Scritto da Olivia Bongianni |    Giugno 2009    |    Pag.

Laureata in scienze della comunicazione con una tesi su "Il cuore si scioglie", è giornalista professionista.

Si è occupata di organizzazione di eventi e ha collaborato con alcuni uffici stampa. Ha scritto articoli per l'Unità.

Collabora con un'agenzia di comunicazione e ha scritto per la rivista "aut&aut" su tematiche relative all'innovazione nella Pubblica amministrazione.

È appassionata di lettura, cinema, calcio.

Spetta anche quest'anno alla Toscana, a pari merito con le Marche e la Liguria, il primato per le Bandiere Blu 2009, il riconoscimento alle località con acque di balneazione eccellenti assegnato dalla Fee (la Fondazione per l'educazione ambientale) in collaborazione con il Consorzio nazionale batterie esauste (Cobat).

Nella mappa del mare toscano doc, che conta 16 Bandiere, troviamo Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore e Viareggio (Lucca); Pisa con Marina di Pisa -Tirrenia - Calambrone; Livorno con Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, Marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo e Riotorto - Piombino con il parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto).

Tra i criteri di assegnazione della Bandiera blu ci sono l'assoluta validità delle acque di balneazione secondo regole più restrittive di quelle previste dalla normativa nazionale, ma anche la raccolta differenziata, la presenza di aree pedonali, di piste ciclabili e aree verdi, l'abbattimento delle barriere architettoniche. Per la prossima estate sono 113 i Comuni italiani che potranno fregiarsi del riconoscimento, rappresentativi di 227 spiagge.


Notizie correlate

A remi per il futuro

L'esperienza del Florence Dragon Lady, donne operate di tumore