Otto progetti di solidarietà: dal Burkina Faso alla Toscana, da Pisa a Polistena

Scritto da Sara Barbanera |    Dicembre 2013    |    Pag. 5

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Tante storie in una storia. E al centro del racconto la scommessa di ripartire.

La storia principale è quella de Il Cuore si scioglie che, dopo dodici anni di campagne, per il 2013/2014 riprende il viaggio alla ricerca di nuovo sostegno e in direzione di nuovi traguardi: la campagna non sarà solo di raccolta fondi, ma di scommessa su progetti nuovi e sogni in grande, perché ciò che abbiamo già non vada perso e torni, anzi, a essere utile. Persone, luoghi, oggetti: piccole fortune che l’occhio di ogni giorno è abituato a scartare.

Questa è la scommessa: ridare valore a quei tesori invisibili che saranno la risorsa di domani. Come? Progettando insieme un futuro più ricco di rapporti, idee e beni essenziali, a partire da un tetto sulla testa e da un piatto con cui fare pranzo e cena magari, intorno a un tavolo comune.

Progetti solidarieta cuore si scioglie onlus unicoop firenze barberino bamboleDalle adozioni alla casa

Le adozioni a distanza sono l’incipit della storia del Cuore che, negli anni, ha visto le sezioni soci in primo piano nel sostegno a progetti internazionali di sviluppo delle comunità fra le più povere del Sud del mondo: Brasile, Burkina Faso, Camerun, Filippine, India, Libano, Palestina e Perù. Realtà in apparenza distanti da un quotidiano che oggi riporta bruscamente lo sguardo dentro i confini di casa nostra.

Ed è proprio la casa – scusate il gioco di parole - una delle priorità che la campagna del Cuore mette al centro per i prossimi mesi. Essere costretti a dormire in macchina o alla stazione non è più un’eccezione, né una vergogna, ma certamente un problema che richiede nuove risposte. Abitare solidale è una delle soluzioni.

Promosso dall’Auser e da varie associazioni territoriali, il progetto fa incontrare chi è sprovvisto di alloggio con chi ha un posto da offrire nella propria casa, troppo grande o, magari troppo vuota in cambio di un aiuto nella gestione della vita quotidiana. Un patto abitativo ma, prima ancora, un patto umano che intreccia la vite in modo tale da risolvere problemi sociali.

Imprese contro lo spreco

Nuove povertà, ma in realtà antiche quanto l’uomo e la necessità primaria di nutrirsi. E al domani pensa un grande esperimento affidato ai più giovani che lavoreranno sul tema dello spreco alimentare di prodotti ancora consumabili attraverso una futura impresa sociale al servizio del volontariato e di tutta la grande distribuzione organizzata.

La porta è aperta a tutti e il bando per la costituzione dell’impresa offre ai giovani vincitori consulenza, sostegno finanziario e una sede temporanea nel nuovo Impact Hub Firenze. Non si tratterà solo di una macchina operativa ma di un incubatore dove elaborare idee e nuovi modi di consumare e vivere la realtà. Largo ai giovani perché trovino le chiavi per aprire porte sul presente e sul futuro.

Progetti solidarieta cuore si scioglie onlus unicoop firenze copertaPane e relazioni

Non basta alimentare il corpo per sentirsi uomini. Per ripartire serve qualcosa di più e di diverso. A testimoniarlo il successo del progetto avviato lo scorso anno con Caritas che quest’anno viene sviluppato anche con l’Arci. Mense dove trovare accoglienza ma anche ascolto e orientamento per il futuro.

In risposta al disagio che investe anche il nostro territorio, in tutta la Toscana verranno avviate altre mense di quartiere e punti di ascolto dove convogliare sia beni alimentari che l’assistenza dei volontari. In parallelo l’Arci attiverà anche una campagna contro gli sprechi per coinvolgere nella raccolta di cibo ancora consumabile esercizi commerciali, distributori, ingrossi e locali pubblici.

Incontrarsi e dialogare, per ritrovare la direzione dopo e oltre la crisi. Si può fare: chiunque lo può fare perché il progetto è aperto a tutti i volontari e gli utenti che vorranno incrociarsi a questo angolo di strada solidale.

