We Meet: uno spazio di creatività, musica e studio

Scritto da Edi Ferrari |    Febbraio 2012    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".



Lo sport e la creatività, poi i lavori manuali, la musica, la cura di sé, lo studio: è, a grandissime linee, il menù delle attività gratuite che We Meet - il Centro giovani gestito dalla Fondazione Santa Rita che si affaccia sulla piazza centrale del Parco*Prato - propone ai suoi frequentatori. Che in poco più di due anni (il Centro è stato inaugurato nel dicembre del 2009) sono cresciuti tanto nel numero (oltre 500 gli iscritti) quanto nell'approccio al Centro e nello spirito di partecipazione. Perché coinvolgere ragazzi di quell'età (le attività sono destinate in particolare a quelli fra i 15 e i 19 anni, mentre è di 13-14 anni l'attuale età media dei frequentatori) non è proprio cosa da poco.
«All'inizio è stata dura - racconta infatti Claudia Rastelli, coordinatrice del Centro - anche perché dovevamo imparare a conoscerci. Tanto è vero che lo strumento che abbiamo utilizzato inizialmente per avvicinare i ragazzi (lo spazio è attrezzato con pc dotati di connessione internet e strumentazioni multimediali avanzate) è stato progressivamente ridotto a vantaggio delle attività educative vere e proprie, e ora la navigazione sul web è sì ancora fruibile da tutti gli iscritti, ma solo da una certa ora in poi».

 


Qualche difficoltà
è poi venuta anche da alcuni episodi che hanno avuto per protagonisti alcuni ragazzi e comportamenti poco ‘ortodossi'. La soluzione è stata stabilire delle regole e far capire che We Meet è uno spazio che appartiene proprio a loro, e che ne devono avere cura, «premiando i comportamenti positivi, dando loro delle piccole responsabilità. Abbiamo così messo in piedi un sistema di punti per chi si prende giornalmente delle responsabilità. Il sistema piace, e funziona».
Perché, bisogna ricordarlo, «il Centro è nato un po' nel ‘deserto' e in una zona problematica, qui prima non c'era nessun punto di aggregazione per i ragazzi, ed è una possibilità importante che viene data loro: ci sono attrezzature, anche costose, ci sono operatori preparati che li seguono, ci sono offerte di qualità». E i risultati sono arrivati: «Abbiamo imparato a conoscerci, e i ragazzi si aprono di più: spesso vengono qui anche solo per parlare con noi».

L'obiettivo ora è «fargli sentire che We Meet è uno spazio che gli appartiene: è per questo che cerchiamo di coinvolgerli sempre più anche nella programmazione delle attività; sarebbe assurdo proporre una iniziativa che magari piace solo a noi operatori e non a loro. E poi soprattutto vogliamo farci conoscere di più, coinvolgere più giovani, cercare ulteriori collaborazioni con gli esercizi del Parco*Prato».
«Quando siamo partiti, eravamo consapevoli che era una esperienza tutta da verificare e ora, dopo due anni, non possiamo che essere soddisfatti - aggiunge il presidente della Fondazione Santa Rita, Roberto Macrì - . We Meet è un punto di riferimento per tanti giovani; davvero, come era nelle nostre intenzioni, un luogo di aggregazione intelligente».
Certo le idee sono tante e le risorse non bastano mai «anche se per gli obiettivi che ci siamo proposti - aggiunge Macrì - fino ad ora le abbiamo trovate. L'auspicio è di stabilizzare questa esperienza e mettere in piedi attività di servizio che servano per l'autosostentamento del Centro: potrebbe essere una web radio, o una piccola sala di incisione. Ci stiamo riflettendo».
We Meet è aperto dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19 (e la domenica di apertura del Parco*Prato, nello stesso orario), tel. 0574549709; su www.wemeetprato.com maggiori informazioni e il calendario delle iniziative.

Prato
Donne nella Rete
Il web come opportunità per le donne. Nello spazio We meet dal 21 febbraio un corso di dodici ore complessive rivolto alle donne che vogliono accrescere le proprie competenze e conoscere le tante opportunità offerte dal web per accedere ai servizi, navigare e fare ricerche. L'iniziativa, realizzata in collaborazione con la sezione soci Coop di Prato, è un'opportunità per (ri)scoprire le proprie potenzialità e competenze, per semplificare la vita e, perché no, anche conciliare meglio lavoro e famiglia.
Il corso costa 55 € (50 € per i soci Unicoop Firenze). Indispensabile la conoscenza informatica di base. Info e iscrizioni: donnaweb@hotmail.it; tel. 3336636169 e 3498100098

Galleria fotografica