Non esiste l'"azienda Coop", ma 135 cooperative di consumatori

Scritto da Turiddo Campaini |    Novembre 2007    |    Pag.

Presidente del consiglio di sorveglianza dell'Unicoop Firenze

I più bassi sono qui
Le cooperative associate a Coop Italia sono 135: alcune più grandi, altre molto più piccole. Sono realtà diverse che hanno una centrale acquisti in comune, Coop Italia appunto, ed è sbagliato parlare di un'unica Coop a livello nazionale.

Ogni cooperativa ha una sua fisionomia. In Unicoop Firenze, ad esempio, accanto alla rete moderna ed efficiente ci sono anche negozi piccoli e piccolissimi che hanno una funzione di vicinato e servono a tenere bassi i prezzi particolarmente nei piccoli paesi, non appetibili per realizzare grossi supermercati privati. Infatti la filosofia del mondo cooperativo è diversa da quella di altre imprese, perché è al servizio di persone e soci. Noi non lavoriamo solo per il profitto né con una logica esclusivamente economica, anche se i conti alla fine devono tornare e il bilancio dev'essere in attivo, altrimenti si chiude.
I confronti fra le aziende devono essere omogenei per essere obiettivi. Non si può, come si è fatto in pagine pubblicitarie sui giornali e nel libro "Falce e carrello", confrontare un'azienda leader nella grande distribuzione con "la MEDIA di nove cooperative" aderenti a Coop Italia. Occorre confrontare azienda con azienda e si scoprirà che ci sono condizioni molto diversificate.

Unicoop Firenze paga le tasse, ha una gestione commerciale attiva, una gestione finanziaria che non copre le magagne di quella commerciale e remunera in modo equo il prestito dei soci. Ma soprattutto fa i prezzi più bassi e costringe gli altri operatori ad adeguarsi.

Nel libro "Falce e carrello" si dice che a Siena i negozi con insegna Coop hanno la più alta quota di mercato, ma non si dice che a Siena i prezzi sono uguali a quelli di Firenze e Pisa, cioè molto più bassi di quelli che Esselunga pratica a Milano, Bergamo o Bologna. Insomma, concorrenza o non concorrenza, a Empoli come a Firenze, a Borgo San Lorenzo come a Pisa, i prezzi dei supermercati dell'Unicoop Firenze sono gli stessi. Cosa che non si verifica in un'azienda come Esselunga, che a Milano, Bergamo e Bologna ha prezzi più alti che a Pisa o Firenze. Si può quindi dire che i supermercati di Unicoop Firenze hanno i prezzi più bassi di qualsiasi altra impresa in Italia.
Su questi elementi i soci ci devono giudicare e già lo fanno con l'ampio consenso che manifestano quotidianamente alla loro Unicoop Firenze.

Confronto

Dalla pagina pubblicitaria Esselunga, Il Sole 24 ore, 20 settembre 2007, pag. 23


Unicoop Firenze
Gruppo Supermarkets Italiani - Esselunga
Punti di vendita
96
132
Addetti
8.958
16.301
Vendite
2.170
4.917
Risultato prima delle imposte
62
331
Di cui operativo
50
341
Di cui finanziario
33
-19
Altro (prevalentemente straordinario)
-21
9
Imposte
29
152
Fonte Bilanci consolidati anno 2006, dati in milioni di euro

Da notare che la percentuale delle imposte sul "Risultato prima delle imposte" è maggiore nell'Unicoop Firenze (46,77%) rispetto all'Esselunga (45,92%). Quindi in questo caso le imposte pagate dalla cooperativa sono maggiori dell'impresa privata.