Un pacco di Natale con i prodotti delle terre confiscate alla mafia

Vino, olio, passata di pomodoro e paccheri: quest'anno nel pacco di Libera Terra si trovano i prodotti di cooperative con esperienze sociali diverse, ma unite dal comune impegno contro tutte le mafie. In più, i 700 ragazzi toscani che hanno partecipato ai campi di lavoro raccogliendo uva e pomodori troveranno, trasformati, quei prodotti per cui hanno sudato e faticato in un'esperienza per loro entusiasmante. Quella che ormai da circa quattro anni è stata organizzata dalle cooperative in collaborazione con Arci, le cooperative di consumo toscane e lo Spi Cgil, il sindacato dei pensionati.

Il vino bianco siciliano è prodotto della cooperativa "Centopassi", dal nome del film di Marco Tullio Giordana che rievoca la storia di Peppino Impastato, ucciso giovanissimo dalla mafia. La cooperativa opera sui terreni confiscati a Cosa Nostra nell'Alto Belice Corleonese: 400 ettari di terra, di cui 60 di vigneto, particolarmente vocati alla produzione di vini di alta qualità.

L'olio extra vergine di oliva ha il marchio "Valle del Marro-Libera Terra", la coop che coltiva nella Piana di Gioia Tauro 60 ettari di terreni che appartenevano alla ‘ndrangheta. L'olio è ottenuto dalle olive dell'Ottobratica, una varietà autoctona che ha il suo habitat naturale in queste zone, ed ha un sapore leggermente fruttato, lievemente amaro e piccante.

La passata di pomodoro Sicilia è invece della cooperativa sociale "Lavoro e non solo" che dal febbraio 2000 gestisce un'azienda agricola su terreni confiscati alla mafia nel territorio di Corleone e Monreale

I paccheri, infine, nota varietà di pasta tipica del napoletano, sono stati prodotti dalla rete di Libera Terra per sostenere una nuova cooperativa sociale "Le terre di don Peppe Diana - Libera terra Campania", nata a Castel Volturno nell'ottobre di quest'anno. La cooperativa nasce con un'idea imprenditoriale precisa: produrre mozzarella di bufala in un territorio famoso nel mondo per questo tipo di produzione. Ha scelto il nome di Peppe Diana, il parroco ucciso nel '94 sulla sacrestia della sua Chiesa, per dare un segnale forte di rinascita civile ed economica.

Dai primi di dicembre il pacco di Natale di Libera Terra "I sapori dell'impegno", si può trovare a 19,90 euro nei maggiori supermercati e ipermercati di Unicoop Firenze e Unicoop Tirreno.


Notizie correlate

Arrivano in mille

Una rassegna di teatro musicale "Chi è di scena" che coinvolge le scuole fiorentine


Calabria Libera dalla mafia

Coltivano le terre confiscate alla mafia. Un progetto che ha bisogno del sostegno di tutti



Le mani in pasta

Occupazione e cultura della legalità nella Sicilia antimafia


Pasta anti-mafia

E' fatta con il grano coltivato a Corleone, nelle terre confiscate ai boss. Una concreta opportunità di lavoro per molti giovani