Scritto da Donatella Cirri |    Gennaio 2013    |    Pag.

Donatella Cirri, nata a Firenze il 28 Agosto del 1949, laureata in Storia e Filosofia presso l’università degli Studi di Firenze, e abilitata all’insegnamento di materie letterarie negli Istituti Superiori. Si è sempre dedicata all’insegnamento e allo studio della storia di Firenze con particolare riguardo alla famiglia Medici e della storia della cucina dagli Etruschi al 1800. Ha tenuto conferenze e seminari su vari argomenti, inerenti ai suoi studi, per associazioni pubbliche e private, e ha collaborato con vari Comuni per Rievocazioni Storiche. Attualmente collabora con gli eredi Artusi per le manifestazioni del centenario artusiano: gli stessi eredi, Luciano e Ricciardo, hanno diffuso a livello di varie manifestazioni il Giuramento del Cuoco da lei scritto. Dal settembre di quest’anno è Maestro dei Novizi della “Venerabile Compagnia dei Quochi”, un’associazione di grande prestigio risalente al XVIII sec. “La Vera Cucina Italiana” Ed. Olimpia, Firenze, III Ed. novembre 1992 “Il Libro dei Menù” Ed. Olimpia, Firenze, ottobre 1983 “I Banchetti nell’Età del Magnifico” Comunità Montana dell’Alto Mugello, Mugello e Val di Sieve, 1992 “La Civiltà della Tavola – Storia e Gastronomia dagli Etruschi ai Giorni Nostri” DVD – In collaborazione con “Interdigital Studio”, Arezzo, 1993/1994

Da questo mese parte una nuova rubrica, "Menù per tutte le stagioni", a cura di Donatella Cirri, con una caratteristica particolare: i menù presentati saranno composti da ricette facili da preparare, adatte anche a chi ha poca dimestichezza con i fornelli, veloci per chi non vuole o non può stare tanto in cucina, ed economici, qualità apprezzatissima a questi "chiari di luna".

Gli ingredienti, tutti stagionali, saranno reperibili con molta facilità in qualsiasi negozio Coop, dalle "Iper" alle "Mini"; le dosi si intendono sempre per quattro persone.

 

Antipasto: Insalata di finocchi e arance

Primo piatto: Spaghetti con cavolo nero e patate

Secondo piatto: Petto di pollo con porri e funghi

Dolce: Fette con le mele

 

Insalata di finocchi e arance

Ingredienti: un bel finocchio con la sua infiorescenza; 2 arance di media grandezza; sale, olio e pepe nero.

Sbucciare le arance, tagliarle a fette e dividerle a metà; affettare finemente il finocchio, lasciando da parte l'infiorescenza, tritata grossolana. Mescolare arance e finocchi, condire con olio e sale e lasciar riposare almeno 30 minuti: servire cospargendo con il trito di infiorescenza e con una macinatina di pepe fresco.

Per questa ricetta scegliete un finocchio tra quelli più "panciuti", popolarmente chiamati "femmine". Per le arance, sono preferibili le "bionde": se di buccia molto sottile, potrete anche usarle intere, naturalmente dopo essere state accuratamente lavate.

 

Spaghetti con cavolo e patate

Ingredienti: gr. 300 di spaghetti del tipo più grosso; gr. 100 di cavolo nero; 3 patate; 6 cucchiai di olio extravergine di oliva (del tipo per condire); gr. 50 di parmigiano grattugiato; gr. 50 di pecorino grattugiato.

Mettere sul fuoco l'acqua per la pasta in una pentola piuttosto capiente: quando bolle, oltre al sale, buttate le foglie di cavolo nero tritate e le patate sbucciate e tagliate a fettine sottili, insieme agli spaghetti. Quando saranno cotti, scolare il tutto e condire in una zuppiera con l'olio e i formaggi: girare velocemente e servire subito.

Per quel che riguarda il cavolo, sono indicate le foglie più piccole, private del gambo e sminuzzate grossolanamente, o le cimette se le trovate, quelle per intendersi da mangiare in insalata.