Progetti solidarieta cuore si scioglie onlus unicoop firenze barberino bambole 2Dalla Calabria a Pisa al pistoiese

Non è in un angolo ma su una piazza il palazzo di Polistena confiscato alla ‘Ndrangheta e trasformato in centro di aggregazione giovanile: anche grazie a un nuovo contributo della Fondazione Il Cuore si scioglie, a breve la struttura verrà completata con dotazioni multimediali, una bottega di prodotti biologici e libri della cooperativa Valle del Marro e Libera Terra, un ristorante e un ostello per ragazzi e volontari dei campi di lavoro.

Dalla scorsa estate la struttura ospita anche un ambulatorio Emergency per residenti e lavoratori stagionali. Un’esperienza così positiva che nei prossimi mesi verrà replicata anche a Pisa dove Fondazione, Emergency, Regione Toscana e Comune di Pisa attiveranno uno sportello socio sanitario per supportare migranti e persone in condizioni di disagio ad accedere alle cure del Servizio sanitario nazionale. Un impegno comune sul fronte della solidarietà, perché il quotidiano sia più vivibile e libero dal bisogno.

Liberi di divertirsi e sorridere ai giochi di un clown saranno i giovani coinvolti dal progetto Circo che la Fondazione sostiene presso il Dynamo Camp: la struttura di Limestre accoglie bambini affetti da gravi malattie croniche che trascorrono un soggiorno speciale al Camp dove il tempo vola grazie ai programmi di terapia ricreativa sviluppati da professionisti, artisti e volontari.  Nel verde della montagna pistoiese, per i bambini si schiuderà un meraviglioso mondo in cui scoprire il clown che è dentro ognuno di loro.

La collezione del cuore

La storia continua, prende pieghe nuove e ancora una volta pioniere saranno le sezioni soci che quest’anno portano un’ondata di novità con la Collezione del cuore, identificata dal marchio Tum tum: sei le sezioni coinvolte che hanno lavorato ad un proprio catalogo di oggetti fatti a mano da consiglieri e volontari in collaborazione con le realtà produttive e le associazioni del territorio.

Il tutto per valorizzare le tipicità della propria zona e proporle a chi vorrà donare un contributo durante la settimana di raccolta fondi nei centri commerciali Coop.

Prodotti piccoli e ben fatti, sotto la supervisione della designer toscana Barbara Guarducci (nella foto a destra) che ha guidato ciascuna sezione soci in un itinerario di formazione e produzione: si spazia dalla pelle e dalla cioccolateria di Fucecchio al lavoro a ferri e uncinetto di Prato, dal vetro di San Giovanni Valdarno al ricamo di Campi e Barberino di Mugello, per finire con le ricette della memoria e il calendario di fotografie di cuori urbani.

Ogni oggetto contiene una storia, che è quella delle mani che lo hanno lavorato e del Cuore che lo contraddistingue.

Tum tum: è solo un battito. Di più non si può svelare e forse non serve. Perché, a volte, nel piccolo c’è il grande; e, a volte, basta un battito a illuminare tutto il panorama.

In 400 sull’albero per Dynamo

Un albero speciale per un Natale speciale realizzato con 400 Barbie donate al concept store Flo da chi ha risposto all’appello lanciato in rete. L’installazione natalizia rimarrà in negozio dal 1° dicembre al 6 gennaio e sarà poi donato a Dynamo Camp di cui Flo Concept Store è ambasciatore. E anche dopo Natale… la festa continua!


Notizie correlate

Storie lontane e vicine

La Compagnia del cuore è da noi con testimoni dal Sud del mondo e dalla Toscana




Oltre il Cuore, la firma

Una struttura nata per gestire tanti progetti umanitari in trasparenza fino all’ultimo euro


Il cuore batte forte a dicembre

La raccolta dei fondi per le adozioni nei punti vendita. I progetti per la campagna di solidarietà 2010/2011

Photogallery

La Compagnia del Cuore

Dal sud del mondo in Toscana: ecco il camper con i protagonisti dei progetti umanitari di Unicoop Firenze


Progetti solidarieta cuore si scioglie onlus unicoop firenze

Solidarietà a colori

“Il Cuore si scioglie”: progetti in Italia e sostegni a distanza per i bambini del Sud del mondo