Un libro di ricette e racconti scritti da personaggi dello spettacolo

Scritto da Bruno Santini |    Maggio 2010    |    Pag.

Attore e giornalista. Attore teatrale (con esperienze al fianco di S. Randone, E. M. Salerno, A. Asti...), cinematografico (in film di Pieraccioni, Monicelli, Panariello, Vanzina...) e televisivo (in fiction come 'La squadra', 'Carabinieri 2", "Vivere", "Questa casa non è un albergo"...). Giornalista dal 1990, è anche speaker ed autore radiofonico. E' il conduttore del programma televisivo "InformaCoop".

È disponibile nei punti vendita Unicoop (dove i soci potranno acquistarlo con un particolare sconto del 40% per tutto il mese di maggio) Il gusto delle parole (Romano Editore, 144 pagine, euro 15) una raccolta di diciotto racconti, accompagnati da altrettante ricette, scritti da alcuni volti noti dello spettacolo e della letteratura.

Il ricavato sarà destinato all'associazione La sordità non ha colore, per la costruzione a Boma, in Congo, dell'Istituto Florentia, in cui i bambini sordi saranno diagnosticati, curati, scolarizzati, abilitati e aiutati a inserirsi nella società.

«Quando Daniela Morozzi - ci spiega l'editore Roberta Capanni (nella foto in basso) - ci ha parlato dell'associazione e del progetto in Congo, abbiamo subito sposato e sostenuto l'iniziativa. Ci è parso naturale realizzare un libro che, inserito nella nostra collana "Insieme" (destinata a programmi di solidarietà) potesse permettere di contribuire, in modo concreto, a sostenere parte delle spese. Coinvolgere poi personaggi del mondo dello spettacolo è stato davvero facile: un giro di telefonate e di e-mail e i racconti sono cominciati ad arrivare».

Parliamo allora di questi racconti.
«Qualcuno si è affidato a ricordi della propria vita come per esempio Paolo Vallesi (vincitore dell'edizione 1991 del Festival di San Remo, categoria "giovani", con il brano Le persone inutili) che nel suo Petto di pollo e piselli, ci ha raccontato la prima cosa che ha cucinato da adolescente. Oppure come il livornese Emanuele Barresi (versatile autore, regista ed interprete) alle prese con una parmigiana da condividere con la propria fidanzata e realizzata grazie agli opportuni suggerimenti telefonici della mamma».
«Non mancano le situazioni paradossali - prosegue la Capanni - come il complicato incontro/scontro, descritto dalla "iena" Andrea Agresti, con un uovo di struzzo che non ne vuole sapere di rompersi».
Un libro insomma per tutti i gusti dove non mancano anche i momenti teneri e commoventi.

Se dovesse accettare l'invito a cena da uno dei 18 autori del volume, chi sceglierebbe?
«Non me ne vogliano gli altri ma sicuramente accetterei di sedermi a tavola con Ugo Chiti. Da grande drammaturgo e sceneggiatore qual è, ci ha regalato un incantevole racconto (Il borbottino di cavolelle dell'Albina) in cui una vecchia cuoca, svegliata nel cuore della notte dai signori della casa in cui lavora, è costretta ad improvvisare con pochi e umili ingredienti una cena per gli affamati commensali».

Una volta detto che gli autori hanno donato i loro racconti rinunciando a qualsiasi tipo di compenso, a noi non rimane che, diligentemente, ricordarli tutti: Andrea Agresti, Tiziana Aristarco, Emanuele Barresi, Giacomo Battiato, Marco Brogi, Federica Cifola, Ugo Chiti, Bruno Cortini, Anna Foglietta, Gaetano Gennai, Daniela Morozzi, Roberto Nobile, Paolino Ruffini, Bruno Santini, Sergio Staino, Carlina Torta, Paolo Vallesi, Marco Vichi.

Per maggiori informazioni: