Scritto da Edi Ferrari |    Dicembre 2008    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Le date
Dicembre a teatro
Con la direzione musicale di Elisa, che ha riadattato i brani originali lavorando sugli arrangiamenti per dar loro attualità (lo spettacolo ha debuttato 40 anni fa a Broadway), arriva al Verdi di Firenze Hair. The tribal love rock musical (4). Per gli amanti della commedia, ci sono poi gli equivoci, le risate e i colpi di scena de Il letto ovale, con Maurizio Micheli (11).
Dopo alcune tournée come guest artist col celeberrimo Cirque du Soleil, Vladimir Olshansky propone in prima assoluta in Italia il suo nuovo spettacolo Strange games, calorosamente applaudito dal pubblico tornato a vederlo anche tre volte di seguito. Al Puccini di Firenze il 28. Prosegue anche la stagione dello Shalom di Empoli (Firenze), con un “gioiello del vernacolo fiorentino”, spiega Giovanni Lombardi (punto di riferimento dello Shalom e profondo conoscitore del teatro), La zona tranquilla di Emilio Caglieri tratto da una novella di Edoardo Spadaro (7) e le battute scoppiettanti e i colpi di scena di Ecco la sposa di Ray Cooney (28 e 31, repliche a gennaio), messo in scena da Gruppo Teatrale dello Shalom.

Liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka, con testo e regia di Ugo Chiti, al Metastasio di Prato dal 17 al 21 va in scena Le conversazioni di Anna K., con Giuliana Lojodice. Sempre a Prato, ma al Fabbrichino, per la Rassegna Metastasio Ragazzi, dal 1° dicembre al 17 gennaio va in scena Barocco, danza ambientata all’interno di stanze e luoghi immaginari. Lo spettacolo è rivolto ad un pubblico di adulti e ragazzi dai 5 anni in su ed è a capienza limitata di 80 persone (non è in convenzione per i soci: biglietti ragazzi 5 €, adulti 6,50 €).
Come uscire dal confronto con uno dei più grandi capolavori della cinematografia internazionale, La strada diretto da Fellini? La risposta è in questo adattamento teatrale che, pur restituendo la trama e i dialoghi del film, inventa qualcosa di nuovo, squisitamente teatrale. Con Massimo Venturiello e Tosca al Bucci di San Giovanni Valdarno (Arezzo) il 12. Infine, al Nuovo Teatro Verdi di Montecatini Terme (Pistoia), il 19 va in scena Michelina, con Maria Amelia Monti e Giampiero Ingrassia, e il 26 un classico natalizio, il balletto La bella addormentata, con il Balletto di Mosca La Classique.

Musica ed opera
È uno dei titoli più rappresentati al mondo: L’elisir d’amore di Donizetti sarà a Firenze (16-18, 20-21 e 23) al Comunale dove sul podio ritroviamo, dopo ben quindici anni di assenza dal Teatro del Maggio, Bruno Campanella, uno dei più apprezzati direttori del repertorio belcantista italiano dell’Ottocento.
Grande attesa per il ritorno agli Amici della Musica del trascinante Yo-Yo Ma, stavolta in duo con la pianista Katherine Stott per una serata che parla il linguaggio di capolavori di Schubert, Shostakovich e Franck, ma anche l’idioma brasiliano di Egberto Gismonti e Geraldo Carneiro. L’8 al Teatro della Pergola di Firenze.

Il Centro studi musicali Ferruccio Busoni di Empoli propone il 22 nella chiesa della Collegiata un concerto di Natale con l’Orchestra da camera fiorentina e la Corale Santa Cecilia, dirette da Giuseppe Lanzetta. Vincitore di numerosi importanti premi, ha suonato nelle sale più prestigiose di tutto il mondo: il Grieg Trio è il 15 nel cartellone de I concerti della Normale (al Teatro Verdi di Pisa).
Capolavoro centrale nella produzione verdiana, Macbeth segna il primo incontro di Verdi con Shakespeare ed insieme è l’opera con cui il compositore apre tendenze e strade nuove. Al Teatro Verdi di Pisa il 5 e 7. Le modalità di convenzione per i soci variano a seconda dei singoli teatri. Il consiglio è sempre quello di chiedere prima informazioni allo stesso teatro. Cartellone completo e sconti su www.coopfirenze.it.

Al Puccini
I Sillabari di Poli
Fino al 14 dicembre Paolo Poli sarà al Teatro Puccini di Firenze con Sillabari. Poli ha dato la sua adesione alla campagna de “Il Cuore si scioglie” per le adozioni a distanza: mentre nel foyer ci saranno i volontari per raccogliere le quote, Poli dal palco lancerà un appello agli spettatori, che possono assistere allo spettacolo con uno speciale biglietto al costo di 12 €, diritti di prevendita inclusi, a fronte di un costo normale che va dai 20 ai 24,50 €. La riduzione è valida per tutte le repliche, eccetto quelle del sabato (lunedì riposo). Info: tel. 055362067.
Organizzate da Argonauta Viaggi ci sono anche alcune date speciali (5, 7, 12, 14) che comprendono passaggio in pullman (per chi viene da fuori Firenze ma anche per chi non vuole usare l’auto e unirsi al viaggio in periferia) e biglietto d’ingresso a prezzi invitanti per gli adulti e scontatissimi per i ragazzi. Info e prenotazioni: Argonauta Viaggi, tel. 0552342777.