Spettacoli teatrali e concerti in Toscana

Scritto da Edi Ferrari |    Marzo 2005    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

PONTEDERA, LUCCA E PRATO
Il teatro di Eduardo
Tre occasioni per la commedia "Sabato, domenica e lunedì" a prezzi speciali per i soci


Eventi
Tre giorni a casa Priore, ovvero accese discussioni, incomprensioni e litigi che danno vita a un quadretto familiare piccolo borghese in cui si confrontano almeno tre generazioni: è "Sabato, domenica e lunedì", di Eduardo De Filippo.
Andata in scena per la prima volta nel 1959, la commedia costituisce, dice Toni Servillo, regista e interprete nel ruolo del padrone di casa Peppino Priore, «una preziosa riflessione sulla famiglia, una grande famiglia napoletana che Eduardo colloca agli albori del boom economico, ovvero in un momento cruciale per l'Italia, in cui si imponeva un nuovo e improvviso modello di sviluppo, con l'affacciarsi di nuovi desideri e nuove mode, capaci di creare euforia, ma anche un senso di confusione».
Eduardo, che amava molto questo testo, non mancava di sottolinearne il senso più profondo: «In "Sabato, domenica e lunedì" - diceva - c'è un fermento contestatario, un'anticipazione dell'avvento del divorzio in Italia, una apparente fusione di finti rapporti cordiali. Alla fine della commedia non c'è chi non comprenda che soltanto l'amore può tenere insieme due esseri; non certo il matrimonio, e nemmeno i figli».

Impossibile perderla, e sono ben tre le occasioni per i soci: al Teatro Roma di Pontedera il 21 marzo (galleria 10,00 € invece di 18,00 €), al Teatro del Giglio di Lucca il 24 marzo (poltrona e posto palco centrale 26,00 €, soci 20,00 €; galleria e posto palco laterale 20,00 €, soci 13,00 €; prenotazione obbligatoria fino a 10 giorni prima dello spettacolo presso le Agenzie Toscana Turismo - Pam Vacanze), e al Teatro Metastasio di Prato il 17 aprile (poltrona e posto palco centrale € 23,00, soci € 15,00; posto palco laterale e IV centrale € 17,00, soci € 11,00; questi biglietti possono essere acquistati solo attraverso le Agenzie Toscana Turismo - C.T.C.; prevendita fino a 10 giorni prima della rappresentazione).
CAMPI BISENZIO
I paesaggi della memoria
Eventi
Edizione numero dieci per la rassegna "Il Teatro e la Città", a cura del Centro Iniziative Teatrali in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Campi Bisenzio. Fin dall'inizio il criterio di scelta degli ospiti è stato quello di individuare artisti che non avessero perso il contatto con il pubblico; ed è in nome del gusto della riscoperta di un teatro di storie narrate, di esperienze personali, di affabulazione e memoria, che la rassegna si intitola "I paesaggi della memoria". Dopo lo spettacolo, poi, la serata prosegue con "Conversando dietro le quinte": non un dibattito, ma un'occasione di scambio per gli artisti e il pubblico.

A marzo andranno in scena il 5 "L'amara sorte del servo Gigi", scritto, diretto e interpretato da Claudio Morganti; il 12 "Fabulosae", di Rosaria Lo Russo, con Rosaria Lo Russo e Daniele Trambusti; il 19 "Ex proff", liberamente ispirato a "Lettera ad una professoressa" di Don Milani; ad aprile, il 2 "Viaggi e miraggi", melodie popolari toscane, musica antica, sonorità mediterranee, improvvisazioni, e il 9 "Minimacbeth...", riscrittura della tragedia shakespeariana.

Gli spettacoli si tengono al Teatro Villa Montalvo (via di Limite) e all'Auditorium Gianni Rodari (via Garcia Lorca, 1), a Campi Bisenzio (Firenze). Prenotazione obbligatoria ai numeri 0558964519 e 3298628437. Ingresso euro 6.
FIRENZE
Maratona con sorpresa
Eventi
Una strana corsa che non si può fermare. Aperta campagna. Notte. Due personaggi si incontrano per iniziare quello che sembra un allenamento in preparazione alla maratona di New York. Durante la corsa, apparentemente uguale a tanti altri allenamenti, Mario e Steve si trovano a raccontarsi l'uno all'altro in un alternarsi di momenti comici e drammatici. Da questa situazione di apparente normalità lo spettatore si trova ad assistere ad una corsa che va ben oltre l'atto sportivo, fino a toccare temi esistenziali e con un finale a sorpresa.

Autore di "Maratona di New York" è Edoardo Erba, uno dei più brillanti autori italiani di questi ultimi anni. In scena, diretti da Lodovico Giurà, ci sono Paolo Papini e Leonardo Torrini, fondatori della Compagnia Teatro 'O e della scuola Officina Teatrale 'O.

