Società italiana dell'iris organizza un corso di introduzione all'ibridazione dell'iris, comprendente due lezioni teoriche e una pratica.

Informazioni: Società italiana dell'iris, tel. 055483112, www.irisfirenze.it

Il mese fiorito 3
Sono molte altre le iniziative sul tema
che si svolgono in Toscana, ne citiamo alcune per sommi capi, dando l'indicazione del numero telefonico per avere ulteriori informazioni.
Vicchio, 8 maggio, Festa di Primavera con fiera di fiori e piante (tel. 055 843921).
Impruneta
, 28 e 29 maggio, presso Villa Corsini a Mezzomonte, mostra mercato di rose in occasione di Chianti life, fiera di artigianato e d'arte, orario 10-20, ingresso gratuito (tel. 055 852638).
Vaglia, dal 27 al 29 maggio presso la Villa e il Parco Demidoff a Pratolino si svolge Ruralia, "festa della campagna e della ruralità fiorentina" (tel. 055 845271).
Scarperia, 29 maggio, infiorata per levie e le piazze del centro storico (tel. 055 8468165, 055 843161)

LUCIGNANO
I mille fiori della Maggiolata

Il mese fiorito 4
Una festa con mille colori e suoni, ma non solo: per il suo tenace evocare un passato neanche troppo lontano, per il ribollire delle passioni dei vari rioni, per il forte legame con le antiche celebrazioni agresti toscane per l'arrivo della bella stagione, rito propiziatorio teso a favorire abbondanti raccolti.

Le ultime due domeniche di maggio il centro storico di Lucignano, antico ed incontaminato borgo medievale della Val di Chiana, diviso in quattro contrade, diviene un'ideale serra ricolma di fiori dai mille colori e profumi. Le strade del paese, gli stretti e caratteristici vicoli, i balconi e gli archi sono tutti ricoperti di composizioni floreali, tra le quali spicca il giallo intenso delle ginestre, che qui vengono comunemente chiamate "maggio", da cui il nome "Maggiolata".

Splendidi carri allegorici realizzati con migliaia di fiori freschi, circa 30.000 per ogni carro, frutto del lavoro, della pazienza e della passione dei contradaioli, sfilano lungo il borgo principale di Lucignano, per aggiudicarsi l'ambito premio per il carro più bello, accompagnati dal "carroccio" comunale trainato da bianchi buoi Chianini, per l'occasione acconciati a festa con fiocchi e nappe rosse (omaggio alla civiltà contadina) e preceduti da un corteo storico con personaggi vestiti con abiti d'epoca, che annuncia, al suono di chiarine e tamburi, l'inizio della festa.

Sono presenti alla sfilata anche vari gruppi folcloristici provenienti da ogni parte d'Italia e a volte anche di altre nazioni, che con i loro allegri motivi musicali concorrono a dare alla "Maggiolata" il giusto tono di vera e propria festa popolare.

La manifestazione, interrotta solo per pochi anni durante la guerra, vive quest'anno il suo 67° anniversario dell'era moderna.

Bellezze artistiche

Tra i monumenti più importanti si ricorda la Collegiata dedicata a San Michele Arcangelo, della fine del XVI secolo, con opere del '600 toscano ed un maestoso altare maggiore (1702-1704), opera dell'architetto Andrea Pozzo, autore anche della scalinata esterna (1712).

All'interno del Palazzo Comunale, anticamente sede del Tribunale (XIV secolo), si trova il Museo Civico, ove sono raccolte numerose opere provenienti da alcune chiese e oratori di Lucignano.

Alla destra del Palazzo Comunale è possibile ammirare la Chiesa di San Francesco, caratterizzata da una facciata a corsi alterni di arenaria e travertino e con portale strombato. All'interno meritano di essere osservati pregevoli affreschi di Bartolo di Fredi (in particolare, lo straordinario "Trionfo della Morte") e di Taddeo di Bartolo, sculture lignee e un importante organo dell'inizio del '500. Sull'altare maggiore è collocato un Polittico di notevole fattura, opera attribuita al senese Luca di Tommè.

Nelle vicinanze del paese si possono visitare il Santuario della Madonna della Querce, realizzato su disegno vasariano, la Fortezza Medicea, voluta dal Granduca Cosimo de' Medici, il cinquecentesco Convento dei Padri Cappuccini e l'antica Pieve di San Felice della quale rimane solamente la torre campanaria, di epoca romanica, e una bellissima vetrata raffigurante San Biagio (XV secolo).

CORSO
Giardino e paesaggio

L'associazione culturale "Paesaggi e Giardini" di Firenze organizza nel mese di maggio 2005 corsi intensivi di disegno del giardino e del paesaggio. I corsi si svolgeranno en plein air, in orario pomeridiano, all'interno di un giardino storico; affronteranno - con le diverse tecniche del disegno dal vero, acquerello e pittura ad olio - la rappresentazione di tutti gli elementi che lo compongono: vedute del giardino e del paesaggio circostante, particolari botanici e della vegetazione, scorci architettonici e paesaggistici, sculture, elementi di arredo e particolari dei manufatti architettonici.

Ogni corso, della durata di 5 giorni (dal lunedì al venerdì), comprende 20 ore di lezioni tecnico-pratiche ed esercitazioni, che si svolgeranno in orario pomeridiano dalle ore 14 alle 18. Il costo dei corsi (a scelta fra disegno dal vero, acquerello e pittura a olio) è di € 352 a persona.

Info: associazione culturale "Paesaggi e Giardini", tel. 0554487156


CASTELFIORENTINO
Cantastorie e dintorni

Segnalazioni
Torna dal 19 al 22 maggio "In/canti & banchi", la festa dei cantastorie. L'edizione 2005 darà l'avvio a un lavoro di rilevamento per la creazione di una banca dati digitale per far divenire Castelfiorentino "la città dei cantastorie"; previsti come sempre spettacoli di alto livello sia artistico che di contenuto, adatti a tutti i tipi di pubblico: dalla serata inaugurale, che ospita uno dei nuovi gruppi emergenti del grande teatro di strada italiano, allo spettacolo domenicale con il gruppo musicale Bandaradan vincitore del premio per le arti di strada 2004 della regione Piemonte.

Il venerdì, come sempre dedicato ai cantastorie e agli affabulatori, passerà dal registro allegro e spensierato di Michele Roscica all'irriverente sproloquio di Alessandro Gigli.

Il sabato quest'anno è rigorosamente tutto al femminile: trentasei artiste donne - solo donne - che portano i loro contenuti, i loro punti di vista, i loro stili espressivi: le storie dure raccontate da Siliana Fedi o Elena Vesnaver, le movenze sensuali di Nefesh, le giocolerie semplici di Carleene e di Girosola, le canzoni di Antonella Natangelo e del trio Lunares, i silenzi della mima Francesca Krniak o dell'acrobata aerea Loretta Morrone.
E il finale con "Le vedove allegre s.p.a.", tredici donne protagoniste di un musical dove dentro c'è tutto, dramma e comicità, prosa e circo, musica e canto.