Il pecorino secco si trova già grattugiato in bustine.

Questi spaghetti vanno mangiati subito; se avanzano, conservateli in frigorifero e, il giorno dopo, saltateli in padella con l'aggiunta di un po' di olio e di formaggio.

 

Petto di pollo con porri e funghi

Ingredienti: gr. 300 di petto di pollo tagliato a bocconcini; un bel porro; un cucchiaio di trito di aglio e prezzemolo; un sacchetto di funghi misti secchi; 6 cucchiai d'olio; un cucchiaio di farina; sale e pepe nero.

Mettere i funghi a mollo in una tazza di acqua calda. In un tegame, soffriggere il porro tagliato finemente a fettine: quando sarà ben insaporito, unire il trito di aglio e prezzemolo e il pollo leggermente infarinato facendolo indorare bene a fiamma viva (attenzione a non bruciarlo!); quindi unire i funghi con metà della loro acqua, coprire e abbassare la fiamma, cuocendo per cinque minuti e facendo attenzione che non attacchi (se necessario, aggiungere acqua). Servire ben caldo.

I funghi secchi sono un po' costosi: si trovano in vendita delle bustine di funghi mesti, non solo porcini, ottimi per questa e altre ricette. L'aglio e il prezzemolo tritati insaporiscono e valorizzano molte ricette: è conveniente averne sempre a disposizione per cui, quando vi avanza un po' di tempo, tritatene un bel po' e conservatelo in frigorifero coperto di olio; se il gusto dell'aglio non dovesse piacere, preparare solo il prezzemolo.

 

Fette di pane con le mele

Ingredienti: 4 fette di pane, meglio se raffermo; 2 mele, preferibilmente del tipo "renette"; 2 cucchiai di uvetta; un cucchiaio di pinoli; 2 cucchiai di zucchero; gr. 20 di burro; un pizzico di cannella.

Tostare leggermente le fette di pane, strusciarle con metà burro e disporle in una pirofila. Disporre sopra ciascuna delle fettine di mele (meglio se sbucciate), dei fiocchetti di burro, un po' di zucchero, i pinoli e l'uvetta sciacquata precedentemente in acqua calda e ben scolata. Passare nel forno a 180°C per 10/15 minuti, finché le mele non si saranno ammorbidite, spolverare con un po' di cannella e servire caldo.

Questo dolce vi darà l'idea dello strudel, fatto con poca spesa e poco tempo. Per quel che riguarda le mele, potrete comunque usare il tipo che preferite o che avete a disposizione, anche se un po' "passate". Un consiglio: il pane avanzato, tagliatelo a fette e conservatelo nel freezer; al momento di usarlo basterà scongelarlo nel microonde o nel forno normale (10 minuti a 50/100°C): lo avrete pronto per questa e per molte altre ricette (zuppe, crostoni ecc...).

 

I tempi

Per ottimizzare i tempi di preparazione di questo menù, tenete presente che il pollo potrà essere preparato con largo anticipo, anche il giorno prima. Quindi iniziate preparando l'antipasto e il dolce; mentre si scalda l'acqua della pasta, preparate verdure e condimento; quando siete al secondo, mettete il dolce in forno per averlo pronto al momento giusto.

Buon appetito!


Notizie correlate

Cene italiane

Iniziative cultural-culinarie per festeggiare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia


Il quinto quarto

Le frattaglie in cucina. Ipocaloriche e ricche di ferro e vitamine. Occhio al colesterolo


La cucina dei gusti forti

Le ricette di Luciano Ghinassi. A ottobre in offerta per i soci


L’arte di utilizzare gli avanzi

Riedito il ricettario di Olindo Guerrini


Non è la solita zuppa!

Calda e rassicurante, è un piatto tipico della nostra tradizione gastronomica. Come realizzarla utilizzando anche gli "avanzi" di altre pietanze


Pranzo di Natale

Tante idee per un menù gustoso ed economico con i prodotti in offerta


Ricette romanzate

Caterina de' Medici e Nostradamus, ovvero l'astrologia in cucina