Lo spettacolo va in scena al Teatro Reims (via Reims angolo via Gran Bretagna, Firenze) il 9 e 10 aprile. Per i soci ingresso ridotto (7,00 euro invece di 10,00). Info e prenotazioni tel. 3393318580 - 055668036.
FIRENZE
Lupu al pianoforte
Eventi
Quando vinse nel 1969, all'età di 24 anni, il primo premio al concorso di Leeds, Radu Lupu segnò una svolta nella storia della musica: Nikita Magaloff, in giuria, ascoltandolo, disse che con lui era iniziata una nuova epoca. Personaggio riservato e schivo, Lupu è un artista dalla eccezionale capacità di concentrazione e di autoidentificazione nell'opera d'arte. Il 20 marzo Lupu e il suo pianoforte sono al Teatro della Pergola, con un programma che comprende Beethoven, Berg e Schubert.

Da non perdere anche il doppio "Omaggio a Dallapiccola": il 13 e 19 marzo saranno sul palco, insieme a Bruno Canino e Antonio Ballista al pianoforte, la soprano Alda Caiello (il 13), Cristiano Rossi al violino e Andrea Nannoni al violoncello (il 19). In programma, oltre a Dallapiccola, composizioni di, fra gli altri, Schoenberg, Webern, Busoni, Vivaldi.

Luigi Dallapiccola, uno dei più grandi compositori del Novecento, è nato nel 1904 a Pisino d'Istria ed è morto nel 1975 a Firenze, città che nel 1922 lo ha accolto e nella quale è cresciuto. La sua musica è oggi universalmente riconosciuta come una delle pietre miliari del Novecento musicale.

Amici della Musica, Firenze, info e prenotazioni tel. 055609012 - 607440. Concerti al Teatro della Pergola (prenotazioni tel. 05522641). Per i soci ingresso ridotto (costo variabile a seconda del concerto).
A PONTEDERA
Da Sofocle a Socrate "Le Trachinie" di Sofocle, ovvero, scrive Giancarlo Nanni nelle note di regia dello spettacolo, "Dramma borghese e dramma umano sempre ripetibile nel tempo: che c'è di più banale nella vita degli uomini che si avviano alla tarda età del cercare una giovane femmina, per continuare istintivamente la loro specie? Giunto alla fine delle dodici fatiche, Ercole, un semidio, incrocia il desiderio dell'immortalità con l'immoralità della sostituzione dei propri desideri. Sofocle sancisce la fine del rapporto fra dei e uomini che restano i soli responsabili delle proprie azioni. Dovremmo ricordarlo oggi, quando in nome di Dio si compiono orribili misfatti, crimini, genocidi che gridano vendetta. Lo scempio dell'uomo sull'uomo in nome di Dio continua, e la lungimirante lezione di Sofocle di 3000 anni fa è ancora inascoltata. Mi auguro che questo spettacolo faccia riflettere sulla bassezza umana di chi usa la religione per fini omicidi".

Lo spettacolo, nell'adattamento in inglese di Ezra Pound con la traduzione italiana e regia di Giancarlo Nanni, ha per protagonisti Manuela Kustermann e Paolo Lorimer. In scena il 9 marzo.

Da Sofocle a Socrate, o meglio a "La vedova Socrate", di e con Franca Valeri liberamente ispirato a "La morte di Socrate" di Friedrich Dürrenmatt.

Nello spettacolo l'attrice, con la sua grande ironia e i suoi strali fulminanti, dà vita al personaggio simbolo della moglie che sopravvive: la vedova. E nella sua bottega d'antiquariato e oggettistica Santippe, la non del tutto sconsolata vedova, fa i conti sulla vita del grande filosofo e "dirà tutto" sulla quotidianità coniugale per nulla scalfita dalla personalità eccezionale del marito, che per lei è solo un uomo tanto noto quanto noioso, sempre con la testa fra le nuvole, che addirittura "dice le cose che pensa prima" e si fa fregare le idee, e quel che è peggio anche i "diritti d'autore". I suoi bersagli sono Platone, Aristofane, Alcibiade, insomma quelli che conosceva bene, gli amici del marito che tutti i giorni bazzicavano in casa e in negozio. In scena il 18 marzo.

Teatro Roma di Pontedera, ingresso per i soci in galleria 10,00 € invece di 18,00 €; è possibile acquistare i biglietti in convenzione fino al primo giorno di prevendita dello spettacolo. Per informazioni: Fondazione Pontedera Teatro, via Manzoni 22, Pontedera (Pisa), tel. 0587 55720/57034; www.pontederateatro.it.

Pam Vacanze, c/o Ipercoop Navacchio, tel. 050779240
C.T.C., piazza Mercatale 89, Prato, tel. 057442215

Concerti Si chiama "Alta fedeltà" la convenzione per i soci con la PRG, e dà la possibilità di ricevere un biglietto omaggio ogni cinque acquistati per cinque spettacoli diversi. La tessera Alta fedeltà può essere richiesta all'ingresso dei singoli spettacoli, mentre per prenotare il biglietto omaggio è necessario telefonare allo 055667566.

5 e 6 marzo
GIANNI MORANDI
Firenze - Teatro Verdi
Posti numerati 40,00 € - 34,00 € - 28,00 € - 23,00 € - 18,00 €

17 marzo
ELISA
Firenze - Mandela Forum
Posto unico 27,60 €

8 aprile
BEPPE GRILLO
Firenze - Mandela Forum
Posti numerati 33,00 € - 28,00 € - 23,00 €