Arriva l'estate, con ondate di calore africano

Scritto da Giampiero Maracchi |    Giugno 2017    |    Pag. 7

Presidente dell’Accademia dei Georgofili 

giugno meteo

Foto F. Giannoni

Giugno

L'estate inizia con il mese di giugno, il cui nome deriva probabilmente da Giunone, dea della fecondità. Il 21 il sole raggiunge il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno con le sue 15 ore e 30 minuti; nelle antiche civiltà era considerato un giorno sacro al dio Sole e festeggiato con fuochi che si accendevano nelle campagne in onore della divinità. Il cristianesimo fece sue queste tradizioni ponendo al 24 giugno la ricorrenza di San Giovanni Battista, che annunciava l’arrivo della luce rappresentata dal Cristo. I fochi di San Giovanni, che in molte campagne d’Europa, dalla Germania al mezzogiorno d’Italia, sono ancora un costume corrente, rappresentano il ricordo di questa tradizione.


Il clima si scalda

Ha inizio l’estate astronomica, aestas, dal verbo latino aestuare che significa “avvampare”; nei paesi del mezzogiorno d’Europa è il momento del gran caldo, che invita a non fare sforzi eccessivi. L’arrivo dell’estate meteorologica in Italia è determinata dall’estendersi dell’alta pressione dall’Atlantico, che devia le perturbazioni provenienti dal Nord-Atlantico sull’Europa continentale e tiene lontana la circolazione di aria fresca. L’alta pressione si centra sulle isole Azzorre. La tendenza degli ultimi anni è una saldatura dell’alta pressione sahariana con quella delle Azzorre, con conseguenti ondate di calore sul Mediterraneo e sull’Europa. La media mensile delle temperature massime è 28,5°C, delle minime 16,5°C, la media delle piogge raggiunge 55 millimetri, l’evaporazione è di 4,5 millimetri al giorno: l’acqua evaporata è quindi tre volte la pioggia caduta. La temperatura del mare è intorno ai 19°C. Prima del 1990 la circolazione delle masse d’aria nel 35% dei casi proveniva dall’Atlantico settentrionale e nel 60% dei casi da sud. Dal 1990 la frequenza delle provenienze da sud è diminuita.


Tempo di raccolti

È il mese della mietitura del grano (“Giugno, la falce in pugno”) e della solidarietà rurale, quando nelle aie delle case coloniche intere famiglie aiutavano i vicini a battere il grano, mentre le massaie preparavano allegri desinari a base di pasta fatta in casa, di conigli, anatre e polli in umido. In giugno si decide la raccolta delle olive: la fioritura, la cosiddetta “mignola”, termina infatti in questo mese. Per allegare (“di fiore, diventare frutto”, dal dizionario della lingua italiana Sabatini Coletti, ndr), infatti, il fiore ha bisogno di temperature al di sotto di 28°C e al di sopra di 18°C. Si comincia a valutare anche come sarà il raccolto dell’uva. San Barnaba, che ricorre l’11 giugno, decide della piovosità del periodo e della qualità del raccolto dell’uva (“Se piove per San Barnaba l'uva bianca se ne va, se piove mattina e sera se ne va la bianca e la nera”). I piccoli degli animali selvatici, come cinghiali e lepri, e degli uccelli sono ormai autosufficienti.


Giugno secondo Guccini

Giugno che sei maturità dell'anno, di te ringrazio Dio:

in un tuo giorno, sotto al sole caldo, ci sono nato io.

E con le messi che hai fra le tue mani, ci porti il tuo tesoro,

con le tue spighe doni all'uomo il pane, alle femmine l'oro.

Proverbi di giugno

Acqua di giugno rovina il mugnaio.
Giugno ventoso, porta presto il grano sull’aia.
In giugno, in bene o in male, c'è sempre un temporale.
Per San Barnaba (11), l’uva viene e il fiore va.
Se piove a Santa Desiderata (12) casca l’uva e resta la grata.
Se fa freddo a san Luigino (21), farà caldo a san Paolino (22).
La vigilia di San Giovanni (23), piove tutti gli anni.
Quando piove il giorno di San Vito (15) il prodotto dell'uva va sempre fallito.
Se piove ai santi Paolo e Piero (29) piove per un an intero.


Giampiero Maracchi

Presidente dell'Accademia dei Georgofili 



Notizie correlate


Voglia di sandali

In vista dell’estate, la cura dei più comuni problemi per le nostre estremità


Un’estate al lago

Il Bilancino, un posto da scoprire tra offerte e iniziative. Le memorie medicee

Photogallery Video